Utente 219XXX
Buongiorno,
Le scrivo per elencarle i miei problemi che ormai mi tormentano da un pò.
E' da circa una settimana che avverto un forte dolore al braccio sinistro che parte sopratutto dal polso e piano piano si irradia anche verso l'alto,ma il dolore più tremendo rimane al polso,è come una sensazione di irrigimento e nemmeno a riposo passa. A volte la notte è talmente forte che mi sveglia fino a non farmi dormire più e ho spesso e volentieri problemi di formicolio,tutte le mattine quando mi sveglio mi ritrovo con le mani informicolate. Oltre a questo si associa anche spesso senso di "stordimento" sudorazione e capogiri. Per due o tre volte mi è capitato di avvertire anche un "vuoto" al petto che dura pochi sencondi e mi toglie il respiro,e un forte dolore allo stomaco che ho pensato fosse gastrite,siccome ne soffro. Ma torniamo un attimo indietro,è da febbraio che ho iniziato a stare poco bene,è iniziato tutto con delle contrazioni muscolari che mi hanno preso collo spalle e testa. Da lì in poi ho sempre avuto paura che mi sarebbe successo di nuovo e da lì sono iniziate le crisi d'ansia e poi con l'andare del tempo sono iniziate anche le crisi di panico. Sono stata in pronto soccorso molto spesso per la paura del infarto siccome l'attacco di panico mi prendeva come prima cosa dolore al petto,tachicardia e formicolii alle braccia e mandibola. Mi hanno fatto esami del sangue ed erano sempre ok,eletrocardiogrammi e risultavo tachicardica ma per il resto tutto ok. Poi un giorno a un eletrocardiogramma è risultata tachiaritmia e così mi hanno fatto fare l'holter,ma anche quello perfetto e poi si è venuto a sapere che di aritmie non me ne erano mai state riscontrate. Ho iniziato una cura di en e xanax e ormai sono gia mesi che vado anche da uno psicologo. Ma sono mesi che gli attacchi di panico sono diminuiti e l'ansia anche. Due settimane fa,prima di partire per l'Egitto,sono stata ricoverata in pronto soccorso per un fortissimo mal di testa,ma tra tac,esami del sangue,elettrocardiogramma ecc tutto a posto,mi è stata riscontrata solo una cefaea cronica tensiva. I dolori che avverto sono ben differenti da quando li avevo per la paura,e non so più a cosa pensare,il mal di braccio tutti i giorni si fa sentire e 3 giorni fa,la sera prima di ripartire per l'Italia ecco che nella notte mi sveglio sempre per colpa del dolore al braccio e un fastidio al petto. Di cosa potrebbe trattarsi? Non dico nemmeno più niente ai miei perchè ormai non mi credono più e mi dicono di non aver nente,siccome ho fatto fare a loro per mesi avanti e indietro dal pornto soccorso per dolori che alla fine erano sempre associati ad attacchi di panito. Ora sto cercando di smettere di prendere xanax ed en,li prendo solo in casi eccessivi. Per ora sto facendo una cura con gocce di laroxyl per cefalea tensiva. Premetto che prendo la pillola e fumo. Mi scuso se il modo in cui ho scritto non è poi così professionale,ma sono ababstanza agitata.

La ringrazio in anticipo per la risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La sua situazione , dal punto di vista degli attacchi di panico, va curata con farmaci specifici. Lo xanax ed il laroxyl NON curano gli attacchi di panico, ma li rendono eventualemente piu' tollerabili. Per questo aspetto deve consultare uno psichiatra che, con i modferni farmaci a disposizione, le fara' passare gli attacchi di panico in tempi molto brevi.
Per cio' che concerne invece i dolori al braccio e spalla sinistri, il tipo di dolore e la intensita' del dolore escludono il dolore cardiaco e fanno propendere per una periatrite scapolo omerale o ad una sindrome del tunnel carpale, ma penso che un Ortopedico potrebbe esserle molto piu' utile di quanto io possa esserlo.
Si tranquillizzi
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio davvero tanto per la sua risposta che sinceramente mi ha sollevata molto.
