Utente 196XXX
Salve, scrivo per avere un consulto per mia madre, 50 anni, che è un soggetto allergico a parietarie, graminacee e polvere. Nel gennaio 2009 è stata sottoposta ad un intervento ginecologico per una endometriosi che le ha provocato forti emorragie e di conseguenza un livello di emoglobina bassissimo. Per cui è stata sotto posta a flebo di ferro. Dopo un mese e mezzo dall'operazione mia madre ha cominciato a soffrire di forti coliche addominali ( con ricovero in pronto soccorso) curate sempre con endovena di analgesici e di forte prurito alla testa con formazione di foruncoli e crosticine. da 2 anni continua ad avere questi problemi in maniera discontinua.E' stata visitata da numerosi dermatologi e allergologi. Hanno dato tutti parere diverso. Ha fatto il test per l'allergia al nichel con esito negativo e le il mese scorso le prove allergiche alle sostanze chimiche con esito negativo. Ma da 2 mesi ci sono stati nuovi episodi durante la tinta colorante ai capelli, ha accusato forti dolori addominali, nausea, vomito e prurito alla testa.Proprio ieri il terzo episodio ( sempre dopo la tinta) con rash cutaneo al viso e collo e dolori addominali( curati con cortisone e spasmodil). Ha fatto anche le analisi del sangue per la celiachia a reggio calabria e i risultati li avremo a fine mese. Che esami potrebbe fare per capire l'origine del problema? Nessun medico finora a capito cosa abbia.Vi ringranzio caldamente per la disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Forse bisognerebbe capire cosa succede a livello addominale e non a livello cutaneo. Un ecografia e forse gastroscopia mi sembrano più indicate per capire da dove vengono i dolori.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 196XXX

Iscritto dal 2011
Dottore, più di una volta ha fatto l'ecografia addominale con esito negativo, la gastroscopia mai. Da un mese di è sottoposta al controllo per endometriosi che risulta aver formato una piccola massa all'esterno dell'utero che si è legato con un ovaio. Il suo ginecolgo ha detto che al momento non è da operare visto le piccole dimensioni della massa.
Le faccio una domanda, secondo Lei potrebbe trattarsi di un caso di porfiria cutanea scatenata dalle flebo di ferro fatte 2 anni fa?

Grazie mille.
[#3] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Non mi sembra collegabile alla porfiria ma forse quest'alterazione ginecologica possa spiegare i disturbi.
Cordiali saluti