Utente 146XXX
Gentili dottori, martedì mattina mi sono sottoposta ad una seduta di luce pulsata su inguine e gambe effettuata da un medico chirurgo. All'inizio dell'inguine ho un tatuaggio e ho chiesto se era pericoloso passarci sopra con la luce pulsata. Il medico mi ha risposto di no (il che mi sembrava strano perchè ho sempre saputo che la luce pulsata non va fatta su pelli scure/abbronzate!) Mi sono fidata però!
Risultato: una volta tornata a casa mi bruciava e frizzava la zona finale del tatuaggio, ho richiamato il medico che mi ha detto di non preoccuparmi e di applicare una crema lenitiva (io ho usato il bepanthenol). Ho fatto ciò che mi ha detto fino a ieri sera quando mi è comparsa la classica bolla d'acqua da ustione sul tatuaggio! Stamattina si era rotta..ho lavato la zona con un sapone delicato e ho applicato uno strato di foille per scottature coprendo il tutto con una garza sterile. Adesso sono oltre che arrabbiata, molto preoccupata. Ho paura che si infetti la zona e che mi si rovini per sempre il tatuaggio!! Cosa devo fare??
[#1] dopo  
Dr. Stefano Battaglini
36% attività
0% attualità
12% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
Il pigmento scuro del tatoo ha captato l'energia luminosa della luce pulsata determinando una ustione. Le sconsiglio vivamente di utilizzare il foille in quanto frequentemente responsabile di dermatiti da contatto anche piuttosto importanti. La luce ad ogni modo non dovrebbe aver creato un danno importante nè alla sua cute nè al tatuaggio. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
sono davvero rammaricato di dover scrivere questa cosa ma purtroppo la luce pulsata sul tatuaggio non va mai fatta, ma nemmeno vanno fatte applicazioni di laser ad impulso lungo.
Si rivolga al più presto ad uno specialista in dermatologia per valutare le medicazioni e monitorare l'evoluzione.
Colgo l'occasione per raccomandare all'utenza che si sottopone a trattamenti laser o luce pulsata di rivolgersi a medici con specializzazione o che abbiano seguito corsi equipollenti.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per le vostre risposte, ho richiamato anche il medico che pareva sorpreso e pensava che la bolla d'acqua fosse stata determinata dallo strofinamento nella zona della mutandina (?). Sembra che non voglia ammettere di aver sbagliato. Domattina comunque tornerò nel suo studio a farmi controllare. Ho deciso di fare la luce pulsata da questo medico perchè la esegue di norma ed è specializzato per farlo. Mi sento male al pensiero che però nonostante tutto ho subito un'ustione. Spero che la cosa si risolva per il meglio, ma mi sento profondamente amareggiata.
[#4] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Non si fasci la testa: non è detto, come le ha giustamente illustrato il Dott. Battaglini, che debba avere degli esiti. Però mi raccomando d'ora in poi non si faccia toccare il tatuaggio nè con laser nè con luce pulsata, a meno ovviamente di non volerlo rimuovere con laser q switched (è l'unica tecnologia applicabile su un tatuaggio).
Io sono amareggiato quanto lei: nonostante tutti gli sforzi per rendere credibile il trattamento con la luce, sia laser che IPL, verifico continuamente atteggiamenti poco prudenti. Secondo me si dovrebbe istituire una sorte di "patente" per guidare queste macchine.
Cordialissimi saluti
[#5] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Sono ritornata dal medico che ha ammesso di essere stato poco prudente nell'effettuare la seduta di luce pulsata. Mi ha prescritto una crema cicatrizzante (Mavimed gel) da applicare finchè l'ustione non è guarita. Ho chiesto se non avrebbe danneggiato il tatuaggio e mi ha risposto di no. Voi che cosa ne pensate? E' veramente adatta?
[#6] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Signorina,
la crema è indicata a favorire i processi di cicatrizzazione quindi è adatta.
