Utente 167XXX
Salve, un mese fa ho donato il sangue ed oggi ho ricevuto il referto, sceondo il quale sono positivo ai marcatori per la LUE, precisamente:

RPR DON positivo
R.P.R. positivo
TPHA pos 1/320

Il mio medico mi ha preso in giro quando gli ho detto che è impossibile che l'abbia contratta sessualmente, perchè da un anno ho rapporti fissi solo con la mia ragazza, che ha donato il sangue con me ed è risultata negativa.

Le domande:
Potrei averla presa prima?
Potrei avrela presa in un altro modo?
Passi il mio medico, ma in forma anonima su internet non mentirei su una cosa del genere.

Ma la cosa che mi cruccia di piu': io ho fatto il test per l'ammissione a medicina lunedì e credo anche di averlo finalmente passato...sul bando di accesso alla mia facoltà c'è scritto chiaramente che prima di essere ammessi, coloro che si sono qualificati, verranno sottoposti ad una vistità che accerti l'idoneità psico-fisica, visita che prevede esami del sangue, urine, mantoux....
Secondo voi questa malattia potrebbe rappresentare un problema inq uesto senso e costarmi l'ingresso a medicina?
Vi prego, ditemi qualcosa, sono disperato alla sola idea che una cosa del genere possa costarmi tanto!

Chiaramente sono già stato dal medico ed ho rpenotato ulteriori esami, per verificare l'esattezza del referto della donazione.

Vi ringrazio per l'attenzione.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
direi che sia inutile pensare in che modo lei abbia contratto la sifilide ma è a mio avviso fondamentale effettuare una nuova titolazione un esame più approfondito (FTA ABS) e delle immunoglobuline, per iniziare da subito la terapia.

Si faccia immediatamente seguire da un dermatologo venereologo

saluti
[#2] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Salve e grazie per la celere risposta.
Devo dire che sbirciando gli altri post inerenti ho iniziato a preoccuparmi un po' di più..
Domani avrò l'esito del nuovo test ed ho un appuntamento con uno specialista venereologo..
vorrei solo chiederle un'altra informazione:
Non avendo avuto alcun sintomo..davvero NESSUNO, ignoro completamente da quanto tempo io possa aver contratto la malattia...e se dovessi essere già ad una fase terziaria, sarebbe ancora facilmente
curabile?
La ringrazio ancora e buon lavoro.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
no la fase terziaria non è facilmente curabile; pertanto cerchiamo anzitutto di curarci e di fare una corretta diagnosi se occorre anche più approfondita (anticorpi ematici, liquor) ma tutto deve essere seguito dal dermovenereologo

saluti
[#4] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio ancora,
domani ne saprò di piu'..continuo a sperare in un errore del centro donazioni...!
La mia ragazza ha donato con me e non ce l'ha...non consoco esattamente la statistica di contagio..
Ma questo, unito al fatto che nn ho sintomi mi lascia ben sperare..
Ho poi controllato ed in una donazione nel 2008 risultavo negativo..
Spero vivamente che non ci sia nulla o che cmq sia ancora ad uno stadio facilmente curabile.
Grazie davvero.
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
prego e saluti
[#6] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Salve, ancora una cosa...
Riporto il testo del bando di ammissione all'università:
"L’AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE AVVIENE PREVIO ACCERTAMENTO, ORGANIZZATO A CURA DELL’ATENEO, DELL’IDONEITA’ PSICOFISICA PER LO SVOLGIMENTO DELLE FUNZIONI SPECIFICHE DEL SINGOLO PROFILO PROFESSIONALE. IN MANCANZA DELL’IDONEITÀ PSICOFISICA, IL CANDIDATO VERRÀ ESTROMESSO DALLA GRADUATORIA."
In un forum ho appreso che nella mia università nello specifico verranno effettuati: esame del sangue + urine, portare tutte le vaccinazioni, ecg, vista, visita col medico del lavoro, test allergici e Mantoux.

Il dermatologo dice che non c'è nulla di cui preoccuparsi perchè avendo fatto diverse cure antibiotiche per le tonsille, la malattia dovrebbe essere debellata.
Rimane il fatto che ai test di laboratorio risulto positivo.
R.P.R. positivo
TPHA pos 1/320

Vorrei sapere se questo potrebbe costarmi l'ammissione all'università, se, secondo voi, questo tipo di esame verrà eseguito e se il valore ottenuto potrebbe far prendere la decisione al medico del lavoro, di estromettermi.

Ho cercato di ripostarla in medicina del lavoro ma non me lo fa fare...
Grazie infinite per il vostro lavoro.
[#7] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Salve, mi scusi ancora.
Ho ritirato le analisi del sangue:

R.P.R. positivo
TPHA pos 1/320

IgG 7.90
IgM 0.10

La prox settimana rivedrò il dermatologo ma nel frattempo, se fosse possibile, vorrei sapere se questi esami si conciliano con la precedente teoria dello specialista che mi ha visitato, ossia che si tratti di una cosa vecchia, involontraiamente curata a forza di Augmentin assunto per le tonsille.

Grazie.
[#8] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
si sembrerebbe questo, ma se lei non ha fatto una idonea terapia per la Sifilide deve immediatamente concertarsi con il DermoVenereologo per impostarla da subito.

saluti
[#9] dopo  
Utente 167XXX

Iscritto dal 2010
Salve dottore e ancora grazie per il suo aiuto.
Ho appena sentito il dermatologo che, devo dire, è stato piuttosto vago.

Ha detto che rimane convinto che la malattia sia guarita autonomamente, visto anche che il numero delle IgG è piuttosto basso, ma che, a scopo precauzionale, se lo desidero, potrei fare una cura di Augmentin, 3 cicli.

Gli ho parlato delle fiale, di cui ho letto su questo sito e dice che gli pare di ricordare che la DIAMOCILLINA (spero di ricordare bene...) non esista piu' e che comunque un qualunque antibiotico a base di pennicellina è sufficiente.

Gli ho chiesto se occorresse la prescrizione e mi ha detto di no, gli ho chiesto se mi occorresse un'altra visita con lui e ha risposto che non occorre e di seguire una delle due terapie che mi ha indicato.

Credo che andrò dal medico di base a farmi prescrivere qualcosa ma sono confuso!
E' davvero sufficiente l'Augmentin?
Dovrei contattare un nuovo specialista?

La ringrazio per la pazienza e perdoni se sto abusando del suo tempo ma nutro piena fiducia nel suo parere che si dissocia notevolmente da quello del mio dermatologo...
Mi rendo conto che la medicina a volte non sia una scienza esatta e sia soggetta all'interpretazione del medico in questione ma quando ti trovi nel mezzo...!
Saluti e buon lavoro.