Utente 230XXX
Buonasera,
sono un ragazzo di 23 anni.Ho iniziato una terapia anticalvizie con una lozione di minoxidil al 2% ed antiandrogeni vari a novembre 2010.Il marzo successivo,su prescrizione del dermatologo che mi ha in cura sono passato ad una lozione più forte così composta: Minoxidil base 4gr,medrossiprogesterone acetato 0,5gr,canrenoato di potassio 0,5gr,17alfa estradiolo 80 mg ,triamcinolone acetonide 20mg, tocoferolo acetato 50mg , ginkgo biloba E.S. 50mg , acetone 5ml, glicerolo 5ml, glicole propilenico 18ml, etanolo q.b. 100ml .La lozione veniva applicata 2 volte al giorno,0.5 ml solo per le tempie al mattino,e 1.5 ml per tutta la testa alla sera.
Essa non mi ha causato nessun problema a livello sessuale(fino all'episodio che riporto in seguito,ammesso che sia stata lei la causa dei miei problemi),personalmente ho sempre avuto un forte desiderio,erezioni spontanee e mattutine,nonchè necessità fisica di masturbarmi massimo ogni 2-3 giorni.
Uno dei primi giorni di agosto, durante un rapporto con una partner occasionale, non sono riuscito a raggiungere l'erezione.
In seguito a quest'episodio ho avuto un repentino calo del desiderio,con totale assenza di erezioni spontanee.Circa 10 giorni dopo consultai l'andrologo,il quale attribuì i sintomi a un problema psicologico scatenato da quest'episodio dicendo che sarebbe passato spontanaeamente.
Decisi qualche giorno dopo di sospendere la lozione,ricordando che conteneva antiandrogeni,passando ad una lozione di puro minoxidil al 5%.Dopo circa tre settimane abbondanti,recuperai gradualmente libido ed erezioni(nella prima settimana di settembre in pratica).
A fine settembre,inizio ottobre reintrodussi per soli 4 giorni la vecchia lozione con antiandrogeni (convinto del fatto che si fosse trattato di un problema psicologico,dato il modo repentino in cui si presentò) e ritornai ad avvertire i sintomi che tuttora permangono a quasi due mesi dalla sospensione.Passai nuovamente al minoxidil puro per poi sospendere anche quello (da quasi 1 mese).
I sintomi che avverto sono desiderio sessuale nullo o quasi ,erezioni spontanee assenti,sensazione di formicolio allo scroto (quest'ultimo in vari momenti ma non costantemente)sensazione di avere il pene meno sensibile.In questo periodo di 2 mesi ho avuto 2 periodi di circa 10 giorni in cui la situazione è sembrata migliorare per poi ripeggiorare,ottenendo erezioni non del tutto soddisfacenti tramite forte stimolazione visiva o pensieri erotici.Riesco ad ottenere l'erezione sempre in caso di stimolazione tattile.Avverto più di frequente lo stimolo ad urinare,specie quando cerco di ottenere un'erezione(cosa difficoltosa).
Mi sta capitando diverse volte di risvegliarmi nel sonno accorgendomi di avere un'erezione piena,anzi direi che ogni volta che mi sveglio mi ritrovo con un'erezione. Ho fatto i dosaggi ormonali 10 g fa: testosterone 4.92 ng/ml ,DHT 25 ng/dl.Il PSA è nella norma: 0.57 ng/ml.Non ho mai assunto finasteride. Secondo voi il problema è fisico o psicologico?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Da come lo descrive si intuisce una forte componente psicologica, comunque se il problema persiste utile consulto congiunto andrologico-sessuologico.
Gentilmente riporti i valori di riferimento del testosterone e del Diidrotestosterone (DHT) che purtroppo sono variabili da laboratorio a laboratorio.
[#2] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Dunque : testosterone 4.92 ng/ml valori di riferimento : 1.8 - 7.8
DHT 25 ng/dl valori di riferimento 20 - 50 ng/dl
Su consiglio del dermatologo sto assumendo DAGA(integratore di arginina) da 3 giorni,dato che secondo lui il DHT è un pò basso,senza però notare alcun beneficio finora.
Per completezza, devo dirle di avere fatto una eco color doppler scrotale nel 2007 il cui referto dice che in entrambe le teste degli epididimi è presente una formazione cistica di 4 mm e che a sinistra è presente un varicocele di 3° grado.
Contestualmente feci anche uno spermiogramma che non rilevò nulla di anomalo.
In ogni caso fino all'incontro di agosto non avevo avuto nessun tipo di problema di libido o erezione che sono comparsi di colpo dopo quell'episodio.
Non ho mai fumato,non sono in sovrappeso,anche se devo dire che per ragioni di studio e lavoro faccio una vita molto sedentaria
[#3] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Volevo poi aggiungere che ho da tempo in programma un intervento di fistola anale, che ho rimandato per vari motivi,potrebbe essere una concausa del mio quadro di sintomi,concorrendo ad un'ipotetica prostatite,o le due cose non sono in relazione?
[#4] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Nessun altro medico vuole gentilmente aiutarmi con un suo parere?
[#5] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
E' probabile la concomitante presenza di una congestione-flogosi prostatica,associata alla fistola anale,che andrebbe verificata con un esplorazione rettale.

