Utente 224XXX
Salve, ormai 12 giorni fa sono caduto praticando sport su fondo terroso riportando una leggera abrasione al gionocchio, una contusione dello stesso ed una distorsione al polso. Date le circostanze non ho dato alcun peso all'abrasione al ginocchio visto che era molto superficiale e poco estesa (1 cm e mezzo al massimo) e mi sono preoccupato principalmente del polso dato che non riuscivo praticamente a muoverlo.
Qualche giorno fa mi sono recato dal mio medico curante per un controllo al polso stesso e mi ha chiesto se mi fossi ferito. Ricordandomi dell'abrasione gliel'ho fatto presente e lui mi ha detto che non avendo terminato la profilassi antitetano sarebbe stato decisamente meglio fare le IG subito dopo ma che ormai è tardi. Aggiungo che già due mesi fa ho dovuto fare le IG per una ferita procurata con oggetto sporco ma non mi era stata raccomandata la profilassi antitetano quindi non la feci. Indipendentemente da questo domani mi recherò al distretto sanitario per iniziare una nuova profilassi antitetano per scongiurare futuri episodi come questo, sperando di non aver preso preso nulla in questo caso.
Intanto vorrei sapere da voi se effettivamente sto correndo un rischio concreto come ha detto il mio medico. Ammetto che dopo le sue parole sono andato un po' nel panico e adesso ogni tanto sento come delle lievi ma prolungate e fastidiose contrazioni ai muscoli facciali dall'inizio di oggi pomeriggio. Spero che si tratti di semplice autosuggestione, però in questo modo mi risulta difficile monitorare in modo obbiettivo eventuali sintomi. Potreste darmi delucidazioni in merito? Il fatto di aver fatto le IG antitetano 2 mesi fa può influire?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Adamo
32% attività
0% attualità
12% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Gentile utente dalla descrizione delle lesioni non dovrebbero esserci rischi sopratutto se è stata eseguita una accurata toeletta e disinfezione dell'abrasione . Ad ogni modo lei penso abbia atto le vaccinazioni obbligatorie. Se è così basta effettuare un richiamo dell'antitetanica per avere una copertura di 10 anni. La smministrazione di Ig tetano può e deve essere raccomandata nei pazienti a rischio elevato e che non hanno fatto una vaccinazione compelta.Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Innanzi tutto la ringrazio per la sua gentile e pronta risposta. Sfortunatamente sulla zona dell'abrasione si è formato subito un ematoma piuttosto esteso ed inizialmente non mi sono neanche reso conto della presenza dell'abrasione stessa.
Non si tratta infatti di una abrasione "piena", diciamo che erano dei graffi, con una profondità pari a quella di un'abrasione, distribuiti su una superficie di 2 centimetri quadrati. Inizialmente quindi ho semplicemente asportato le poche tracce di terra (che in pratica erano costituite da semplice polvere) rimaste sul ginocchio. Solo diverse ore dopo mi sono accorto della presenza di questi graffi ed ho provveduto a disinfettare con abbondante acqua ossigenata. Le "ferite" comunque sono guarite senza lasciare alcuna traccia già dopo 4-5 giorni ed oggi non è più visibile alcun che (tranne qualche traccia dell'ematoma).
Per quanto riguarda l'antitetanica, a suo tempo, in pratica feci un solo richiamo perchè mi dette una reazione piuttosto importante, con febbre per 2 giorni e infiammazione dell'arto piuttosto dolorosa. Per questo motivo non ho più fatto altri richiami, ma visto che ultimamente mi sto procurando ferite abbastanza spesso, mi sono deciso a farla nonostante la reazione a cui molto probabilmente andrò nuovamente incontro.
[#3] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Salve di nuovo. La aggiorno dopo la vaccinazione che ho appena fatto al distretto sanitario. Mi è stato detto che il ciclo base di tre iniezioni iniziali è stato completato e che in realtà mancava il richiamo dei 15-16 anni di età. Per questo motivo mi hanno semplicemente fatto un richiamo perchè secondo loro avendo completato il ciclo base non era necessario iniziare un nuovo ciclo vaccinale. Alla luce di questo potrei stare più tranquillo rispetto alla mia iniziale convinzione di non aver aver alcun tipo di copertura vaccinale?
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Adamo
32% attività
0% attualità
12% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Certamente , è proprio quello che el avavo detto e cioè batsa effettuare il richiamo per avere una copertura per 10 anni.Stia tranquillo. Coridali saluti.
[#5] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio, per le sue gentili risposte. Quindi secondo lei considerando il tipo di ferita ed il fatto che la vaccinazione di base era completa, la probabilità di sviluppare la patologia è estremamente remota?
Da ciò che ho letto in giro, essendo il Clostridio del tetano un anaerobio obbligato, il fatto di entrarvi in contatto non implica di sviluppare la patologia in quanto tale organismo ha bisogno di un ambiente anaerobio per svilupparsi, e lo trova appunto in ferite infettate con lembi di pelle che vanno a richiudere la ferita stessa, come nel caso delle spine.
Comunque se non sbaglio il richiamo del vaccino impiega una quindicina di giorni per generare immunità...
Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Adamo
32% attività
0% attualità
12% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Si Proprio così. Lei ha un sistema immmunitario chiamato competente perchè è gia stato vaccinato in precedenza , il richiamo serve per rialzare le difese immunitarie. Cordiali saluti.