Utente 139XXX
Salve,

più di un anno fa mi reco dal medico di base per un taglietto sul lato destro del solco balano-prepuziale, il quale mi dice non essere nulla di preoccupante e mi prescrive solo una crema (euvitol). A parte qualche sporadico bruciore, non avevo problemi e quindi per mesi non ci ho badato molto. A fine gennaio 2011 avverto bruciori ad orinare e mi sembrava che quella escoriazione si stesse formando anche sul lato sinistro. In aggiunta a questo, già da un mese avvertivo fitte sotto alle ascelle, a causa delle quale mi sono recato dal medico di base che mi ha prescritto un antibiotico (sua diagnosi: idrosadenite).
A partire da febbraio 2011 avverto fitte anche nella zona inguinale.

Mi reco dalla prima visita urologica a metà febbraio:
il medico inizialmente non lo aveva neanche visto. Avendoglielo fatto notare, dice che non sa cosa possa essere, ma che sembra un angioma. Mi prescrive: esame urine, urinocoltura, tampone uretrale. Per le ascelle e l'inguine il medico dice che non si sente nulla e che comunque non c'entrerebbe con il problema per cui sono andato da lui.

Mi reco dal medico di base per farmi prescrivere gli esami, gli dico nuovamente che le fitte sotto braccio non sono passate e che le ho anche nella zona inguinale. Mi sente sotto braccio e dice che ci sono un po' di "linfoghiandole".
Mi prescrive una visita dermatologica per l'angioma/escoriazione.

Visita dermatologica
Il medico dice che il meato uretrale non è di compentenza sua, il referto comunque dice: non evidenza di lesioni ulcerative del meato uretrale ma accentuazione del disegno vascolare. Richiesti esami ematici ed eco.

Ecco i referti di alcuni esami (quelli ematici non li ho ancora fatti):
Esame urine ok e carica batterica inferiore alla soglia minima per l'esecuzione dell'esame colturale.
Tampone uretrale: coltura negativa
Ric. gonococco: coltura negativa
Ric. micoplasma ed ureaplasma: negativa
Ricerca clamidia: REAZIONE BORDERLINE

Ancora non ho sottoposto gli esami al medico (attendo anche quelli del sangue), ma cosa significa bordeline? Potrei avere la clamidia? Che sintomi causa?

Per quanto riguarda l'esame ecografico, pensavo si trattasse di qualcosa di più specifico, invece il macchinario utilizzato è il medesimo di qualsiasi ecografia. L'operatore mi ha detto che macroscopicamente da questo esame non ha visto nulla di anomalo al pene (la sonda mi è semplicemente stata appoggiata sopra al glande; toglietemi una curiosità: viene pulita/disinfettata prima di ogni uso, vero?).

Grazie, cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Abbia fiducia nell'operato dei medici: le consiglio di non azzardare autodiagnosi ma di fidarsi di quanto comunicatole fin d'ora.

Se il sintomo persiste utile la nuova validazione venereologica.

Saluti