Peraltro l'assorbimento di estrogeni applicati sul pene può aver provocato un'alterazione dell'equilibrio estrogeni/androgeni con i sintomi da lei accusati (riduzione libido,assenza di erezioni mattutine,ecc).

Le consiglio di applicare la lozione a base di Minoxidil senza altre sostanze e di attendere con fiducia la ripresa delle sue normali performances sessuali.ù

Se ciò non dovesse accadere nell'arco di un mese,consulti un Andrologo per una valutazione completa e approfondita.

A presto.

[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
I benefici della terapia indicata dal dermatologo non sono visibili così rapidamente.

Segua poi il consiglio del collega Fina e, se i problemi non vengono superati dalla terapia indicata, bisogna sentire in diretta un esperto andrologo.
[#7] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Tendenza ai bassi valori della parte attiva del testosterone (DHT) fa pensare ad una influenza faramcologica supportata da una componente psicologica.
[#8] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Dottore,sono stato dal mio andrologo,il quale ha detto di ritenere poco probabile che una lozione sullo scalpo possa dare tali effetti,ed attribuisce i sintomi ad un generico stress.Secondo lui la fistola poi,non ha nessun legame con il quadro sintomatico.
In realtà io ritengo che per come si sia presentato il problema,un'influenza,la lozione, ce l'abbia avuta eccome,magari amplificata dalla componente psicologica.
Comunque, per sicurezza, il dottore mi ha prescritto i dosaggi di LH,FSH Prolattina ed Estradiolo,che riporterò non appena saprò i risultati.
Ho notato anche che nell'ultimo mese, la frequenza delle urine è molto irregolare,con giorni in cui vado in bagno ogni 2 ore alternati a giorni in cui è tutto più o meno normale.Feci le analisi delle urine,contestualmente coi primi dosaggi ormonali (quelli di testosterone e DHT),analisi in cui non fu rilevata alcuna anomalia.Quest'ultimo aspetto ,ammetto,potrebbe essere anche un problema generato da una certa ansia che mi porto dietro,visto che sono ormai più di 2 mesi che ho interrotto la lozione e continuo ad avere problemi di erezione e scarsa libido.
Il mio medico generico,mi ha prescritto anche dosaggi di cortisolo e ACTH.
Un'ultima cosa per adesso,ho notato negli ultimi giorni un visibile e pronunciato ispessimento delle vene che percorrono l'asta del pene.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

stia tranquillo e non continui in queste sue eccessive autosservazioni, un pò fobiche e già di per sé stressanti; faccia le valutazioni già richieste dal suo andrologo e poi ci aggiorni.

