Utente 215XXX
A seguito trauma sportivo con distrazione 3° grado del muscolo gemello mediale della gamba sinistra è subentrata una TVP delle vene gemellari e mediali curata prima con eparina e poi con Coumadin e gambaletto elastocompressivo di II classe. Dopo soli 3 mesi dall'ecocolordoppler risultano" non segni di TVP pregressa né in atto. Non importante reflusso a carico del sistema venoso profondo. Ostio safeno femorale e safena interna pervi e continenti. Pervietà delle vene gemellari mediali e laterali". Gli unici consigli ricevuti sono: 1) sospendere cura Coumadin 2) mantenere una elastocompressione durante la giornata. Essendo appassionato della montagna vado 2 volte la settimana a fare escursioni di 5 - 8 ore tra i 1000 e 2400 metri senza avvertire alcun dolore alla gamba. Chiedo se questa attività fisica è controindicata ai problemi che ho avuto ed in particolare se è utile per evitare il rischio di formazione di nuovi. trombi. Grazie in anticipo per la risposta
[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

conosce i limiti di una valutazione a distanza, queste domande dovrebbe porle al medico che la curata.

in linea di massima l'attività sportiva, se ripresa con gradualità, presenta dei vantaggi, bisogna considerare che alcuni sport sono consigliati proprio per la sua ex patologia e cioè la piscina il nuoto etc etc.

quello che lei ha descritto è un'attività piuttosto importante protratta nel tempo d in particolare a quote considerevoli (sempre in relazione al passato patologico).

confermo il consiglio del contatto con il suo medico.

cordiali saluti
[#2] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

conosce i limiti di una valutazione a distanza, queste domande dovrebbe porle al medico che la curata.

in linea di massima l'attività sportiva, se ripresa con gradualità, presenta dei vantaggi, bisogna considerare che alcuni sport sono consigliati proprio per la sua ex patologia e cioè la piscina il nuoto etc etc.

quello che lei ha descritto è un'attività piuttosto importante protratta nel tempo d in particolare a quote considerevoli (sempre in relazione al passato patologico).

confermo il consiglio del contatto con il suo medico.

cordiali saluti
[#3] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

conosce i limiti di una valutazione a distanza, queste domande dovrebbe porle al medico che la curata.

in linea di massima l'attività sportiva, se ripresa con gradualità, presenta dei vantaggi, bisogna considerare che alcuni sport sono consigliati proprio per la sua ex patologia e cioè la piscina il nuoto etc etc.

quello che lei ha descritto è un'attività piuttosto importante protratta nel tempo d in particolare a quote considerevoli (sempre in relazione al passato patologico).

confermo il consiglio del contatto con il suo medico.

cordiali saluti