Utente 356XXX
gentili dottori, vi chiedo un parere su una situazione che mi assilla da qualche tempo. premetto che ho 29 anni,181cm x 77 kg, mangio parecchio e di tutto, occasionalmente qualche bicchiere di troppo, fumo 7-8 sigarette/die.
alla fine dell'anno scorso, un anno difficile su molti fronti, ho avuto qualche attacco d'ansia ma la cosa si è risolta in un mesetto, anche con l'aiuto di biancospino, valeriana e simili.
tre settimane fa, in un periodo che invece avrei definito ottimo, mi è venuto in ufficio un attacco dello stesso tipo e la cosa si è ripetuta quasi ogni giorno e spesso di notte: tachicardia, cardiopalmo perenne, fiato corto, male al petto e al braccio sx, una paura bestiale (anche xchè vivo da solo in un paesino sperduto). ho resistito qualche giorno poi dopo visita medica ho preso 0,25 mg di Xanax 3 volte al gg e ho fatto qualche esame. col farmaco non ho + avuto attacchi ma ho sempre il battito accelerato e un dolore toracico lieve ma persistente. la sensazione è comunque orrenda e compromette vita lavorativa e sociale.
esami generici (ferro, glicemia, ecc.) e tiroide perfetti. ho fatto un ecocardio da cui è risultato: tachicardia sinusale, nel ventricolo sx lieve ipocinesi settale distale - inferiore medio basale e incremento spessori parietali (11,5 mm), tutto il resto normale. pressione 130/90.
il cardiologo mi ha un po' allarmato su un inizio di ipertensione anche se io non ho mai sofferto di p.a. alta e non ho familiarità. mi ha prescritto altri esami (VES, PCR, troponina) e mi ha chiesto di mettere un holter pressorio, dopo le verifiche l'idea è di darmi del Cardicor, oltre ad avermi vietato nel modo + assoluto cibi pesanti, vino e caffè per almeno tre mesi.
il problema è che io avevo fatto questa visita per maggior tranquillità e invece l'esito mi ha agitato ancora di più! sicuramente sono un ipocondriaco, ma finchè non saprò qualcosa di più preciso sarò sempre in allerta, con tutto quel che ne consegue. il fastidio che ho di continuo a volte al braccio, a volte alla schiena, a volte al torace può essere di origine solo ansiosa?? sono molto preoccupato perchè non riesco ad essere quello di sempre, tutti notano che c'è qualcosa che non va.
grazie in anticipo e scusate la logorrea ma volevo essere più preciso possibile!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
purtroppo gli stati ansiosi, determinando un incremento adrenergico, possono esser causa di lievi incrementi pressori, che se costanti vanno ovviamente trattati. Il suo compito principale è di conseguenza quella di regolare al più presto la sua alimentaxzione, smettere di fumare ed iniziare una attività motoria quanto più costante possibile.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 356XXX

Iscritto dal 2007
d'accordissimo sul darmi una regolata sullo "stile di vita", a parte questo ritenete comunque, anche dai risultati dell'eco, che sia una cosa per la quale non devo allarmarmi? e secondo voi è necessaria, ansia esclusa, la terapia farmacologica? grazie
[#3] dopo  
Utente 356XXX

Iscritto dal 2007
d'accordissimo sul darmi una regolata sullo "stile di vita", a parte questo ritenete comunque, anche dai risultati dell'eco, che sia una cosa per la quale non devo allarmarmi? e secondo voi è necessaria, ansia esclusa, la terapia farmacologica? grazie
aggiungo che mi sono arrivati gli esami di VES, PCR e RATest, tutti nella norma.
[#4] dopo  
Utente 356XXX

Iscritto dal 2007
d'accordissimo sul darmi una regolata sullo "stile di vita", a parte questo ritenete comunque, anche dai risultati dell'eco, che sia una cosa per la quale non devo allarmarmi? e secondo voi è necessaria, ansia esclusa, la terapia farmacologica? grazie
aggiungo che mi sono arrivati gli esami di VES, PCR e RATest, tutti nella norma.
[#5] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

un medico di persona potrà fare una diagnosi accurata.
Tenga presente che il trattamento migliore per i disturbi d'ansia consiste nella terapia farmacologica associata alla psicoterapia, meglio se di tipo cognitivo-comportamentale.

Saluti,