Utente 242XXX
Salve,
assumo Benur da circa un anno a causa di una sclerosi del collo vescicale. Questo farmaco mi è stato prescritto in sostituzione dell'Omnic che prendevo prima (da un altro anno), in quanto stiamo cercando di avere un figlio.
L'Omnic mi causava una sostanziale diminuzione del carico spermatico, ma anche il Benur non è privo di effetti collaterali in questo senso.
Essendo ora 7 mesi che stiamo tentando il concepimento, sto provando ad interrompere l'assunzione del farmaco una settimana prima del periodo dell'ovulazione di mia moglie, oltre a voler procedere anche con uno spermiogramma.
Il mio quesito è il seguente: ci sono controindicazioni all'assunzione del farmaco "a singhiozzo"? Posso cioè interrompere il farmaco per il periodo fertile e riprenderlo subito dopo? Quanti giorni prima dovrebbe essere interrotta l'assunzione del farmaco per portare beneficio al flusso spermatico?
In caso di spermiogramma, è consigliabile interrompere l'assunzione del farmaco ed eventualmente quanti giorni prima dell'esame?
Grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
piuttosto che prendere a singhiozzo quel farmaco, valuterei, di concerto col suo urologo di riferimento, l' assunzione di un minimo dosaggio, ovvero la sostituzione con altro alfa-litico. Inoltre eseguirei spermiogramma in corso di assunzione di farmaco dopo aggiustamento di posologia e qualità. Di qua non possiamo prescrivere farmaci, ma solo dare indicazioni di massima, per cui non riesco ad essere più preciso.
[#2] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la risposta.

Al momento prendo mezza pasticca di Benur, quindi 1mg, quantità difficilmente riducibile, visti anche i limitati effetti benefici in questa dose, datami proprio per ovviare al diverso impatto che l''Ominic aveva nei riguardi del quantità di eiaculato.
Procederò quindi con il continuare l'assunzione, anche in corrispondenza dell'eventuale esame spermiogramma, poi eventualmente vedremo cosa esce fuori tramite l'analisi dei risultati.
Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Così ci siamo, non sapevo di Tamsulosina, che in effetti fa problemi su eiaculazione a volte.