Utente 936XXX
Egregi dottori,il mio nome e' Kevin e ho quasi 24 anni.La mia storia ha inizio circa tre anni fa.Premessa che mi preme farle:fino ad allora i miei episodi di malessere generico si limitavano ad una febbre massimo due all'anno.Nell'Ottobre del 2008 presento dalla sera alla mattina forte astenia generale,con febbricola e mal di gola.Trattata come una classica influenza i sintomi pero' non regrediscono nel giro di qualche giorno,anzi si protraggono per circa due settimane ed inizio ad avvertire forte debolezza localizzata soprattutto nelle gambe,ed i linfonodi del collo ingrossati e dolenti, facendo scattare un piccolo campanello d'allarme nella mia famiglia e nei dottori:iniziano una serie di analisi del sangue generiche,senza nessuna rilevanza significativa,eccetto un T.A.S. relativamente alto (500) ,che pero' non viene considerato importante,si prosegue con elettromiografia,anch'essa risultata negativa,fino addirittura ad un controllo dell'encefalo,fortunatamente negativa.Passa un mese,mi ritrovo sempre a letto,con gli stessi sintomi e la debolezza che aumenta sempre piu',soprattutto nelle gambe,addirittura in quei giorni anche una semplice doccia mi mette k.o,aumentando l'astenia generale,scatenandomi un po' di febbricola,mal di gola,e stanchezza nelle gambe.Iniziano una serie di ecografie generiche(fegato,milza,reni ecc) senza che venga trovata alcuna anomalia,ed una serie di RX (toraciche) :tutto in perfetto stato anche in questo caso.Eeseguo altre analisi del sangue,volte ad indagare sui virus come Mononucleosi,citomegalovirus ecc. : risultano positivi gli anticorpi IgG anti Epstein Barr virus VCA e gli anticorpi IgG anti Epstein Barr virus EBNA.Si sospetta una mononucleosi ed i medici sostengono che regredira' da sola ma che sui tempi non si possa fare una previsione certa e non mi viene prescritto alcun medicinale. Inizio una serie di cure omeopatiche e di integratori poiche' un medico sostiene che possano essere sinomatologie dovute ad un periodo di stress fisico e mentale che io sinceramente pero' non stavo attraversando nè avevo attraversato in precedenza,ed infatti non portano a nessun risultato concreto ne' al miglioramento della "presunta" mononucleosi.I mesi diventano due.A dicembre 2008 presento ancora la sintomatologia in toto ,sempre in lieve peggioramento.Vengo preso in consegna da un virologo,che mi prescrive altre analisi specifiche,e mi consiglia di aggiungere anche quelle riguardanti le indagini su problemi di streptococco: il 10 Dicembre 2008 risultano positivi il Titolo anti Streptolisinico (647,00 IU/mL- VAL.RIF.[0,00-400,00] ) e la DNasi Streptococcica (338,00 IU/mL- VAL.RIF. [0,00-200,00] ).Il virologo decide di tenere conto di queste analisi,e mi prescrive una cura di 6 punture (una al giorno) di pennicillina e 3 giorni di Aulin (uno al giorno).Eseguita questa cura, "magicamente" il 22 dicembre iniziano i primi miglioramenti che mi portano nel giro di una settimana,dopo circa due mesi e mezzo di letto, ad essere nuovamente in piedi e fuori casa e riesco addirittura a passare il capodanno fuori,seppur non in forma smagliante.Non mi sembra vero,ma i miglioramenti continuano,la debolezza generica e nelle gambe,la sensazione di essere "malato" scompaiono piano piano.Questa euforia e la voglia di lasciarmi tutto alle spalle,mi porta erroneamente a non fare ulteriori indagini ed a mettere tutto nel dimenticatoio ragionando in stile "cio' che ho avuto ho avuto....." . Nei mesi successivi pero' l'euforia passa subito,nel periodo Gennaio-Maggio,sono frequenti per non dire continui i mal di gola ed il gonfiore-dolore alla palpitazione dei linfonodi del collo,addirittura a volte mi capita che il semplice gesto di lavare il viso con acqua troppo fredda,mi porti a qualche ora di tonsille dolenti ed arrossite,dunque una situazione che si puo' definire di calma apparente.A Giugno 2009 infatti,ecco che in seguito ad un colpo di vento si ripresentano in toto,ma in maniere leggermente piu' lieve,tutti i sintomi accusati nell'Ottobre 2008.Stavolta,complice anche il periodo estivo imminente,di stare a casa altri due mesi non mi passa nemmeno per l'anticamera del cervello,e lottando anche contro una certa resistenza dei medici(che non ne vedevano la necessita') per rifare la cura di pennicillina: faccio le punture e come nel Dicembre 2008 nel giro di dieci giorni dall'inizio della cura sono di nuovo in piedi e l'Estate passa senza altri disturbi,eccetto i mal di gola frequenti.Nel Settembre 2009 iniziano i sintomi che tutt'ora presento e che sono diventati il mio piu' grande problema,fino a farmi abbandonare lo sport,a diminuire la vita sociale e studio-lavorativa.Dall'oggi al domani mi ritrovo nel Settembre 2009 con dolori negli arti inferiori e nella schiena con punti di maggior dolenza le gionocchia(articolazione) e zona vicina(adduttori),con relativa rigidita' dei muscoli vicini;dolori che aumentano dopo l'attivita' fisica,con l'umidita',la notte ed al risveglio mattutino .All'inizio(e fino a pochi giorni fa' ) nessun medico e ancor prima di loro io stesso nella mia testa,ritenne giusto collegare questa nuova sintomatologia ai problemi precedentemente avuti.Iniziano cosi due anni terribili che vorrei dimenticare ben presto: innumerevoli episodi di mal di gola,influenze frequenti,e spesso nuovi episodi simili all'Ottobre 2008(con cure sempre di pennicillina e ripresa), tentativi di ogni genere(osteopati,fisioterapisiti ,dentisti ecc) diagnosi di ogni tipo(pubalgia,ernia inguinale,problemi dell'anca,infiammazione dei denti del giudizio ecc) ,svariate ed innumerevoli cure(terapie fisiche,ginnastica posturale,antinfiammatori,antinevralgici ecc)per curare la sintomatologia di arti inferiori e schiena ,ma con nessun effetto e con aumento nei mesi successivi della sintomatologia: dolori alle ginocchia(Articolazioni)e zone vicine(adduttori ed inguine) alla schiena(dorsale-lombare-cervicale),allle caviglie(articolazioni) ed ai piedi(fino alle dita),e dolori di vario tipo per tutto il corpo ,con relativa rigidita' muscolare della muscolature vicina ai punti dolenti di dolori divenuti cosi' forti da non poter neanche palpare minimamente le zone con le dita,da non permettermi di stare seduto piu' di mezz'ora,o in piedi per troppo tempo,da non permettermi di praticare sport(o meglio di non praticarlo senza star male giorni interi),da non permettermi una vita studio-lavorativa regolare,non potendo stare seduto per piu' tempo,e da non permettermi una vita sociale consona alla mia eta'( difficolta' anche a stare seduto durante una cena con amici o andare a ballare in discoteca).Siamo giunti ad oggi,Novembre 2011,con la sintomatologia di schiena,arti inferiori sempre presente in toto(Che noto migliora con le temperature calde estive e peggiora con l'inverno e l'umidita') e le influenze frequenti con annessi mal di gola forti o meno forti.L'ultimo dottore che mi ha visitato(non un reumatologo) pero'(senza sapere nulla della mia storia),ha riaperto in me una speranza e soprattutto mi ha aperto gli occhi,sostenendo che i miei problemi possano derivare da un problema orale(tonsille) che puo' essere sfociato in una "poliartrite reumatica" reattiva da infezione,puo' immaginare la mia reazione dopo questa diagnosi ed ecco che sono partito in quarta raccontandogli tutta la mia storia clinica.Chiedo consulto anche qui e ringrazio tutti i dottori anticipatamente e Medicitalia per il servizio che propone e spero anche che magari la mia storia possa essere d'aiuto a molti utenti.

