Utente 224XXX
Buongiorno, soffro di disturbi ossessivo-compulsivi e vedo virus ovunque pertanto lavo le mani ripetutamente qualsiasi cosa tocchi mettendo molte volte il sapone. Che rischi si corrono se (con le mani compromesse dai ripetuti lavaggi e con screpolature e taglietti e qualche ferita aperta non enorme) si viene a contatto con denaro, documenti o altri oggetti sporchi di sangue fresco infetto di epatite B o C? e ancor piu se poi non si lavano le mani e si mangia, si apparecchia, si cucina, si toccano altre cose (ad esempio stoviglie con cui si mangia con ferite nelle labbra e in bocca) o un preservativo per un rapporto sessuale (l altra persona rischia di contagiarsi?) O se in strada si calpestano chiazze enormi di sangue, preservativi usati, fazzoletti con sangue o sperma (all'aria aperta da pochissimo) e poi togliendosi le scarpe non si lavano le mani (considerando che sono compromesse) o un asciugamano cade in terra dove si è passati con quelle scarpe e poi ci si asciuga o se cadono slip o altri indumenti o un lenzuolo (che poi finisce in bocca con tagli aperti e che si tocca con le mani con tagli e si toccano altri oggetti)? se ci si taglia con un oggetto (ad esempio pulendo uno scatolone in plastica) in cui si è tagliata anche una persona infetta di epatite B o C magari schizzandosi anche in bocca con l acqua dove è stato immerso lo straccio? Se in strada si calpestano le cose prima elencate e poi per sbaglio si mette il piede nel sedile e poi si tocca in quel punto con le mani e senza pulirsi si mangia, si toccano altre cose o persone? Tendo a disinfettare spesso i miei oggetti per paura di contaminare altre cose (metto acqua in un secchio, amuchina e immergendo uno straccio li pulisco)... Sono efficaci e necessarie queste pratiche di pulizia? queste paure mi condizionano 24 ore al giorno e non sto piu vivendo... ho paura anche a mettermi le scarpe ed a toccare le maniglie di casa perchè a volte puliscono il cane (che a volte passa su preservativi, fazzoletti con sangue, etc) non lavandosi e toccando tutto il resto, cucinando, ritirando roba pulita, stendendo.. Se nelle modalità descritte non si possono verificare contagi mi potreste spiegare come mai e cosa davvero serve per un contagio, considerando che le mie mani avranno le difese bassissime se non nulla e la cute è ormai logorata e fragile? mi preoccupa molto che il virus dell epatite b sopravviva anche mesi all'esterno...scusate la lunghezza del testo, ma sono veramente disperato...
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
8% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Salve,
la cosa più importante del suo quesito è la prima frase. Tutto il resto gira intorno ad essa. DFa un punto di vista medico, tutte le varie e precisissime ipotetiche modalità di contagio sono assolutamente impalpabili; ciò che è oppalpabile, invece, è una attenzione quasi ossessiava alla malattia, che porta questo pensiero a sovrastare tutto il resto, sì da farle perdere la misura della reale gravità delle cose da un lato mentre dall'altro le dà un notevole disagio.
Poichè da un punto di vista infettivologico il consulto non le porterebbe niente di nuovo, perchè ad ogni rassicurazione spunterebbe una nuova domanda, uhn nuovo motivo per tormentarsi, mi permetto di consigliarle di postare il consulto in area psichiatrica, per usufruire di uno specialista che le possa dare realmente una mano nell'affrontare questa spinta interiore che la porta all'ossessività.

saluti e in bocca al lupo
[#2] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Sto già avvalendomi di un supporto psicologico e dovrei iniziare una cura farmacologia e supporto psichiatrico, ma sto cercando anche di avere delle spinte mediche per tranquillizzarmi.. se doveste darmi un parere prettamente medico sui casi da me indicati (garantendoVi al 100000% che poi non farò nessun altra domanda) cosa mi direste circa quanto ho descritto considerando la precaria situazione delle mia mani e considerando anche che potrei avere delle carenze vitaminiche (dato che per queste paure non sto mangiando frutta e verdura e mangiano meno il resto) e immunitarie dato che sto vivendo "asetticamente" cosa mi direste? per favore aiutatemi anche Voi... uno o più pareri medici mi sarebbero molto utili..... i più cordiali saluti e grazie...
[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
8% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2005
Il consiglio migliore che potrei darle sarebbe quello di cercare di vivere con serenità. Le pratiche che adotta sono assolutamente eccessive e l'eccessivo uso di disinfettanti e saponi può portare, per esempio, a dermatiti.
Ogni cosa va fatta nel giusto modo.
Sono contento che già si avvalga di un supporto. Evidentemente il suo disagio era davvero insopportabile.

Ancora in bocca al lupo
[#4] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Infatti spesso ho le mani irritate e sono quasi bianche ormai... si è davvero insopportabile, perchè non sto vivendo in pratica.... In pratica mi sta dicendo se avvengono le casistiche da me indicate non si corrono rischi anche se ho le mani cosi? purtroppo da me in zona non ci sono infettivologi che avrebbero potuto aiutarmi insieme alla psicoterapia per farmi forza... se può consigliare ad altri colleghi questo post per darmi ulteriori pareri gliene sarei grato... tanto per capire perchè non si rischiano contagi e cosa davvero serve... per valutare di volta in volta i casi con me stesso e combattere meglio questi disagi che mi stanno torturando... non la disturbo più in ogni caso come promesso... i più cordiali saluti...