Cordiali saluti.
[#10] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,
personalmente non vedrei la necessità di fare e riifare dosaggi ormonali che sostanzialmente sembrano normali
qualche volta la assunzione di preparati dermatologici puo' avere effetti secondari spiacevoli di tipo andrologico mal definibili laboratoristicamente a cui si associano anche molti fattori di tipo emozionale.
Si faccia seguire da uno specialista e non butti i soldi cercando pareri diversi
cari saluti
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Per non scatenare ulteriori elementi di confusione, le consiglio di seguire attentamente tutte le indicazioni ricevute dal suo medico di fiducia, uno dei medici che ha potuto valutare in diretta il suo reale quadro clinico.
[#12] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Dottori,grazie per le risposte ricevute finora.Ho ricevuto i risultati delle analisi:

TSH : 1.67uUI/mL valori di riferimento :0.3 - 4.5
ACTH: 35 pg/mL valori di riferimento: 15 - 70 pg/mL
Cortisolo ore 8 22.0 ug/dL valori di riferimento :al mattino 7 - 23 post-prandiale: < 10
Cortisolo ore 12 13.4 ug/dL valori di riferimento :al mattino 7 - 23 post-prandiale: < 10
Cortisolo ore 17 14.0 ug/dL valori di riferimento :al mattino 7 - 23 post-prandiale: < 10
LH: 2.0 mIU/mL valori di riferimento: 1.2 - 8.6
FSH: 1.4 mUI/mL valori di riferimento: 1.5 - 20.0
Prolattina: 10.2 ng/mL valori di riferimento: 2.6 - 13.0
Estradiolo: 55.4 pg/mL valori di riferimento: <50

Considerando il fatto che ho interrotto la lozione da 2 mesi e mezzo,sono preoccupanti questi valori ormonali?
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Assolutamente no; senta ora il suo medico di fiducia e poi a ruota lo specialista di riferimento.
[#14] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Buonasera,
ho sentito il mio specialista e il medico generale.L'andrologo non ha ritenuto opportuno far nulla,mentre il mio medico generico vedendo l'estradiolo un pò alto,mi ha prescritto bioarginina 2 volte al giorno per 10 giorni ed 1 volta al giorno per i successivi 20 giorni,per ristabilire quel lieve squilibrio ormonale.
Devo dire che la bioarginina mi ha dato un certo miglioramento di erezione e libido,considerando che la utilizzo da 5 giorni.
Purtroppo però rimangono questo stimolo ad urinare molto di frequente durante la giornata ed una serie di fastidi (formicolii allo scroto,lievi bruciori alla punta del glande,una certa dolenzia dell'asta del pene,specie durante l'erezione,a volte prurito o pizzicore genericamente nell'area genitale)che ho notato essere più accentuati dopo l'eiaculazione.Potrebbero essere riconducibili appunto al problemino ormonale,o devo pensare siano altre le cause?
[#15] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Pensi ad altre cause e riconsulti il suo andrologo in diretta.
[#16] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Gentili Dottori,
Dopo una settimana scarsa di assunzione di bioarginina,i benefici sono cessati(finirò il trattamento fra una settimana circa).
Io non so se i miei problemi siano psicologici o derivino da uno squilibrio ormonale che si è stabilizzato,fatto sta che mi porto questi problemi avanti da 3 mesi e rotti dalla sospensione della terapia anticaduta, e francamente non credo più spariranno spontaneamente,senza intervenire dall'esterno.
Lo specialista che mi ha seguito finora, sostiene siano problemi psicologici,sulla base del fatto che le erezioni notturne che ho sono più o meno piene.Fatto sta che sostanzialmente non mi ha proposto nessuna terapia,farmacologica o psicosessuologica che sia, per cui intendo cambiare medico,dato che questa situazione spontaneamente non sembra evolvere nè in positivo,nè in negativo.
Mi chiedo,è possibile come sostiene lo specialista che mi ha seguito finora,che un ragazzo di 23 anni,sulla base di un problema esclusivamente psicologico,perda quasi totalmente il desiderio sessuale ed ottenga erezioni solo tramite stimolazione tattile?
[#17] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

alla sua ultima domanda le rispondo con un sintetico: sì è possibile!