[#1] dopo  
221372

Cancellato nel 2013
e il medico in questione ha ragione!
Le infezioni da streptococco posso essere una causa di artrite. Gli esami che ha eseguito (TAS e DNAsi streptococcica) dimostrano che ha avuto infezioni di questo tipo. Una domanda:ha mai effettuato un tampone faringeo?mai stato visto da un otorino?Questa e' sicuramente una visita che farei, oltre ad una valutazione reumatologica accurata. Ultimo approfodimento diagnostico e' un ecocardiogramma per escludere che lo streptococco abbia determinato un danno a livello delle valvole cardiache.
Quanto al sospetto di mononucleosi il fattodi aver trovato IgG elevate significa che lei in passato e' venuto a contatto con il virus di epstein barr ma non aveva malattia attiva (in tal caso avrebbe trovato il titolo delle IgM elevato).
Un caro saluto,

[#2] dopo  
Utente 936XXX

Dottoressa Miniati la ringrazio vivamente per il tempo dedicato alla mia vicenda e integro con le risposte che le interessano il primo racconto: ho eseguito una volta il tampone faringeo (quando iniziavo a stare meglio ed è risultato negativo) mente l'otorino mi ha visitato una volta ma non in fase acuta di tonsillite anzi dopo la cura di pennicillina,non riscontrando problemi rilevanti ma solo un po' di arrossamento.Io ho molta paura,paura perche' mi rendo conto che forse dopo alcuni anni di ricerca credo di essere riuscito a trovare il bandolo della matassa,ma ho paura perche' temo di pagare a caro prezzo il fatto di non aver percorso prima questa strada,da me e dai medici mai considerata,e che potrebbe essere troppo tardi per una guarigione completa o quantomeno rapida. Aggiungo che da alcuni mesi a questa parte durante i casi di influenza e mal di gola,avverto delle fitte nei pressi delle orecchie,e non appena prendo un po' di freddo(ed in questo inizio di inverno il freddo inizia a farsi duro) tutta la sintomatologia aumenta e sta interessando ultimamente anche la cervicale con forte pesantezza e rigidita' e conseguenti vertigini e nausea......spero vivamente in una rapida visita reumatologica e una buona diagnosi con successiva cura..sento che c'è poco tempo da perdere,ne e' stato perso gia' troppo,ed il mio corpo a 23 anni mi comanda in tutto e per tutto,quasi costretto a letto a tratti....ringrazio di nuovo per la pazienza ed aspetto il suo parere ,un caro saluto.