Utente 363XXX
Ho 38 anni e a seguito di un Tia mi è stato riscontrato un forame dell'ovale Pervio di Grado tra 1 e 2 con leggerissima embolizzazione e una un dilatazione del bulbo aortico pari a 41 mm.
visto che sono iperteso e ho una forte eriditarietà (mio padre è deceduto all'età di 46 anni per infarto) attualmente assumo giornalmente 1 compressa di Blopresid e 1 Cardioaspirina.
volevo gentilmente sapere la mia situazione clinica mi permette di continuare a sciare oppure se devo smettere visto che ho letto che l'altitudine+freddo+ sforzo possono essere dannosi
Grazie
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Iadanza
24% attività
0% attualità
0% socialità
SIENA (SI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
Caro Utente di Massa; il problema da lei segnalato può essere brillantemente risolto con l'impianto di un device di chiusura percutaneo.Infatti il PFO sintomatico ( lei hapresentato un TIA) può essere chiuso con una micro protesi al nitinol che viene ricoperta da cellule introdotta nel setto inter atriale attraverso una banale puntura della vena femoare posta a livello dell'inguine in anestesia locale. La procedura viene eseguita da numerosi centri d'eccellenza con ottimi risultati ed impedendo recidive di tia e sospendendo alcuni mesi dopo la procedura la terapia antiaggregante con aspirina.

Cordili Saluti
disponibile per ulteriori chiarimenti
Dott. Alessandro Iadanza
SIENA