Utente 491XXX
Gentilissimi
La presenza di infezioni croniche (as es. a carico dell'apparato uro-genitale) può portare problemi a carico dell'apparato cardio--circolatorio?
Buon lavoro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Iadanza
24% attività
0% attualità
0% socialità
SIENA (SI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
In una persona non immunodepressa non crea problemi. Chiaramente una persona defedata o immunocompromessa per patologie o farmaci il rischio di endocardite, miocardite o pericardite aumenta.
Un ecocardiogramma può escludere con sicurezza condizioni di infezioni dell'apparato cardiaco associato allo stato clinico (febbre)ed esami ematici.
Codiali saluti.
dr Iadanza
[#2] dopo  
Utente 491XXX

Iscritto dal 2007
Io intendevo se il fstto che uno si trascini a lungo un'infezione di un'altro apparato, possa ripercuotersi su quello cardio-circolatorio nonché cardiorespiratorio come risultato di un affaticamento generale dell'organismo
[#3] dopo  
Dr. Alessandro Iadanza
24% attività
0% attualità
0% socialità
SIENA (SI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2002
cARA Utente, come ripeto l'infezione cronica può provocare gravi problemi all'apparato cardiovascolare sono in pazienti defedati dal punto di vista immunitario. Chiaramente nei pazienti anziani una infezione cronica di un'altro apparato si può ripercuotere determinando in alcuni casi uno stato di scompenso cardiaco, ma devono pre-esistere condizioni patologiche dell'apparato cardiaco ( cardiopatia dilatativa, esiti di infarto, arimtie, etc). Una qualsiasi infezione dell'organismo può in ogni caso determinare uno stato di stress che si può manifestare con un affaticamento della persona. In ogni caso l'organismo reagisce con il sistema immunitario a qualsiasi infezione acuta e cronica.
Saluti
Dr. IAdanza