Utente 215XXX
Salve , dunque dopo anni di consulti , e dopo aver letto opinioni divergenti riguardo il mio problema , chiedo aiuto su questo sito.
Ho 30 anni , una ragazza fissa , circa 2 rapporti la settimana ,alle volte anche piu'.
Il mio problema : ho sempre sofferto di eiaculazione precoce che pensavo derivasse dalla pelle del pene che me lo teneva coperto e mi dava sensibilita' una volta scoperto.
due anni fa sono stato operato e mi sono fatto asportare il frenulo. decorso post operazione perfetto , ma a tutt'ora nella parte sotto del pene , e sul glande sono ipersensibile. Se non faccio uso di creme anestetiche non riesco a penetrare perche' provo "troppo piacere" e eiaculo in brevissimo tempo.
Con la crema "emla" il tempo si allunga ma non eccessivamente.
Dopo l'operazione credevo di risolvere il problema tenendo il pene scoperto ,ma ho risolto solo parzialmente.
Oltre a una visita andrologica nella quale mi e' stato prescritto del PRIligy , non ho avuto altri consigli utili.
Come devo fare per avere una vita sessuale normale ? senza tutta questa sensibilita'?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
le consiglio una visita da psicologo-sessuologo .Le consiglio inoltre di farsi accompagnare dalla sua partner.
Questo se soprattutto il problema,si è avuto da anni e con partner diverse.
Le pomate anestetiche non sono la soluzione. anzi penso che accentuino il problema, specie se, come penso, il problema sia " quello di non riuscire a fermarsi in tempo",proprio perchè non riesce a riconoscere le sensazioni che si provano in fase preeiaculatoria,sensazioni che permettono di fermarsi in tempo.
Per tale motivo tutto ciò che diminuisce la sensibilità(condom,pom anestetiche) sono controindicate.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Gentile lettore,

la terapia della eiaculazione ritengo utile attraverso terapia multidisciplinare.

Ciò significa che bisogna anche avvalersi di terapie farmacologiche e comportamentali, cioè per esempio la "stop and go".

solo attraverso un approccio cosi integrato può migliorare la qualità del rapporto.

cordialità
[#3] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Ringrazio per le risposte .
e' possibile aumentare la "durezza "della pelle tramite esposizione ai raggi solari controllati ? prendo d'esempio l'epidermide di chi e' sempre esposto al sole , e' molto piu "forte" di quella che non prende mai sole , ed e' anche meno sensibile !
Oppure fare una autoterapia , con strofinamento di stoffa sulla parte piu' sensibile in modo che col tempo si abitui e non senta piiu' tale stimolo !
La parte interessata ripeto e' solo quella sotto il pene , dove c'e'ra il frenulo , in alcuni punti , dove hanno tagliato e cucito , ora dopo due anni e' ancora bianca e sensbilissima !
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Maria Colpi
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
...lo escludo

cordialità