Utente 230XXX
Gentili dottori,
vorrei avere alcune informazioni a riguardo degli esami del sangue che ho effettuato di recente.Ho cotratto la sifilide nel 2007 e mi sono accorto solo all'inizio del secondo stadio che si trattava di sifilide andando presso lo studio di dermosifilopatia dell' ulss della mia città dove lo specialista ha visto le macchioline rosse ( tipo varicella) sul corpo. Mi ha prescritto la diaminocillina fiale intramuscolari che ho eseguito. Ne ho fatte 18-20 una volta alla settimana.Ho fatto gli esami del sangue che prima della terapia erano: VDRL 1:64 TPHA 1:20480 e ora sono VDRL: negativa TPHA 1:5120.
Il dermatologo ha detto che il risultato era soddisfacente e di riverificarlo a distanza di tempo inizialmente ogni 3 mesi e poi 2 volte all'anno.
Io l'ho verificato e il risultato è sempre lo stesso. Ho rifatto la visita dermatologica ma con un'altra dermatologa perchè l'altro era andato in pensione. La dottoressa ha voluto che facessi una unica iniezione di 2 fiale intramuscolo di benzil penicillina benzatinica ( quindi diversa dall'altra) per vedere se si abbassava. Ho ripetuto gli esami a distanza di 6 mesi ma sono precisi agli altri. Cosa devo fare? Posso ritenermi "guarito" con questi valori? Vorrei anche capire che cosa rappresentano questi numeri se è possibile. Cosa è l'1 e cosa è il 5120?
Grazie mille dell'aiuto.

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
" Ne ho fatte 18-20 una volta alla settimana"...20 fiale di diaminocillina da 1.200.000?Consecutive?
Se non è guarito lei....:-)
Scherzi a parte ci sarebbe necessità , per scrupolo , magari di vedere le IgM, ma presumibilmente siamo in fase di guarigione.
Il numerino (5120)di cui chiede attiene semplicemente alla diluizione.
Più è alto , maggiore è la diluizione scalare e quindi maggiore è la concentrazione di anticorpi che possono essere riconosciuti all'esame e quindi maggiore la risposta dell'organismo all'antigene.
Cioè , in parole povere è meglio che il numerino dopo l'1 e la barra decresca.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
Utente 230XXX

...Un'altra cosa.. Ab. totali anti T.Pallidum (EIA) : presenti
vuol dire che avrò sempre questa risposta?
e poi con questi valori sono infettivo? cioè posso trasmettere il virus al mio partner anche non usando il preservativo? a me è stato detto di no. E' corretto?

Grazie della risposta

[#3] dopo  
Utente 230XXX

...Un'altra cosa.. Ab. totali anti T.Pallidum (EIA) : presenti
vuol dire che avrò sempre questa risposta?
e poi con questi valori sono infettivo? cioè posso trasmettere il virus al mio partner anche non usando il preservativo? a me è stato detto di no. E' corretto?

Grazie della risposta

[#4] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Si tratta di "cicatrice sierologica";lei , sulla base di quanto mi ha detto , è da ritenersi guarito e non infettivo.
Per uno scrupolo massimo però può fare l'Fta AbS IgM , smpre se il suo venereologo concorda.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#5] dopo  
Utente 230XXX

Grazie mille dott. Griselli
Consiglierebbe qualcosa di più come terapia, anche integratori o tipo di alimentazione da seguire?

Gentilissimo.

[#6] dopo  
Utente 230XXX

Ah.. le iniezioni che ho fatto erano in due volte .Prima 10, poi ho fatto gli esami.Poi altre 10 circa, e ho ripetuto gli esami.
Le iniezioni le ho sempre fatte al distretto della mia città e una volta alla croce rossa perchè era chiuso il distretto. Comunque sempre a cadenza precisa settimanale.