Utente 187XXX
Egregio Dottore, circa tre mesi fa a quasi 51 anni ho subito angioplastica con applicazione di n.3 stent medicati. Seguo la terapia specificata di seguito: Dopo colazione Plavix, ore 10,00 cardicor da 2,5, Dopo pranzo Cardioasprina e dopo 30 minuti Refalgin gel ( a seguito laringoscopia è stato osservato ristagno gastro- esofageo. Dopo tre minuti dalla cena riprendo Refalgin gel e dopo circa 2 ore prendo Ranitidina 300 insieme a Sinvacor 10 ( purtroppo il Crestor 10 che mi era stato prescritto dopo la dimissione dell'Ospedale mi ha procurato allergia alla pelle). Attualmente ho il colesterolo totale a 130 - HDL 46 LDL 75 (non mangio né carne rossa né formaggi). Mi chiedo se è opportuno prendere il Sinvacor da 20, anche in considerazione del fatto che nel "bugiardino" c'è scritto di prendere per cardiopatia ischemica da 20 a 40 mg per ottenere effetto protettivo sulle coronarie. Lei cosa ne pensa ? Inoltre ho letto che gli antiacidi andrebbero presi a distanza di due dalla Cardioaspirina e mi chiedo allora se dopo pranzo non devo prendere il Refagin gel ( il Refalgin estratto da una alga è un antiacido? Ho letto da qualche parte che contiene carbonato......) Lei cosa mi consiglia dottore? Il Refalgin non dovrebbe interagire con la Ranitidina perché questo ultimo farmaco lo prendo dopo due ore la sera dalla assunzione del Refalgin. Sono un pò preocccupato perché a volte sento come se non avesi digerito e stimoli ad eruttare. La ringrazio vivamente per la Sua cortese risposta e Le invio i migliori saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il valore che lei mi riporta di colesterolemia totale è assolutamente rassicurante, per cui proseguirei con la statina che sta assumendo.
Dal momento che lei assume una doppia antiaggregazione piastrinica e che pare abbia problemi di reflusso gastroesofageo, è indicata terapia antiacida con inibitori della pompa protonica...tra i numerosi farmaci della stessa famiglia il pantoprazolo pare il più indicato in pazienti che assumono clopidogrel (Plavix). ne parli con il suo Cardiologo e con il suo curante. Cordialità.
Cecchini
www.cecchinicuore.org