Utente 172XXX
Salve, sono una ragazza di 24 anni. Il 17 agosto scorso ho sentito fastidio al coccige. Nel giro di qualche giorno sono dovuta andare dal chirurgo per l'incisionee e successive medicazioni per una ciste pilonidale andata in ascesso.
Dopo 8 medicazioni sono stata operata il 28 di ottobre con ferita chiusa. Tolti i punti a novembre il tutto sembrava risolto invece a natale mi è tornato il male. Con antibiotico azitrocin il problema si è risolro. Una settimana fa di nuovo gonfiore e dolore. Consultando il medico di base dice di farlo spurgare e con l'uso di antibiotico più gentalyn crema o Pomata ittiolo si è riassorbita ma non completamente. Quali altri meotdi si possono utilizzare per risolvere il problema oltre un altro intervento?
un mio parente stato curatoc on delle iniezioni di gentalyn beta soluzione iniettabile... per cortesia chiedo aiuto ormai sono sei mesi che vivo con quest'angoscia.
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
considerata la natura amartomatosa della cisti pilonidale , e visto la casistica, la ipotesi di un reintervento è tutt'altro che remota. Ma non è detto.
Nel frattempo medicazioni e cure antibiotiche, non c'è molto altro.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la celere risposta.
tutti i dottori di base o anche il chirurgo che mi ha operato mi han detto che non è assolutamente un problema legato all'ereditarietà. Lei mi rincuora perchè io ne ero convinta vendo in famiglia ben 4 casi. Purtroppo considerate le medicazioni che ho fatto prima dell'intervento sono moto restia a farmi rioperare in quanto erano molto dolorose. Il chirurgo sostiene che avendomi operato con tecnica chiusa l'eventuale prossimo intervento dovrà essre fatto aperto il che mi spaventa e mi allontana dall'idea.
ho un altroo dubbio: mi hanno detto che dall'esito dell'analisi di ciò che mi hanno asportato la parte era costituita da peli. La crescita dei peli se non erro è data anche da un fattore ormonale. Non può incidere sulla formazione di queste cisti l'uso di un contraccettivo come il cerotto???
La ringrazio ancora per la sua disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Come le dicevo è un amartoma, cioè in parole povere un errore durante la formazione intrauterina con invaginazione di tessuto e formazioni che in quella sede non ci sarebbero dovute essere.
Il fattore ormonale non c'entra nel determinismo.
cordialità