Utente 153XXX
Salve dottori,
in seguito ad un laringospasmo piuttosto grave avuto da papà durante l'infusione del taxotere (cosa non molto rara), volevo chiedervi se c'è la possibilità di effettuare in Italia delle prove allergiche per vedere se sia stato dovuto da un'effettiva allergia al farmaco, oppure da un'infusione troppo veloce accompagnata da una scarsa premedicazione.
Vi ringrazio molto se mi rispondete perchè purtroppo non esistono altri protocolli efficaci per papà, affetto da carcinoma squamoso polmonare.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Bisogna valutare se si era trattato di una reazione avversa (possibile ma non molto probabile) oppure di un effetto collaterale. Si possono fare le cutireazioni e si può eseguire sicuramente una prevenzione con steroide e antistaminico.
Cordiali saluti