Utente 242XXX
Buongiorno,
ho 30 anni, sono portatore sano di anemia mediterranea ereditata da mio padre.
Fino all'eta' di 18-20 anni ho sempre fatto attivita' fisica per poi smettere completamente fino ad ora; in passato durante il periodo delle scuole superiori ed universitario ho esagerato un po' con l'alcol, le droghe leggere ed il fumo.Da ormai quattro anni ho smesso di fumare completamente e bevo al massimo un bicchiere di vino/birra la domenica quando vado a pranzo dai miei genitori.Due anni fa ho eseguito una biopsia epatica per accertamenti in base alle alte transaminasi (ALT>200 e AST>100) fortunatamente senza nessun riscontro negativo, mi e' stato semplicemente detto che le transaminasi alte in alcuni pazienti esistono e non si sa bene per quale ragione.Praticamente in tutti gli esami del sangue che eseguo attualmente le transaminasi sono sempre alterate, idem per il colesterolo, che fin da bambino ho sempre avuto alto.Mi e' stata quindi accertata l'ipercolesterolemia come patologia ed ho iniziato la cura con Pravastatina dal settembre 2011.Prima dell'inizio della cura ho eseguito una esame per verificare l'ingrossamento delle carotidi (che ha dato buoni esiti anche se vi era un leggero inspessimento delle stesse) e un esame da sforzo cardiaco (con esiti buoni, nessuna aritmia etc).
La Pravastatina non mi ha mai dato problemi anche se nelle controindicazioni nel foglietto illustrativo vi e' segnalato qualche possibile problema di iterazione con pazienti che hanno problemi epatici e le mie transaminasi lo testimoniano.Dagli ultimi esami del sangue eseguiti in Novembre 2011 comunque, il colesterolo e' rientrato nel range con il valore di 199, quindi al limite.
Da un paio di giorni a questa parte pero' lamento degli indolenzimenti muscolari al braccio sinistro, come se me lo sentissi piu' debole di quello destro.Il dolore e' abbastanza forte per qualche minuto per poi alleggerirsi e scomparire dopo qualche ora.
Nelle controindicazioni della Pravastina leggo sempre che puo' comportare affaticamenti muscolari
Mi piacerebbe quindi sapere se e' possibile che gli affaticamenti muscolari sopra descritti si manifestino dopo vari mesi dall'assunzione del farmaco o solitamente avvengono dopo poco.
Se al contrario invece riteniate che non sia dovuto al farmaco, e' opportuno farmi prescrivere dal mio medico curante accertamenti tipo elettrocardiogramma o similari?
Inoltre, in generale, in base sempre alle mie alte transaminasi, pensate che siano dovute al colesterolo alto e/o alla mia anemia mediterranea?Su questo argomento per ora nessun dottore mi ha saputo dare una spiegazione e sinceramente un po' la cosa mi disarma.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
ripeta di nuovo gli esami del sangue riguardanti transaminasi e CPK, cosi' si potra' effettuare diagnosi definitiva sui suoi disturbi.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno,
come ho gia' scritto precedentemente nel primo post, gli esami sono da lei elencati sono stati gia' tutti eseguiti con gli esiti sopra descritti; mi sono dimenticato di aggiungere che ho anche eseguito gli esami per i marker dell'epatiti e sono risultati tutti negativi.
Ancora ad oggi nessun dottore sa darmi una spiegazione ne una diagnosi definitiva se non l'ipercolesterolemia.