Utente 219XXX
Salve,
da qualche anno soffro periodicamente (soprattutto d'inverno) di un irresistibile prurito alle mani (dorso e dita) che mi porta a grattarmi in maniera sconsiderata provocandomi delle lesioni cutanee (tagli, desquamazioni, nocche spaccate).
Ho notato che lo stimolo a grattarmi è più forte alla sera prima di andare a letto e al mattino appena sveglio prima di alzarmi, come se mi colpisse nei momenti in cui non sono impegnato in altre attività..
Il dermatologo a cui mi sono rivolto mi ha fatto provare diverse creme per le mani e antistaminici per via orale, ma l'unica che mi placa i sintomi è il Flubason emulsione (al cortisone).
Usandola per qualche giorno il prurito sparisce e le ferite guariscono, ma poi ciclicamente il problema si ripresenta, e non vorrei che a lungo andare anche il Flubason perda il suo effetto..
Cosa posso fare per eliminare la causa di tutto ciò alla radice?
Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
per poter aggiungere qualcosa a quanto già indicato dallo specialista che l'ha visitata è opportuno avere una diagnosi. La diagnosi va ridiscussa con il dermatologo il quale, in base al quadro, potrà eventualmente richiedere ulteriori esami, quali biopsia cutanea o prove epicutanee da contatto per fare degli esempi.
Senza una diagnosi precisa a distanza non possiamo aiutarla: i sintomi descritti non sono purtroppo mai sufficienti per la formulazione di una corretta diagnosi dermatologica che vede sempre nell'esame diretto il principale strumento di valutazione.
Ritorni pertanto dallo specialista e richieda la formulazione di una diagnosi precisa, se possibile (ad esempio eczema. psoriasi, disidrosi, ecc...).
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
Dr Brunelli,
visti i risultati negativi dei test allergologici, la diagnosi dello specialista è stata: Dermatite Atopica, secondo lui causata da stress e nervoso.
Sembra che non ci sia modo di prevenirla, ma solo di curarne i sintomi.. è vero?
[#3] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
La dermatite Atopica, oggi più propriamente denominata col vecchio appellativo di eczema costituzionale, è condizione dovuta ad un difetto congenito della funzionalità dell'epidermide. In pratica l'epitelio risulta più sottile e secerne un sebo più povero in alcuni acidi grassi. Si registra infine una riduzione dell'immunità locale con conseguente maggior propensione alle infezioni batteriche cutanee. Esistono tantissimi quadri di gravità variabile, anche senza sintomi apprezzabili. 
Questa condizione, come detto costituzionale, non si può cambiare, quindi a livello teorico non si guarisce. Tuttavia una attenta gestione dermatologica permette di migliorare i sintomi in modo talora molto marcato. Lo specialista inoltre potrà offrire una serie di consigli utili alla prevenzione delle ricadute, quali idratazione cutanea, utilizzo di trattamenti locali a cicli, utilizzo di tessuti in seta, ecc... ecc... Non è possibile purtroppo farlo a distanza se non genericamente quindi, ancora una volta, le confermo come indispensabile il contatto continuativo con il suo dermatologo di fiducia.
Cordialissimi saluti
[#4] dopo  
Utente 219XXX

Iscritto dal 2011
OK grazie dottore,
seguirò il suo consiglio e proverò a cercare col mio dermatologo qualcosa di utile per prevenire le ricadute.
Saluti e buon lavoro.