Utente 200XXX
porgo un cordiale saluto agli illustrissimi dottori.
il problema riguarda una domanda che mi è stata posta da un soggetto di giovane età, in merito ad un suo dubbio riguardante la sfera sessuale, al quale purtroppo, non mi sono sentito di dare certa risposta per via di ovvie carenze tecniche nel settore.
nello specifico, il quesito riguardava la possibile formazione di spermatozoi nel liquido preseminale (spero sia il termine corretto) maschile.
sapendo di rivolgermi a seri ed esperti professionisti, non esito a fornire una chiara esposizione dei fatti.
il soggetto in questione (estremamente imbarazzato per la domanda), mi ha esposto di essersi trovato ad intraprendere un rapporto sessuale con la propria fidanzata, ma al momento della penetrazione, quest'ultima ha affermato di avere dei dubbi sull'efficacia della pillola da lei assunta e di preferire l'utilizzo del preservativo.
ora, tenuto conto di ciò, il soggetto in questione ha verificato che nel breve lasso di tempo (alcuni secondi, massimo un minuto)di penetrazione non si fosse verificata la fuoriuscita di liquido preseminale.
controllandosi, ha notato una situazione normale, ma durante questa verifica si è effettivamente verificata la fuoriuscita di liquido in piccola quantità.
ora, mi è stato assicurato che tale piccola quantità di liquido è fuoriuscita mentre non era in corso alcuna penetrazione, ma la domanda che mi è stata posta è:
_è possibile che sia avvenuta un'altra fuoriuscita di liquido all'interno della vagina della partner senza che se ne accorgesse? ed è possibile che (ipotizzando l'assenza della pillola) questa sia stata sufficiente a ingravidare la ragazza?
la mia risposta è stata che il liquido preseminale contiene spermatozoi in piccole quantità nel momento precedente all'eiaculazione e che probabilità più rischiose potrebbero verificarsi in soggetti tendenti ad una eiaculazione eccessivamente rapida.
gli ho suggerito di riflettere su quanto avvenuto, ricevendo come risposta il fatto che nel momento in cui è stata interrotta la penetrazione, il pene non presentava apparenti tracce di liquido, che l'orgasmo non era "prossimo" in quanto il soggetto non soffre di eiaculazione precoce e che l'unica fuoriuscita riconosciuta si è verificata controllando scrupolosamente il pene mentre era all'esterno della vagina (e premendone la base).
purtroppo non sono in possesso di ulteriori informazioni per aiutare il soggetto, quindi a costo di sembrare ridicolmente inesperto, ho ritenuto giusto rivolgere questo quesito a chi, effettivamente, è più istruito di me nel settore.
ringraziando anticipatamente per la gentilissima attenzione, porgo distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,


dalla sua descrizione una fecondazione e successiva gravidanza appare assolutamente improbabile o impossibile. sarebbe un miracolo che potesse avvenire una gravidanza con tali modalità sessuali
cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore ,

oltre alle informazioni già ricevute dal collega Pozza, pensare per il futuro prossimo venturo ad un metodo contraccettivo sicuro?

