Utente 228XXX
Buonasera dottore,stasera ho portato mio padre a fare una visita cardiologica visto che era molto tempo che non ne faceva,premetto che ha 65 anni e che ha sempre fatto e continua a fare sport,da giovane ciclismo e da 25 anni a questa parte tennis.
Stasera però purtroppo il risultato della visita è stato scioccante prima di tutto per lui e poi anche per tutti noi di casa,ossia il cardiologo gli ha trovato molte cose che non andavano bene e gli ha proibito categoricamente di fare sport,le scrivo il referto infausto: EOC: Azione ritmica soffio elettivo 3/6 alla base non segni stasi
ECG: Ritmo sinusale 65 b/min PQ 180 msec ventricologramma con evidenti segni di ipertrofia ventricolare
ECO: Atrio sin nei lim. norma,valvola aortica calcificata con ridotta escursione dei lembi valvolari,ecstasia della radice max 41 mm,ventricolo sin di normali dimensioni con ipertrofia parietale concentrica con normale cinesi sia globale che segmentale,frazione eiezione 58 % pericardio esente da lesioni.
L'ecodoppler mostra presenza di una valvulopatia aortica con gradiente transvalvolare sistolico massim. di 44 mmhge lieve insufficienza associata.
Si consiglia holter ecg
Ecodoppler vasi epiaortici
Analisi con emocromo,glicemia,creatinina,azotemia,elettroliti,transaminasi,quadro lipidico,ft3 ft4 tsh psa e fpsa
Terapia triatel 5 mezza cp la mattina da ottimizzare.
Questo è quanto,ora inanzitutto le chiedo secondo lei quanto è grave questa situazione,c'è pericolo di vita anche evitando particolari sforzi??Si immagini ora di punto in bianco che tipo di cambiamento di vita dovrà fare un uomo che fino a 10 giorni fa stava facendo le maratone sul campo da tennis!!
Il cardiologo che gli ha fatto la visita ha detto che comunque non è una situazione disperata,quindi di stare tranquilli e di fargli evitare solo particolari sforzi.
Poi invece abbiamo telefonato ad un cardiologo (infantile) amico di famiglia che quando gli abbiamo letto il referto ci ha allarmato ancora di più cominciandoci a parlare di sostituzione di una valvola ecc ecc.
Ora secondo lei a chi dobbiamo dare retta maggiormente??
Per finire le chiedo,nel caso di una sostituzione valvolare,sempre ammesso che vada tutto bene,com'è la vita della persona dopo l'intervento??Cioè può riprendere a fare una vita normale e magari chissà anche a fare sport oppure comunque deve fare sempre una vita molto attenta??
P.s. non è in sovrappeso e non ha mai fumato.
Che dirle,siamo tutti terrorizzati da questa cosa quindi speriamo tutti in una sua opinione il più presto possibile,grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
suo padre presenta una valvulopatia aortica, probabiolmente degenerativa, che allo stato, devo desumere, è rimasta del tutto silente. In tali casi, per valutare effettivamente il rischio di eventi avversi, è fondamentale l'esame Holter e probabilmente anche un test da sforzo. Proprio il tennis, che induce rapide accelerazioni cardiache, è forse lo sport meno adatto in tali circostanze, ma altri come il ciclismo in pianura o la corsa leggera, di certo non sono vietati se gli esiti degli accertamenti risultino ovvviamente negativi.
Allo stato e in un prossimo futuro, non si evince alcuna necessità di sostituzione della valvola.
Saluti