Utente 222XXX
Gentili Dottori,
ad agosto dopo un rapporto sessuale non protetto con la mia attuale compagna, ho avuto il giorno dopo dei tagliatti sul prepuzio che hanno fatto sangue. Si sono richiusi definitivamente dopo un paio di settimane. Insieme a tali taglietti, il glande si presentava ricoperto di una patina bianca (era semplicemente pelle che si è squamata ed è venuta via da sola) e si creava costantemente (seppur la lavassi via con acqua) una secrezione biancastra. Non ho applicato alcun medicinale sulla parte e non ho preso nulla per bocca. Da qualche giorno, dopo che il problema pareva risolto con scomparsa di ogni sintomo, il glande ha cominciato a presentare dei puntini minuscoli in rilievo sulla corona ed anche un pò più su. Contemporaneamente la pelle ha perso elasticità ed il glande si presenta rugoso e non è più del suo colore normale ma più chiaro un pò dovunque. Inoltre sento un fastidio anche nel meato uretrale, nel suo tratto iniziale. Non ho assolutamente avuto rapporti vaginali extra ma solo un accenno di rapporto orale durato pochi istanti con un'altra ragazza, circa una settimana prima del comparire dei primi problemi. attendo con ansia ogni vostro consiglio. Vi ringrazio.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Valuti assieme al dermovenereologo la possibilità di una balanopostite balanite di natura da determinare.

Saluti a lei
[#2] dopo  
Utente 222XXX

Iscritto dal 2011
Dott.Laino. La ringrazio per la celere risposta! Dato che ero a conoscenza di questo portale ero già intenzionato a fare una visita specialistica dermatologica. L'ho rimandata in quanto il problema era a mio parere (errato) di scarso rilievo. Lunedì farò la visita in questione. Ritiene importante riferire allo specialista che al momento dell'inizio dei problemi ero sotto antibiotici (amoxicillina)? E inoltre, crede che degli esami ematici o specifici sulla parte interessata, potranno essere di aiuto?
Se venisse confermata la sua ipotesi, vi potrebbero essere strascichi duraturi?
Mi sono tra l'altro dimenticato di dire che la mia compagna ha avuto nello stesso periodo, due episodi di irritazione alla vagina che ha trattato con pevaryl schiuma e che sono durati un paio di giorni. Nel frattempo abbiamo continuato regolarmente ad avere rapporti non protetti. Lei soffe spesso di secchezza.
Non so se queste info possano essere di aiuto
La saluto cordialmente!
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Dipende.

Una diagnosi ben fatta ed una mirata terapia e' il viatico migliore per iniziare a guarire da subito. Le terapie fai da te e le diagnosi non specialistiche il rischio maggiore per gli "strascichi".

Saluti