Utente 185XXX
Salve sono un ragazzo di quasi 25 anni e da quasi sei mesi assumo 1mg di finasteride al giorno per combattere il problema calvizie.Questa cura mi è stata data da un ottimo dermatologo dopo che ha constatato l'inefficacia di altre curette,quali vitamine, integratori ecc.Ora dopo quasi 6 mesi ho notato notevoli miglioramenti,anzi sono proprio scomparse quelle piccole zone in testa dove si stavano "allentando"i capelli.Dopo questa premessa devo dire che il problema di cui voglio parlare è il seguente:ho notato già da più di un mesetto che pur non variando il desiderio sessuale (nel senso il mio desiderio verso le donne è rimasto invariato) il mio pene non ha più un erezione spontanea al solo contatto o bacio intenso o ancora un toccarsi reciproco con una ragazza,ma lo devo "aiutare" con l' utilizzo della mano e inoltre non è mai un erezione al 100 %,e poi nel cominciare il rapporto sessuale essa dipende molto dalle posizioni che si assumono nel fare sesso.....quindi spiegandomi meglio appena il pene non è sollecitato al massimo, pur avendo voglia sessuale a livello mentale,l'erezione diminuisce tornando anche al punto di partenza.Visto che ho letto che può essere anche un fatto psicologico voglio subito aferrmare che non è il mio caso altrimenti già avrei avuto prima questa situazione ,invece mi trovo al sesto mese di trattamento.Quindi riassumendo i problemi che ho notato nel trattamento di finasteride sono:mancanza di un erezione spontanea ,se il pene non viene sollecitato adirittura con mano è come "morto";mancanza di una vera erezione al 100%,ma si ha un erezione simile a quella che uno ha dopo aver avuto 2 o 3 rapporti sessuali nello stesso giorno;poi ho notato una diluizione dello sperma ,anche se ho notato che questo effetto varia in continuazione.settimane è denso e settimane sembra "acqua".ecco questo è il tutto,vorrei sapere grazie ad una vostra gentile risposta che fare,visto che non voglio aggravare la mia situazione in futuro.ovviamente è certo che quello che mi sta accadendo è dovuto a questo farmaco perchè non nè prendo altri.....vorrei sapere se questi sono sintomi di cui non preoccuparsi o invece di intervenire in qualche modo ......grazie di tutto aspetto una vostra gentile risposta ,cordiali saluti...

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
quello che lamenta per primo può essere un effetto collaterale ,reversibile alla sospensione, presente in una piccolissima percentuale dei casi .
La diminuizione del secreto prostatico invece ci può al limite stare se pensiamo ala attività della finasteride sulla prostata e non deve destare preoccupazione.
Ne deve parlare con il suo dermatologo per valutare il prosieguo della terapia.
cordialità
[#2] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
dottore quello che volevo sapere io è se posso o no continuare la cura..........e se lei non può dirmelo perchè non necessita di sufficienti informazioni riguardo la mia situazione, perchè ad esempio le servirebbe visitarmi, allora mi può consigliare dove devo andare per favore???nel senso quale specialista può dirmi al meglio ciò che devo fare???devo recarmi da un urologo,da un dermatologo o da un altro tipo di specialista ancora???grazie dottore aspetto un suo giusto indirizzo medico il più presto possibile .......cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Non si capisce qual'è il problema.
Torna dal suo "ottimo dermatologo" e glielo fa presente.Lui ha impostato la cura , lui deve gestire gli effetti collaterali, lui deve valutare con lei il rapporto rischi -benefici.
Lui deciderà se è il caso di proseguire ancora oppure no. Se fa ristrutturare casa sua , e poi vede crepe e crepette, che fa? richiama la ditta che ha fatto i lavori, no'?? Da chi altro vuole andare?
Le informazioni ci sono tutte ;i rischi in attuale son quelli di non avere delle performance sessuali superlative, scocciante ,lo ammetto, ma non così tragico! Quindi non comprendo il motivo di tanto scoramento.
Probabilmente le sospenderà la cura, ma certo non posso interpretare il modo di gestire i pazienti di un collega,
cordialità