Utente 177XXX
Gentili dottori,
torno a riscrivervi nel sito perchè dopo l'intervento del 20 luglio per eliminare la fistole pilonidale ad oggi il buchetto che è rimasto non riesce a richiudersi; quello che vorrei sapere il motivo a grandi linee(consapevole che senza una visita di persona non si possono determinare le cause) di perchè il buchetto rimasto generalmente si riapre quando defeco e mi butta anche molto sangue;premetto che mi è successo anche un mese fa per lo stesso identico motivo dopo una defecazione difficoltosa ,conseguentemente a ciò mi butta molto sangue dal buchetto che non è riuscito a chiudersi.Un mese fa sono andata in ambulatorio e mi hanno detto che purtroppo è un punto assai delicato cui fa difficoltà a chiudersi; quello che mi domando quanto tempo dovrò sopportare questa cosa che è ben fastidiosa e sembra che nessuno dia un giusto peso? devo fare controlli da un'altra equipe? potrebbe essere un sintomo di una recidiva? cosa mi consigliate in quanto questa situazione mi fa preoccupare abbastanza.
vi ringrazio come sempre per la vostra consulenza e disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile signora, purtroppo penso che si tratti di una recidiva del tragitto fistoloso. Se il primo intervento (suppongo) è stato di asportazione con sutura della ferita non vi è stata una guarigione e di conseguenza è rimasta la fistola. Ora le alternativo sono :
1) medicazioni e detersione della ferita con risultato incerto dal punto di vista della guarigione
2) nuovo intervento con asportazione del tessuto di granulazione e guarigione come diciamo noi "per seconda intenzione" ovvero senza sutura della ferita. In tal caso la guarigione sarà lunga e dovrà contemplare medicazioni ripetute,ma il risultato più sicuro.
[#2] dopo  
Utente 177XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore,
innanzitutto grazie per la rapida e completa risposta inoltre volevo chiederle se ci sono delle cause per questa recidiva in quanto stamattina sono stata in ambulatorio e mi hanno dato la sua identica risposta. Quello che vorrei sapere io è se si è formata questa nuova cavità che secerne sangue misto a secrezione per il semplice fatto che non mi è stato messo un drenaggio durante l'intervento con satura dei punti oppure se c'è qualche altro motivo per questo nuovo ritorno della malattia. Domando questo perchè conosco pazienti a cui con intervento con metodo chiuso sempre è stato applicato un drenaggio anche mio zio per esempio ha avuto il mio stesso intervento a cui è stato applicato un drenaggio aspirativo per 3-4 giorni;
la ringrazio ancora per l'attenzione.
[#3] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Gentile signora,il posizionamento di un drenaggio in aspirazione può essere un buon sistema,ma purtroppo nella patologia pilonidale non esiste un metodo che possa dare la certezza della guarigione. La scelta della chiusura immediata della ferita quando funziona è certamente più rapido e meno invalidante per cui normalmente è la prima scelta.Qualsiasi metodo si usi è indispensabile chiarire bene al paziente i rischi-benefici della opzione e poi decidere insieme la strategia da seguire.