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Utente 200XXX

Iscritto dal 2011
sentiti ringraziamenti all'egregio Dott. Pozza per la cortese risposta. é stato davvero chiaro, conciso e cortese e la ringrazio infinitamente anche a nome del giovane da me tutelato per la cortese disponibilità.
nei riguardi del Dottor. Beretta, porgo ringraziamenti per il consiglio, anche se (senza offesa) non posso fare a meno di notarne la scarsa praticità.
come ho scritto nella richiesta, la mia domanda riguardava la possibilità della formazione di spermatozoi nel liquido preseminale, in quanto, essendomi stata rivolta tale domanda da un soggetto di giovane età e non essendo personalmente un esperto del settore, desideravo aiutarlo al meglio fornendogli informazioni di eccelsa qualità come sono sicuro Voi siete in grado di fare.
in effetti così è stato, ma il fatto che abbia posto una richiesta che ai vostri esperti occhi possa risultare bizzarra, non nega che dietro di essa si celi un comunque serio intento di fornire aiuto ad un giovane preoccupato.
qualora il Dottor Beretta volesse riferirsi ad una scelta di metodi contraccettivi diversi da pillole e profilattici, da lui ritenuti più validi, gli sarei sinceramente grato se volesse fornirmene un elenco, ma se la sua risposta, piuttosto che un gentile consiglio, avesse l'intento di fare ciò che in gergo si potrebbe definire una "predica", lo invito a ricordare che la mia richiesta è stata rivolta in forma di domanda, non vincolante, nonchè forte di una sincera umiltà, ammissione di scarsa competenza nel settore e cortesia nei riguardi degli illustri Dottori.
personalmente se mi rivolgo ad un medico mi aspetto risposte a dubbi e problemi in cui non sono io ad essere competente, così come se qualcuno (data la mia professione) si rivolge a me per consulenze legali, mi preoccupo di trovare una soluzione al suo problema senza interferire con pareri personali.
personalmente sarei stato perfettamente in grado anche da solo di dire al giovane soggetto: "fai più attenzione", ma questo non avrebbe fugato i suoi dubbi e non avrebbe arricchito la mia cultura nel settore, inoltre avrebbe reso superflua qualsiasi mia richiesta.
mi rendo conto che una domanda simile possa essere risultata sciocca se non irritante agli occhi di un esperto quale l'egregio Dottor. Beretta, ma lo invito cortesemente a ricordare che per quanto lui possieda saggezza e competenza in questo settore, potrebbe benissimo trovarsi a necessitare di consulti in ambiti che gli sono meno congeniali e che per essi (parere personale) gradirebbe ricevere risposte concrete e formative.
credo infatti che l'esistenza di questa "sezione richieste" del sito serva appunto a mettere in contatto rapido soggetti poco esperti di un settore della medicina, con esperti che vogliono essere così cortesi, gentili e disponibili da fornire il loro consulto.
personalmente non finirò mai di ringraziare soggetti come gli egregi Dottor. Pozza e Dottor. Beretta, che senza scopo di lucro alcuno mettono la loro saggezza al servizio di chi si trova a necessitarne, ma anche in tale sede continuo ad aspettarmi competenza, serietà e professionalità, esattamente come le ricevo dal mio medico curante in caso di necessità.
detto ciò mi scuso se con la mia ignoranza ho arrecato offesa a qualcuno, e preciso che la presente risposta ha come unico scopo quello di esprimere un parere personale e non desidera arrecare offesa alcuna, così come (a mio avviso ovviamente) non intende iniziare una polemica infantile, ma continuo a sostenere che non tutti siamo esperti in ogni argomento.
rinnovando i più sentiti ringraziamenti agli Egregi Dottori Pozza e Beretta per la loro cortesia nel rispondere alla mia domanda e avermi dedicato il loro prezioso tempo, porgo distinti saluti.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

era per me chiaro che il mio consiglio molto "sintetico" era anche un pò ironico e diretto in prima persona a lei e le indicava semplicemente, se ne era capace (e molte cose da lei dette lo farebbero pensare), di tranquillizzare il giovane uomo che a lei si era rivolto.

Se la ragazza prende già la pillola non si cercano altre soluzioni contraccettive più sicure e quindi bisogna stare tranquilli (anche senza preservativo).

Comunque se il ragazzo mostrasse ancora dubbi bisognerà allora consultare in diretta un andrologo ed eventualmente per la ragazza "paurosa" bisognerà ripetere una consulenza con un bravo ginecologo.

Ora sono stato più chiaro!

Comunque mi dispiace se nella mia precedente e rapida risposta non sono state comprese le finalità ultime del mio dire.

Sempre un cordiale saluto.