Utente 235XXX
Buongiorno,
Spiego brevemente il mio problema circa 4 anni fa ho cominciato ad avere i seguenti disturbi :
Assenza di erezioni mattutine
Difficoltà ad avere erezioni
Problema di mantenimento erezione


Nel 2010 sono stato sottoposto a una ecografia peniena dinamica con somministrazione di 2.5 mcg di prostaglandina per via intracavernosa.

Valutazione clinica dopo FIC
Turgidità
Anomalie corpi cavernosi e/o tunica albuginea :nessuna

Analisi spettrale

velocità di picco sistolico arteria cavernosa destra ( 10 m ) 32cm/sec
velocità di picco sistolico arteria cavernosa sinistra ( 10 m ) 32cm/sec
velocità telediastolica arteria cavernosa destra ( 10 m ) 10cm/sec
velocità telediastolica arteria cavernosa sinistra ( 10 ) 10cm/sec
indice resistenza arteria cavernosa destra 0.69
indice resistenza arteria cavernosa sinistra 0.6
tempo di accellerazione arteria cavernosa destra : 64mmsec
tempo di accellerazione arteria cavernosa destra : 64mmsec
spessore medio intimale arteria cavernosa destra :0.2 mm
spessore medio intimale arteria cavernosa destra :0.2 mm
Conclusioni : l'analisi spettrale rivela una modesta componente disfunzionale veno-occlusiva

In questo momento sono in cura con il viagra con lieve miglioramento però con forti effetti collaterali vampate di calore e mal di testa

La mia domanda è questa c'è una cura definitiva a questa patologia ?Ci sono ulteriori esami da fare per accertare meglio il problema ?Cure naturali ?
Può un trauma testicolare portare una fuga venosa ? Causa una ginocchiata ho avuto una flogosi testicolare u paio di anni fa

Ringrazio anticipatamente tutti i medici per le loro risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Premesso che la diagnosi di "fuga venosa" è una diagnosi da "prendere con le molle proprio perchè molte volte
la fuga venosa si è rivelata non esserci, ciò che rende impossibile tale diagnosi è l'effetto positivo dell'assunzione del viagra, che in caso di fuga venosa , non da effetti.
Cordiali saluti
[#2] dopo  


dal 2012
Egregio Dott. Mallus
Con il viagra ho solo un lieve miglioramento nel mantenere l'erezione ad alti dosaggi.Cosa dovrei fare secondo lei ?Non c'è un modo per essere sicuri della diagnosi ?come mai non ho nessuna erezione notturna ?
Grazie per la sua risposta immediata
[#3] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Vede anche ad alti dosaggi con la vasodilatazione provocata dal viagra dovrebbe essere presente cmq una fuga venosa e non si dovrebbe avere erezione nemmeno al alti dosaggi ( 100 mg) di Viagra.
Da qs postazione non si può fare di più,occorre una corretta anamnesi di cosa sia successo 4 aa fa nella sua vita etcc,bisogna che ritorni a chi la ha in cura e non si rassegni a qs pseudodiagnosi , anche perchè in caso di intervento il rischio di stare esattamente come prima è altissimo se non sicuro.
[#4] dopo  


dal 2012
Nella descrizione ho specificato solo una parte dei miei disturbi.
Spiego meglio la mia situazione
Premetto che non sono una persona ipocondriaca
Circa 4 anni fa si sono presentati i seguenti disturbi senza causa apparente:

Insonnia,spasmi muscolari,emicrania,alopecia diffusa su tutto il corpo,rosacea,sensazione di tremore interno.

Ho consultato vari specialisti con le seguenti conclusioni :

Neuorologia : insonnia iniziale e di mantenimento,emicrania cronica forse dovuta a una lieve ansia generalizzata cura laroxyl 6 gocce sera ( esami effettuati risonanza magnetica encefalo,cervicale,lombare,elettromiografia arti inferiori e superiori ,ecg,polisonnografia,ecc )

Endocrinologo : Adenoma ipofisario secernente prolattina evidenziato dalla risonanza magnetica ( prolattina alta nel sangue ) cura parlodel 2.5 metà alla sera

Dermatologa : diagnosi leggera rosacea / effluvio cronico su aga con sospetto che sia un alopecia areata incognita

Psicologa : diagnosi lieve ansia generalizzata
Diverse sedute fatte senza capire la causa

Lei cosa ne pensa ? questi disturbi hanno una causa in comune ?
Sono confuso,sono 3 anni che vado dalla psicologa non sappiamo più cosa dirci


[#5] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Non sono specialista in nessuna delle specializzazioni elencate ma leggendo quanto sopra penso sempre più ad una diminuizione della potenza su base psicogena.
[#6] dopo  


dal 2012
Gli esami sono stati svolti in regime di ricovero( 3 settimane ) voluto dal neurologo che mi aveva in cura.Vado regolarmente da una psicologa più di questo cosa posso fare ?
La ringrazio per la sua disponibilità
[#7] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Intanto si rivolga ad un urologo che confermi la diagnosi di impotenza psicogena e poi l'urologo di sua fiducia provvederà a metterLa in contatto con uno psicologo sessuologo.
Capisco che sia un percosrso non facile ma, considerata la sua giovane età, è un percorso che deve seguire se ne vuole uscire fuori.
Cordiali saluti
[#8] dopo  


dal 2012
Seguirò il suo consiglio.Un ultima domanda l'impotenza psicogena elimina anche l'erezioni notturne che non ho più da anni ?
[#9] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Le erezioni notturne sono in netta dipendenza del suo stato d'animo quindi la risposta è si.