Utente 520XXX
Salve,
mia chiamo Stefano,ho 28 anni,e da circa un mesetto avevo notato dei "ciccetti" intorno al pube.Inizialmente pensavo fossero dei fibromi penduli,ma dopo la comparsa di piu' "ciccetti" sono andato dal dermatologo scoprendo che non erano fibromi bensi condilomi.
Adesso sto iniziando una cura con l'Aldara 5% crema.
Vorrei sapere quanto e' efficace questa cura rispetto la crioterapia con azoto
e se ci potrebbero essere ricomparse.
E' possibile essere portatori sani del papilloma virus?
Ho avuto nel tempo piu' partner con rapporti non sempre protetti completamente.
Adesso sto informando le mie recenti partner della mia situazione in modo tale che possano controllarsi.
Anche se i condilometti sono solo sul pube possono contagiare la partner in un eventuale altro rapporto protetto?

Inoltre sto ultimando una cura per una prostatite/uretrite (comparsa ad ottobre)non batterica.
Anche perche' oltre le urino colture,feci dei tamponi uretrali per chlamydia,gonococco,miceti..tutti negativi!
Comunque ci potrebbe essere un nesso tra le due cose?
Secondo voi dovrei fare delle analisi del sangue specifiche per la ricerca di malattie infettive??
In dicembre ho fatto delle analisi del sangue,ricercando inoltre HBV,HCV,treponema e risultando tutto negativo.

Grazie
A presto

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente il trattamento con Imiquimod è tra i vari che si effettuano per i condilomi ma la ricomparsa delle recidive non è esclusa qualunque sia la terapia intrapresa.
Per quanto riguarda l'essere portatori sani è questione molto dibattuta ed ancora poco chiara.La presenza di condilomi a livello pubico non impedisce la loro trasmissione a livello genitale.
Nell'uomo la presenza di condilomi in uretra è molto difficile, ma non escludibile.Per quanto riguarda le malattie infettive a parte l'HIV, quello che interessa in venereologia sia stato ricercato.
Cordiali Saluti
Dr.Alessandro Benini
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Sebbene ogni dermatologo possiede il suo modo di intervenire, posso significarle che ritengo utile la terapia solo dopo il trattamento di base (sconsiglio la crioterapia per gli esiti imprevedibili in quella zona e per la non sicurezza dell'ablazione nella seduta) che prediligo essere il Laser a CO2 (rapido e sicuro).

La terapia di base che spazia dall'imiquimod alla podofillotossina è relegabile nel post terapia (dopo guarigione degli esiti) o nei casi di gravi condilomatosi (es. perianale o vulvo-vaginale) prima della terapia d'attacco stessa.

carissimi saluti
Dott. Luigi Laino
Ricercatore Dermatologo e Venereologo
Malattie Sessualmente Trasmissibili, ROMA

[#3] dopo  
Utente 520XXX

Iscritto dal 2007
Quindi mi conviene come prima istanza intervenire con il Laser Co2?
Me lo consigliate come prima cura?
Effettivamente avrei preferito una cura piu' immediata.
Sinceramente usare la crema per 8 settimane non e' che mi entusiasmasse piu' di tanto.

Grazie

[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Quanto affermato, rientra nell procedure che noi prediligiamo ovvio e ribadisco che ogni specialista detiene le sue congrue preferenze.

la scelta pertanto la effettuerà il sanitario che scelgierà per la sua terapia e sarà sempre e comunque lei ad accettarla, dopo congrua informazione sulle procedure, rischi ed effetti che si vogliono ottenere, oltre tempistiche di guarigione.

Cari saluti
Dott. LAINO, Roma

[#5] dopo  
Utente 520XXX

Iscritto dal 2007
Ma dopo la cura,mi consigliate a parte la visita di controllo,qualche analisi particolare per la totale guarigione???
[#6] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente si affidi con fiducia e senza ansie a chi ha visione diretta del SUO problema e vedrà che tutto andrà per il meglio.Le terapie,i controlli e se necessarie le eventuali analisi, vanno decise solo da chi la sta seguendo con professionalità.
Cari Saluti
Dr.Alessandro Benini
[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Concordo.
[#8] dopo  
Utente 520XXX

Iscritto dal 2007
Salve vorrei sapere se il papilloma virus,dopo aver rimosso e curato i condilomi,puo' sempre essere trasmesso al partner sessualmente?
Per tutta la vita saro' un rischio per le mie partner?
[#9] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente i sottotipi di HPV attualmente identificati sono circa 130 e noi tutti ne possediamo alcuni(ci sono alcuni studi in cui si pensa addirittura che il contatto, possa avvenire al momento del parto, pertanto, non solo attraverso rapporti sessuali),alcuni di questi si sono visti correlati ad alcuni tumori(cervice uterina per fare l'esempio più frequente)che non vuol dire che la donna che li possiede svilupperà sicuramente il tumore.Questo intanto per farle capire la grande diffusione di questo virus.Per quanto riguarda il contagio naturalmente si parla di percentuali più o meno elevate dato che dipende da tanti fattori come il nostro stato immunitario,la carica infettiva virale,il numero di partner,l'uso o meno del condom durante i rapporti sessuali et cetera..et cetera.Per cui non si ritenga un rischio,viva tranquillamente la sua vita sessuale con le precauzioni che si raccomandano per tutti noi per non rischiare di contrarre UNA QUALSIASI delle malattie sessualmente trasmesse e non una in particolare.
Saluti
Alessandro Benini
[#10] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
E' necessario seguire i controlli periodici :solitametne al II controllo negativo per patologia condilomatosa, il soggetto viene dichiarato "guarito": pertanto non più potenzialmente infetto ed infettante.

cari saluti
Dott. Luigi Laino
ricercatore dermatologo e venereologo
Malattie sessualmente trasmissibili, ROMA

[#11] dopo  
Utente 520XXX

Iscritto dal 2007
Salve,
mi sono curato i condilomi con la crio-terapia con buon esito.
A giorni ho una visita di controllo.
Volevo sapere se ho un rapporto sessuale con una partner che e' gia' stata in contatto in passato con il virus dell'HPV,curata e guarita,quante probabilita' ci sono che lei o io potremmo ri-infettarci di nuovo???
Premetto che i miei condilomi erano presenti solo sul pube ed alla base del pene.
[#12] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Se dichiarati guariti ci sono pochissime probabilità di reinfettarvi.Mentre cosa impossibile da determinare e neanche sicura, invece, la rivirulentazione di quelli curati.
Saluti
[#13] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
La guarigione deve essere dichiarata dal medico che ha trattato le lesioni condilomatose, non da noi: le valga conoscere che ricevere un trattamento anche se con successo, non significa automaticametne essere guarito: i condilomi possono recidivare anche a distanza di settimane, pertanto, massima attenzione.

cari saluti