In linea generale le ustioni o comunque le ferite vanno seguite nella loro evoluzione poichè la medicazione può cambiare in base allo stato della lesione.
Di nuovo cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille dottore! Per disinfettare la zona ustionata cosa potrei usare invece? L'amuchina spray a base di sodio ipoclorito 0,115% va bene o è meglio un disinfettante a base di clorexidina? Mi scusi per tutte queste domande, ma ho paura che si infetti l'ustione!
La ringrazio ancora per la sua cortesia,
Saluti
[#8] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Quelli che cita sono sostanzialmente prodotti equivalenti.
Di nuovo cordiali saluti
[#9] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo dottore, da ieri ho cominciato la medicazione vera e propria dell'ustione. Sopra al mavimed gel applico la garza di connettivina e sopra un'altra garza sterile. Cambio il tutto due volte al giorno. Già stamattina ho notato che si sta formando una crosta sulla zona ustionata del tatuaggio. E' un buon segno?
La ringrazio ancora,
Saluti
[#10] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentilissima signorina,
Come le ho accennato è impossibile seguire a distanza l'evoluzione di una ferita. Da questa sede possiamo solo fornire indicazioni di carattere generale.
[#11] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Ha ragione dottore, penso che la prossima settimana andrò a farmi vedere da un dermatologo. E' solo che ho davvero paura che mi si sia rovinato il tatuaggio perchè la crosta che si è formata è nera e c'è un po' di liquido giallo..nel caso che mi si sia rovinato posso pretendere qualcosa da questo medico?
[#12] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Sono stata dal dermatologo e mi ha detto che si tratta di un'escara. Mi ha prescritto la soluzione Rifocin da alternare con la pomata Betadine. Mi ha detto che in teoria non dovrebbe rimanere la cicatrice..tra due settimane mi ricontrollerà di nuovo. Vorrei denunciare questo medico per l'accaduto, sono arrabbiata e frustrata...avete mai avuto casi di un'escara guarita senza cicatrici?
[#13] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Gentile Signorina,
Prosegua la frequentazione degli specialisti e risolva il suo problema con serenità. Da questa sede,
come le dicevo, ogni altra considerazione esula dagli scopi che si propone il sito.
Cordiali saluti
[#14] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Grazie comunque per il suo aiuto. Adesso sono molto più tranquilla dopo essermi fatta vedere da un dermatologo. Aggiornerò più avanti appena l'ustione sarà guarita!
La ringrazio ancora,
Saluti
[#15] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Gentili dottori, a quasi un mese di distanza l'ustione è completamente guarita, per fortuna non è rimasta nemmeno la cicatrice. La zona ustionata è rimasta solo leggermente lucida e ha tolto un po' di colore a quella parte del tatuaggio. Questa "lucidità" a cosa è dovuta? Tra quanto potrò ribattere questa zona del tatuaggio? Qualche mese è sufficiente o è meglio aspettare un anno?
Vi ringrazio per l'aiuto,
Cordiali saluti
[#16] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Bene, sono contento che si sia risolto tutto senza particolari problemi. La zona appare lucida probabilmente come espressione di tessuto nuovo, più giovane, che si è formato dopo il trauma termico. Le consiglio di far riposare la pelle almeno 4 mesi prima di riprendere il tatuaggio (quindi dopo l'estate sarebbe l'ideale)
Cordiali saluti
[#17] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille per il suo aiuto! Alla fine anche io sono felice che l'ustione sia guarita bene, poteva andare molto peggio. La dermatologa che mi ha visitato ha detto che adesso non occorre nessun altro tipo di crema/farmaco da mettere sulla zona ustionata, di lasciarla respirare. Ma se ogni tanto ci metto un po' di fitostimoline per aiutare la pelle a "riprendersi" dal trauma oppure un po' di bepanthenol per idratare per bene la zona può essere controproducente? E per questa estate è meglio mettere una protezione 50 plus?