Utente 412XXX
Sono stato recentemente operato di ernia inguinale, sotto anestesia totale. Questa non mi ha provocato alcun problema, soltanto un notevole ritardo ad urinare spontaneamente dopo molte ore. Dovendomi sottoporre ad un altro intervento e avendo timore dell'eventuale cateterizzazione, vorrei cortesemente sapere se tale inconveniente si può prevenire o evitare del tutto.
Grazie e cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Dario Galante
24% attività
4% attualità
16% socialità
FOGGIA (FG)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,
qualsiasi intervento in anestesia generale o epidurale/spinale può provocare un certo grado di ritenzione urinaria. Oggi siamo in grado di utilizzare farmaci anestetici ad emivita molto breve che possono ridurre questo spiacevole inconveniente.
Le consiglio di confidare questi suoi timore al collega che le praticherà l'anestesia in modo da poter scegliere tecnica e farmaci da utilizzare. Tenga presente che, alla sua età, vi è sempre un certo grado di ipertrofia prostatica che rappresente sicuramente un fattore predisponente.
La saluto cordialmente e resto a Sua disposizione per ulteriori chiarimenti.

Dr. Dario Galante
[#2] dopo  
Dr. Alessandro Roscetti
24% attività
0% attualità
0% socialità
RIETI (RI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
Carissimo Signore,
tutto quanto descritto dal Collega Dario Galante è estremamente valido ed eloquente.
Guardando al luogo della sua residenza mi viene spontaneo considerare che, se il "problema" è l'anestesia e non l'atto chirurgico, il Collega si trova a due passi, Foggia Bari è una passeggiata... .

In Fede

Alessandro Roscetti
[#3] dopo  
Dr.ssa Maria Vittoria Falciai
16% attività
0% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2001
Caro Signore sono d'accordo con quanto già detto dai miei Colleghi,ma se mi fa sapere a quale tipo di intervento deve essere sottoposto forse riesco a spiegarle qualcosa in più.
La saluto cordialmente Maria Vittoria Falciai
[#4] dopo  
Utente 412XXX

Iscritto dal 2004
Ringrazio i Sigg. Medici che hanno gentilmente risposto, e preciso alla D.ssa Falciai che l'intervento è di ernia inguinale (il secondo, dal lato opposto).
Grazie e cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Alessandro Roscetti
24% attività
0% attualità
0% socialità
RIETI (RI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
Carissimo Signore,
se effettuata in anestesia "locale", per "piani", non dovrebbe essere causa dei disturbi precedentemente accusati.
Una anestesia locoregionale, peridule e subaracnoidea, presenta come caratteristica una "buona" incidenza di difficoltà minzionale post intervento.
Una anestesia generale, per il disturbo in questione, non dovrebbe essere influente.


A Disposizione

In Fede

Alessandro Roscetti
[#6] dopo  
Dr.ssa Maria Vittoria Falciai
16% attività
0% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2001
Gentile signore, il Collega Roscetti le ha anticipato la mia risposta .....(intervento in anestesia locale "per piani")e quindi non posso fare altro che confermarle quanto da Lui consigliato.
La saluto cordialmente Maria Vittoria Falciai
[#7] dopo  
Dr. Antonio Rago
20% attività
0% attualità
0% socialità
TREBISACCE (CS)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
sono daccordo pienamente con i colleghi anestesist sulla evebntuale anestesia locoregionale .Vorrei aggiungere che dalla mia esperienza sull'utilzzo della spinale superselettiva col rigoroso rispetto dell'omolateralita' la riduzione del dosaggio anesteticoe un cintrollo dell'infusione ddei liquidi ead una sollecita deambulazione dopo il recupero della motilità hanno portato notevoli vantaggiin relazione alla possibilità di mizione spontanea saluti antonio rago