Utente 205XXX
Buongiorno a tutto lo staff di Medicitalia, ho una domanda. Non ero sicura se inserirla in medicina del lavoro, o in neurologia, e riguarda mio marito.

Mi spinge a chiedere un consulto aver notato che quando rincasa la sera, la mattina uscendo, o anche in altri momenti con me, anche se ci fermiamo con l'automobile (una diesel) non la spegne mai subito. La sera rientrando da lavoro per esempio lo vedo stare nella macchina ferma, accesa, magari a riordinare un poco, a sfogliare il quotidiano, guardare nel portaoggetti, o solo chiamarmi per dire che è arrivato.. lo stesso la mattina, o se per dire arriviamo al supermercato ci mette un sacco a decidersi a spegnere e scendere, mi chiede se abbiamo la lista, se abbiamo i sacchetti, cosa prepareremo la sera... e la macchina sta accesa, con tutto il suo rumoroso trottare tipico del motore diesel...

Lui lavora a contatto con macchinari che producono molto rumore, vibrazioni, e frequenze (Hz) strane, sempre assorbite dal corpo, chissà quanto alte e chissà quanto basse, tutti i giorni, è programmatore ed operatore di torni e frese a CNC. Per lavoro guida anche un furgone (sempre diesel mannaggia) nel cui abitacolo sembra di stare.. non so.. in un vibromassaggio, e ti scoppiano le orecchie dalle frequenze rimandate dal motore, specie da fermo, o a velocità costante, che è poi quel che gli vedo ricercare con l'auto, cioè non spegnerla per interminabili minuti anche una volta arrivato.

Quando siamo per dire in vacanza i primi giorni è nervoso.... se troviamo un bar con musica a volume molto alto, o prendiamo un vecchio autobus tutto traballante però diventa calmo e "appagato" come un bambino....

La mia domanda si riferisce all'aver letto anni fa su qualche rivista (ignara di poterci un giorno mai avere a che fare) di una sorta di "dipendenza" da vibrazioni e certe frequenze, dipendenza che aggancerebbe per dire chi usa martelli pneumatici, ruspe, o fa comunque lavori del genere...

Non so... complessivamente è in ottima salute.. corre, è donatore Avis, ma non mi sembra affatto sana, per la testa prima di tutto, questa compulsione a stare 10 minuti fermo con la macchina accesa senza motivo. Non è inverno o estate che quindi si può pensare lo faccia per il riscaldamento o l'aria condizionata.. lo fa e basta.. sembra lì a doversi dosare di vibrazioni per stare bene........

Peraltro da quando me ne sono accorta in lui, ho cominciato a fare caso a sempre più persone ferme a fare niente con la macchina accesa...quasi sempre diesel o comunque "grossa".. non voglio scadere nel complottismo, ma sarà mica che attraverso ste automobili ormai onnipresenti ci infilano nel corpo qualche frequenza per tenerci docili e buoni???!

Grazie a qualsiasi risposta potrò ricevere... e chiedo scusa per avere scritto così tanto, ma i suoi comportamenti mi preoccupano molto..
[#1] dopo  
Dr. Gabriele Tonelli
24% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gentile utente la scelta di un oggetto da acquistare si basa ovviamente su motivazioni psicologiche generalmente non consapevoli; in ciò ci può anche stare il gusto di tenere il motore acceso come attuazione della propria "potenza" già affermata nella scelta di un'auto appariscente. Per suo marito probabilmente si tratta solo di disattenzione, magari legata al lavoro che lo lascia a contatto con vibrazioni per buona parte della giornata.
Cordiali saluti