Utente 224XXX
Soffro di acne, perciò sono andato da un dermatologo, che ha diagnosticato acne pustolosa e mi ha prescritto:

IOSALIDE: 2 cp/giorno per 6 giorni e poi mezza cp al giorno per un mese.
CLINDAMICINA ed ERITROMICINA una volta al giorno da alternare.

Ebbene, quando sono andato dal mio medico curante per farmi prescrivere Iosalide e lui ha letto il foglietto del dermatologo, mi ha detto che è sbagliato prendere una dose ridotta di antibiotico (la mezza cp al giorno) perchè potrebbero proliferare dei batteri resistenti, quindi mi ha detto di prendere solo le 2 cp/giorno per 6 giorni e di sospendere completamente per un mese, per poi eventualmente rifare un altro ciclo, ma sempre a dose piena. Finora ho fatto come dice lui. Ma mi ritrovo fra due pareri medici discordanti: a chi dovrei dare ascolto? E un altro dubbio: come mai dopo un mese di terapia, l'acne sembra non essere migliorata? Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Mattozzi
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, gli antibiotici non vengono assunti in dose ridotta. Le consiglio di ricontattare il collega che le ha prescritto di assumere la dose ridotta del farmaco.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 224XXX

Iscritto dal 2011
Grazie del consiglio, anche se mi imbarazza un po' dare dell'ignorante a un dottore. Comunque a questo punto mi viene il dubbio che anche le dosi delle due pomate (Eritromicina 3% Crema e Clindamicina same gel) siano sbagliate, anche perchè nei bugiardini c'è scritto che andrebbero applicate 2-3 volte al giorno, mentre lui mi ha detto una volta al giorno e per giunta alternate..
[#3] dopo  
Dr. Carlo Mattozzi
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Non voglio entrare nel merito della terapia del collega, ma le consiglio di ricontattarlo. Probabilemente saprà spiegarle il razionale della sua terapia.
Saluti