Utente 207XXX
Gent.mi Medici,

vorrei chiedervi un parere.
Ho notato che la mia ascella sinistra , nella parte più "esterna" è leggermente più sporgente dell'altra. Mentre la destra presenta un incavo pronunciato (normale) l'altra ha un incavo meno pronunciato e un pò sporgente, e se schiaccio sento come se il muscolo fosse in tensione. Inoltre sento una sensazione in tutto il braccio di "ffastidio-formicolio" come se qualcuno schiacciasse il tendine sotto l'ascella...
I linfonodi non sono infiammati in quanto non si sentono. Secondo lei può essere dovuto ad uno sforza, e in questo caso quanto ci metterà a "guarire"? Oppure la mia ascella è sempre stata così e non me ne sono mai accorta? E' possibile?

Ringrazio per la disponibilità.

Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Tutto è possibile, ma come si fa ad interpretare quanto scrive se non lo si vede e palpa (=visita) ?
Coinvolga il suo curante perchè tramite Internet non si può aggiungere alcun contributo.
[#2] dopo  
Utente 207XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta.
Oggi andrò dal mio medico di base, che sicuramente saprà consigliarmi al meglio...Anche perchè mi continuo a palpare la zona nel tentativo di "trovare" qualcosa di cui preoccuparmi e non riesco a capire se ho trovato un linfonodo ingrossato o mi sto facendo problemi inutilmente. (Mia madre 10 anni fa fu colpita da un carcinoma alla mammella, fortunatamente preso in tempo, dal quale è guarita eccellentemente, pur portandone le conseguenze che immaginerà). Sicuramente questa esperienza mi ha turbata (avevo solo 10 anni) e purtroppo mi sento in ansia per qualsiasi "sintomo". E' brutta l'ipocondria, ma sto cercando di imparare a dominarla. Sa, a volte ci si spaventa giustamente, altre volte per un'eccessiva ansia...e piuttosto che girovagare su internet a farsi una "autodiagnosi" ho imparato che è meglio chiedere a chi è esperto come voi, in attesa della visita del proprio medico.

Per questo colgo l'occasione per ringraziare infinitamente Lei e tutti i suoi colleghi per la disponibilità e la gentilezza nel rispondere a domande a volte anche ossessive e insistenti, trovando sempre il modo migliore per aiutarci a comprendere le nostre situazioni, anche se virtualmente.
Grazie mille per questo servizio che ci fornite!
Buona giornata!
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Stia tranquilla e provi a tenere a bada la sua ansia e non le malattie INESISTENTI

http://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html
[#4] dopo  
Utente 207XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Medico, ho prenotato la visita senologica con ecografia, ma vorrei anche un suo parere. La lieve sporgenza che avevo notato nell'ascella sin è scomparsa, ora le 2 ascelle sono identiche. Solo che palpando la zona esattamente sotto l'incavo ascellare, tra ascella e seno, ho trovato una specie di "pallina" che si muove tra 2 dita, di forma allungata e abbastanza dolorante (continuo a toccarmela). Dall'altra parte non c'è. Non riesco a capire se si tratti di un linfonodo o no, è molto mobile e piccola. Sento il seno sin molto più "fibroso" di quello destro. Anche stando a riposo, sento quella zona non dolente ma fastidiosa, come se ci fosse "qualcosa" che mi da fastidio.
Ora, aspettando la visita senologica, lei cosa può dirmi a riguardo? può tranquillizzarmi in qualche modo? Potrebbe trattarsi di una cisti? Come riconoscerla con l'autopalpazione?
La ringrazio e le porgo i migliori saluti
[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' probabile che si tratti di un linfonodo reattivo.

Faccia la visita PROGRAMMATA con tutta TRANQUILLITA'