Utente 219XXX
mio padre 74 anni nel 2007 ha subito due interventi: prostatectomia per G2, pT3bN0M0 GPS3+3 e dopo sei mesi emicolectomia dx per adenocarcinoma colico G2,pT3 N1 2/29 M0. Sottoposto per 12 cicli chemioterapia finita a maggio 2008. Da allora controlli tutto ok, non assume terapie specifiche per gli interventi ma solo 1 cp.di Triatec ( che d'estate sospende perchè ipoteso) e Torvast.
All'età di 50 anni scopre dopo eco di avere reni policistici ( ereditarietà da madre che li ha scoperti a 80 anni e sottoposta a dialisi ma con scarso esito) ma valori di creatinina negli anni sempre nella norma.
A maggio 2011 Tac con mdc rileva che le minuscole cisti corticali bilateralmente sono invariate e al terzo medio polo superiore del rene dx una delle formazioni cistiche presenta alcuni setti e contenuto lievemente denso delle dimensioni di circa 10 mm quella localizzata al versante mediale.
Al controllo oncologa riferisce di fare eco addominale per nuovo controllo dicembre 2011.
La Tac segnalava invariate anche multiple piccole formazioni cistiche ( quella più grande di 20mm). Però la scorsa settimana mio padre ha avuto dolori fianco dx con ematuria e successiva minzione di urina con sabbiolina e sangue. Esami urine e urinocultura hanno dato esito negativo.

Volevo sapere se poteva essere una colica renale e se poteva essere un campanello d'allarme per un cambiamento della situazione renale di mio padre. in che modo possiamo procedere per un'eventuale indagine: sarebbe meglio anticipare eco adesso e non tra 4 mesi oppure consultare un nefrologo.

Grazie e arrivederci.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

senza particolari furie, in questi casi è sempre bene ripetere un'ecografia delle logge renali.

Un cordiale saluto.