Cordiali saluti.

[#18] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

è assolutamente possibile che un maschio in piena performance fisica e sessuale abbia delle erezioni solo dopo una stimolazione meccanica.
Cari saluti
[#19] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottor Pozza,
la ringrazio per il suo intervento,tuttavia conosco il mio corpo e ciò che ha sempre funzionato per me.Salvo questi ultimi 4 mesi, ho sempre avuto diverse erezioni spontanee lungo il corso della giornata,un forte desiderio e bastava un pensiero erotico per scatenare un erezione piena.
Capisco che col tempo ci sia un calo delle performances sessuali,ma graduale e non di colpo,come è avvenuto per me da un giorno all'altro,determinando la totale scomparsa di erezioni spontanee,un desiderio molto basso se non nullo ,ed a volte deboli erezioni causate da pensieri erotici.
Per non parlare dell'impellente stimolo ad urinare da cui sono colto ogni 2 ore(spesso producendo modesti quantitativi d'urina),e tutti i fastidi dell'area genitale che ho già ampiamente descritto(sintomi che si acuiscono nelle ore/giorni successivi ad un'eiaculazione).
Per cui non ho nessun dubbio che ci sia un problema,qualsiasi sia la sua natura e che vada risolto.
In ogni caso ho cambiato specialista,quest'ultimo mi ha prescritto una settimana di diario minzionale a cui faranno seguito ecodoppler penieno dinamico e successivamente esame NDT.
Eventualmente vi aggiornerò.
Cordiali Saluti.
[#20] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, vedo che ha iniziato un percorso diagnostico mirato e condivisibile.

Fatte le valutazioni poi naturalmente ci aggiorni, se lo desidera.
[#21] dopo  
Utente 230XXX

Iscritto dal 2011
Gentili Dottori,
Vi aggiorno sulla mia situazione.L'ecodoppler penieno dinamico non ha rilevato anomalie a livello vascolare ma la presenza di un "considerevole tono adrenergico" (testuali parole del referto).Sono ancora in attesa di effettuare l'esame NPT.
Per quanto riguarda il problema dell'impellente stimolo ad urinare, la settimana di diario minzionale che ho portato avanti, ha rilevato che in media la quantità di urina prodotta giornalmente è intorno ai 1100 ml,mentre la quantità di liquidi assunti è intorno ai 1300 ml.
Il problema è che questo litro abbondante di urina viene espulso in 7/8 volte che vado ad urinare durante la giornata,a causa del forte stimolo che si presenta.
Lo specialista per ora mi ha prescritto per quanto riguarda il problema di erezione del Levitra orosolubile da utilizzare all'occorrenza prima di attività sessuale o masturbatoria.
Per il problema dello stimolo ad urinare lo specialista, ritiene che io debba effettuare una sorta di "rieducazione" andando ad urinare non prima di 4-5 ore,anche in presenza di forte necessità.
Vorrei porre due domande:non sarebbe meglio consultare uno psicosessuologo per risolvere il problema di tono adrenergico anzichè utilizzare un farmaco che aiuti l'erezione?
E' possibile che il mio problema di forte stimolo ad urinare sia influenzato da questo problema psicologico che si è creato?
Cordiali Saluti.
[#22] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
1) Se sente la necessità di eseguire un percorso psicoterapeutico non esiti a farlo. Comunque ne riparli a riguardo con il suo andrologo quando eseguirà l'NPT test che ci dirimerà il dubbio.
2)Si! Le terminazioni nervose periferiche comprese quelle che innervano la vescica sono influenzabili dallo stato di tensione generalizzato.