Utente 201XXX
Buon giorno
Vorrei chiedere un parere di qualche medico in merito ad un mio problema.
1 settimana fà, mi sveglio con le palpebre esageratamente gonfie (aprivo a stento gli occhi), pensavo fosse un orzaiolo e non mi son preoccupato molto.
Il problema invece è stato nel pomeriggio, si è gonfiata anche la zona delle occhiaie, e la parte sotto le sopraciglie.

Andando al pronto soccorso mi è stato detto che era un allergia o intolleranza alimentare, mi è stata fatta un iniezione di cortisone e prescritto ulteriore cortisone via capsule per qualche giorno, e l'antistaminico per 10 giorni.

Essendo abitudinario e non avendo mai sofferto di un problema simile, ho pensato all'unico cibo di "extra" mangiato diverso dal solito (delle patate) e quindi l'ho messo in lista nera alimenti.

Qualche giorno dopo, la cura, ecco che si ripresenta in maniera più lieve. Facendo qualche ricerca, scopro che la soia potrebbe portare allergie simili, e che si manifesta dopo mesi (verso agosto son passato dal latte normale, a quello di soia).
Ho quindi messo in lista nera anche il latte di soia.

L'altro ieri, ho avuto uno sfogo su tutta la pelle, son comparsi diversi "brufoli" su tutto il corpo, inoltre (da quando ho avuto la prima reazione) ho un blocco totale intestinale, 2 volte ho avuto dei crampi addominali,

Oggi, a distanza di 2 giorni dall'aver rimosso il latte di soia, mi sveglio con un leggero prurito alle palpebre, e ora mi ritrovo ancora con le palpebre gonfie e piano piano si stanno gonfiando anche la parte delle occhiaie e quella sotto il sopraciglio.
Lamento inoltre ancora, del blocco intestinale, a distanza di 3 giorni non ho il minimo stimolo.
Sto inoltre assumendo dei regolatori intestinali, ma anche dopo 1 settimana e mezza non è cambiato assolutamente niente.

Adesso però non saprei più a cosa pensare, mangio gli stessi identici cibi da anni, e le uniche allergie certificate da test fatti in età d'infanzia sono alla polvere, polline/graminacee e pelo di animali (leggermente).

Inizio a pensare di non essere allergico a niente, ma che in realtà il tutto sia dovuto a qualche problema legato all'intestino (magari causato da un allergia temporanea).

Cosa dovrei fare?
Ringrazio in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Sono perfettamente d'accordo, anche a me non sembrano sintomi da allergia alimentare. Potrebbero essere reazioni aspecifiche come p.es. angioedema/orticaria.
Per essere sicuro dovrebbe comunque fare una visita allergologica con test.
Cordiali saluti