Utente 203XXX
dopo vari problemi di ordine andrologico, una visita chirurgica ha rilevato la presenza di un voluminoso prolasso a livello anale con emorroidi di secondo grado. il chirurgo mi ha conisgliato trattamento chirurgico. ma questo a livello andrologico che comporta?io ho già nei mesi scorsi avuto problemi di prostatite (infezione e infiammazione) ed ora avverto un certo dolore a livello testicolare, che aumenta in caso di pochi rapporti sessuali l'ecodoppler dei vasi spermatici non ha sottolineato nulla però. il mio andrologo mi ha detto che è orchialgia..potrebbe dipendere dallo sforzo nel defecare?inoltre: tutti questi piccoli problemini possono comportare riduzione del volume del liquido seminale e aumento della viscosità?io noto, oltre alla viscosità, anche il fatto che se aumentano i rapporti nell'arco di un giorno, al terzo ma già al secondo rapporto, il volume del liquido si riduce palesemente.
Cosa mi consigliate?
cordiali saluti e auguri a tutti.
n.b. lo spermiograma di un mese fa sottolineò solo una lieve astenozoospermia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
La riduzione del volume del liquido eiaculato è fisiologica in rapporti consecutivi. L'intervento alle emorroidi non comporta alterazioni andro-urologiche, ma mi sembra un pò strano che a soli 27 anni non vi siano alternative di tipo "conservativo" al trattamento chirurgico del Suo problema emorroidario. Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 203XXX

Iscritto dal 2011
in realtà sulla questione ho due pareri radicalmente differenti: uno specialista a favore del trattamnento e un altro no. sta di fatto che io avverto problemi...nel senso che non riesco a controllare a volte il movimento dello sfintere anale..anche quando comincio ad eccitarmi..è come se nella zona anale (non perineale) pulsasse qualcosa..ma quando lo chiedo al mio andrologo non mi da' mai una risposta precisa.
[#3] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
E' possibile che Lei avverta delle contrazioni del muscolo elevatore dell'ano. Certamente non sono le emorroidi a contrarsi. Lo stimolo irritativo che comporta tali contrazioni non è detto sia facile da trovare, ma al Suo posto terrei sotto controllo l'aspetto infiammazione prostatica che ha sinteticamente riferito. Cordiali saluti.