Utente 972XXX
Gentili dottori,
dopo un intervento massivo, in cui mi è stata praricata l'isterectomia e annessiectomia bilaterale e colectomia totale con incisione xifo-pubica, e confezionamento di una ileostomia temporanea, ora verrò sottoposta ad una nuova operazione, per la ricanalizzazione.
Posso solo dire che sono notevolmente preoccupata, visto anche la condizione in cui mi sono svegliata nel precedente intervento (tutta intubata, 9 ora di intervento, etc etc).
La mia domanda pertinente è (impossibile prevedere come sarà l'intervento e come mi sveglierò, se tutta intubata o meno) quanto mediamente occorre per riprendere una vita "normale" se è necessario poi assumere integratori o stare attenti all'alimentazione.
Grazie in anticipo cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Se ho capito bene si tratta solo di chiusere l' iloestomia, in questo caso l' intervento richiede in genere l' anestesia generale e la ripresa è abbastanza rapida.L' alimentazione andra' eventualmente modificata tendendo conto della patologia di base e degli esiti del precedente intervento eseguito . Auguri!
[#2] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

le informazioni da lei fornite sono piuttosto scarse. sembrerebbe come già fatto rilevare dal collega favara che l'intervento potrebbe consistere solo in una chiusura della ileostomia.

diverso sarebbe se l'intervento precedente (non sappiamo i motivi che lo hanno determinato: rettocolite ulcerosa?, poliposi familiare? intervento in urgenza?) non avesse previsto l'anastomosi tra ileo e retto, allora l'intervento chirurgico potrebbe essere un poco più lungo e soprattutto potrebbe esserci la possibilità di risvegliarsi con una ulteriore ileostomia per proteggere l'anastomosi appena confezionata.

il consiglio sarebbe quello di rivolgersi ai colleghi che l'hanno in cura e farsi spiegare per bene sia il pregresso intervento che il successivo.

cordiali saluti ed un grosso in bocca al lupo, buona domenica
[#3] dopo  
Utente 972XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per le risposte,
dovrebbe essere una "semplice" ricanalizzazione, ho subito una colectomia per sospetto tumore, che si estendeva dall'utero all'uretere al colon, dalle indagini per fortuna è risultato un tumore benigno anche se aggressivo ed esteso, la leiomiomatosi.
Per questo è stata confezionata una ileostomia in vista delle chemio che per fortuna ho evitato.
Il retto è rimasto per lo più intatto me lo hanno lasciato quasi 11 cm.
Cordiali saluti