Utente 238XXX
Buongiorno vorrei sottoporre il caso di mia nonna: ha 89 anni, circa tre mesi fa ha notato un gonfiore (senza prurito) al labbro superiore, successivamente anche a quello inferiore, alternandosi si gonfiava ogni giorno per una settimana.
Premetto che assume tenoretic al mattino, cardioaspirin a mezzo giorno, cardura alla sera e dermatrans 5 mg al mattino. Durante questo episodio stava assumendo propoli tintura madre che ho sospeso immediatamente.
Nel frattempo il medico ha consigliato di assumere telfast 120mg per due mesi circa.
Due giorni dopo aver smesso il trattamento, si è rigonfiato il labbro superiore (sempre senza prurito) allora il nostro medico le ha prescritto del deltacortene per pulirla da eventuali residui.
Finita la cura dopo tre giorni si è ripetuto il gonfiore ma questa volta al labbro inferiore, all mattina subito dopo aver preso dermatrans infatti abbiamo inzialmente pensato che si fosse toccata il labbro dopo aver toccato il cerottino, ma il gonfiore si è trasmesso dalla parte sinistra a quella destra del labbro, un edema.
Le abbiamo dato una pastina di deltacortene ma anche stamattina (quindi 24 ore dopo) non si è sgonfiata del tutto.
Specifico che ha fatto le analisi poche settimane prima che tutto iniziasse, tre mesi fa, e che queste andavano bene.
I gonfiori appaiono al mattino o a volte dopo i pasti ma secondo me potrebbe essere una medicina oppure qualcos'altro non dovuto alle cose che mangia dato gli orari in cui si presenta.
Lunedì neve permettendo le faremo le prove allergiche alle medicine ma intanto se si dovesse rigonfiare va bene ridarle deltacortene?
Grazie mille e scusi se non mi dovessi essere speigata bene.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Valerio Langella
40% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
…Gentile signora, verosimilmente il fastidio della sua nonnina (in termini medici angioedema labiale) è legato alla multipla associazione di farmaci che assume. Mi sembra strano che la signora non faccia una adeguata gastroprotezione (i farmaci che Lei ha elencato sono tutti gastrolesivi) e spesso l'angioedema labiale è legato ad un gastrite o ad un reflusso gastroesofageo anche silente nella sintomatologia.
Può provare a farle assumere un inibitore di pompa protonica per 4 settimane (tipo omeoprazolo) che non ha cmq effetti collaterali con prescrizione del medico curante e farLe evitare alimenti la sera che possono amplificare gastrite o reflusso (brodi, pomodoro, spezie, latte e derivati, cioccolato,menta).
Altra cosa, spesso l'angioedema labiale puo' essere causato da infezioni (gengivite, infezioni vie urinarie etc. anche senza febbre o sintomi), per cui anche un antibiotico a largo spettro in seconda istanza, è da prendere in consideraione.
Spero di esserLe stato di aiuto.
Dott. Valerio Langella
[#2] dopo  
Utente 238XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio infinitamente Dottore, è stato molto gentile e chiaro, lo farò sicuramente.
E' stato davvero d'aiuto per me.
Grazie veramente di cuore.