Ora cercherò di parlarne bene con il mio psichiatra. E' vero xanax aiuta al momento ma ora non mi fa più di tanto. Cercherò di stare più tranuilla e vedrò di fare una visita ortopedica,siccome in famiglia tutti hanno sofferto di tunnel carpale,mia madre è stata addirittura operata 5 volte.
Quindi quelle fitte e quei "vuoti" al petto che sento sopratutto verso sera potrebbero essere causati dalla mia ansia persistente?
La ringrazio ancora.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
direi proprio di si e non per banalizzare i suoi sintomi. ma per dar loro un nome
si tranquillizzi
cecchini
[#4] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio molto di nuovo e mi scusi se insisto,ma mi è appena successa una cosa abbastanza strana. E' già da un pò di tempo che guardandomi le mani all interno mi sono accorta che le vene a volte sono evidentissime anche su tutte le dita,ma ora sono impressionanti,si vede qualsiasi vena,è come se avessi un filo blu scuro attorigliato nella mano e devo dire che non ho nemmeno freddo,fino a pochi minuti fa ero sotto alla coperta. mi preoccupa davvero tanto questo e mi "schifa",le mie mani sono proprio marcate dalle vene.Potrebbero essere problemi di circolazione? In più stanotte non riuscivo a prendere sonno perchè ogni volta che stavo per addormentarmi è come se andassi in apnea e mi mancasse il respiro. E stamattina come la maggior parte delle volte mi sveglio con le mani informicolate e un forte mal di testa. Le chiedo davvero scusa per la mia insistenza ma non sò davvero più che fare. La ringrazio di nuovo tanto.

Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le consiglio nuovamente di consultare uno specialista per risolvere i suoi problemi di panico e di ansia.
Guarira' perfettamente
cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#6] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera Dr. Cecchini.
Le scrivo di nuovo perchè ho appena avvertito una fitta al centro del petto durata si e no 1/2 minuti..era molto acuta e mi ha lasciata per un po senza fiato. Ora è passato anche se avverto un senso di irrigidimento agli arti,dolori alla bocca dello stomaco e giramenti di testa e senso di stordimento. Guardano quà e là su internet mi è caduto l'occhio sui sintomi dell angina pectoris,e li ho associati un pò ai miei. Mi ha fatto pensare a quello il fatto che io avverta anche al minimo sforzo mancanza di respiro,e senso di oppressione che mi prende stomaco e petto. In più sono due notti che non riesco ancora a dormire per il fatto che mi sento girare la testa nonostante io sia a riposo ad occhi chiusi e per il fatto che è come se mi si irrigidissero gli arti. Oggi è stata davvero una giornataccia,tra giramenti di testa e senso di svenimento. Ho provato a dormire anche nel pomeriggio ma niente da fare,le mie braccia continuavano ad irrigidirsi. Mi scuso anora se insisto nei miei malori ma non ne posso davvero più. Lunedì per fortuna avrò la mia sesta seduta con lo psicologo,ma più di quello vorrei essere certa di stare bene fisicamente. Perchè ho solo 18 anni e tutti questi sintomi che avverto mi stanno facendo piano piani chiudere con me stessa e non riesco nemmeno più a vivere serenamente. Ieri mattina soo stata anche dalla mia Dottoressa e mi ha detto che niente ha nulla a che fare col cuore,ma io ancora non riesco a convincermi,è davvero possibile che l'ansia e il panico possano fare uesti brutti scherzi? O davvero potrei soffrire di angina pectoris e nessuno se n'è mai accorto non avendo mai fatto un ecg sotto sforzo? Posso stare davvero tranquilla o devo preoccuparmi di questi malesseri?Ho anche letto che l'angina potrebbe essere causata dallo stress o dal nervosismo,cose di cui ultimamente ne soffro.
La ringrazio di cuore per le risposte che mi ha dato fin ora. E mi scuso per le mie insistenze,ma non sò più a che pensare.
Grazie di cuore davvero.
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le ribadisco che lei ha bisogno di consultare un collega psichiatra.
E le consiglio anche di smettere di andare su internet alla ricerca di fantasiose diagnosi. Son convinto che una persona ansiosa come lei potrebbe anche iniziare a sospettare di essere affetta da una patologia.-...prostatica.
Quindi spenga il PC e faccia lunghe camminarte, sicuramnete le faranno meglio.
Con questo la saluto
cecchini
www.cecchinicuore.org