Utente 225XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 26 anni e da 8 mesi circa ho avuto dolori/bruciori all'addome, accompagnato da brividi di freddo e dolori quando andavo al bagno di corpo.

Mi sono recato dall'urologo-andrologo e mi ha detto che avevo le vescichette spermatiche ed un po la prostata molto ingrossate. Da quel giorno è stato un tormento continuo ho preso prima 2-3 antibiotici, poi ho fatto una spermiocoltura e mi hanno rilevato l'enterecoccus, ho preso l'antibiotico specifico per 28 giorni ma non ha portato a nulla.. contemporaneamente assumevo Topster e Proposta.
Da circa 2 mesi i dolori sono calmati, ed infatti il medico dice che sono molto meno gonfie sia le vescichette che la prostata.
Capita il giorno in cui non avverto dolori ma si riacutizzano soprattutto dopo che vado al bagno di corpo (è diventato un trauma andare al bagno)... Ora sto prendendo Proposta da 20 giorni e lo devo prendere per altri 20 giorni ma non vedo grossi miglioramenti; il dolore che oramai è diventato più un fastidio, seppur diminuto, c'è sempre...
Devo eiaculare ogni tot giorni? fa male trattenere a lungo? Quando eiaculo il giorno dopo sento vari fastidi nella zona bassa e quindi evito..
Ne uscirò mai da quest'incubo? Premetto che ho il varicocele sinistro può questo contribuire alla non guarigione?
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

questo tipo di problematiche hanno una sintomatologia complessa a dura da superare e quindi continui a seguire attentamente tutte le indicazioni che le darà il suo urologo od andrologo.

Se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica e delle vescicole seminali, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html,

http://www.medicitalia.it/salute/prostata .

In questi articoli troverà anche alcune indicazioni sullo stile di vita da tenere che deve cercare di seguire.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

dopo tutte le varie terapie indicate, sarebbe utile ripetere un esame colturale e un'ecografia prostatica e quindi seguire le indicazioni terapeutiche dello specialista.

Cordialità
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
se si tratta di ghiandola prostaica 5 sono le categorie infiammatorie:
acuta
cronica batterica
cronica infiammatoria
cronica non infiammatoria
asintomatica.
La IV (non infiammatoria) può essere rognaso dsal momento che possono entrare fattori extra prostaici nella genesi della sintomatologia (pavimento pelvico, nervi, bacino, postura). Ognuna ha i suoi trattameni chje non sempre possono essere secondo linee guida precise (parlo per la IV classe). Di qui la nomea di patologia inguaribile. Ma solo nomea, si sitema alla sua età: eviti thgè, caffè. alcoolici, piccanti, insaccati e stress e fumo e non perda contatto con il collega. Sia ottimista.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Se lo desidera comunque ci tenga aggiornati sul suo particolare problema clinico.

Ancora un cordiale saluto.