Utente 242XXX
Sin da l'eta di 14-15 anni ho sempre sofferto di naso chiuso , dovevo sempre soffiarmi il naso in continuazione.
Nel 2007 mi viene diagnosticato :deflessione settale alta verso sx e bassa verso dx, turbinati ipertrofici e rinorrea sierosa, prick test positivo cipresso 1su3 , derm pteronyssinus 2su3.
prenoto intervento di settoplastica+turbinotomia inferiore.
qualche settimana dopo riprendono i problemi sempre di rinorrea, terapia a base di spray nasali che non risolvono.rifaccio prove allergologiche che tramite prick test risulto positivo al cipresso e acaro, mentre tramite dosaggio IgE specifiche dove risulto positivo ma lievemente al cipresso ma negativo all'acaro(ma puo essere che 2 test diano 2 diversi esiti?)
nel 2010 inizia un nuovo sintomo, sensazione di briciola in gola e difficolta a deglutire solo la saliva.inizilamente diagnosticato reflusso ,con iperemia delle aritenoidi assunzione di pantorc prima da 20mg , poi da 40mg.per diversi mesi piu cura eradicante per helicobacter pylori.luglio 2011 esofagostroduodenoscopia con biopsia EGDB,risultato nella norma , non solo non ci sono eosinofili ma neppure segni di esofagite microscopica,il gastroenterologo pensa non sia reflusso ma potrebbe essere post nasal drip
fine 2011 tac che ri-rileva ipertrofia turbinati(non se ne era mai andata)quindi prenoto DTC sottomucosa dei turbinati inferiori in AL + sedazione che eseguiro il 22 marzo.

Ho fatto anche un esame di citologia nasale ,anche se mi hanno chiesto alla cassa se si trattava di eosinofili, ho risposto di si , ma poi quando sono arrivato a casa ho scoperto che ci possono essere

1) NARES ( rinite non allergica eosinofila ).

2) NARESMA ( rinite non allergica eosinofilo-mastocitaria ).

3) NARMA ( rinite non allergica mastocitaria).

4)NARNA (rinite non allergica neutrofila).

Hanno cercato solo gli eosinofili ?
Avrebbero dovuto , per fare un analisi completa , cercare altro ?
O e' tutto regolare ?


QUESTO IL RISULTATO DELL 'ESAME

strisci da fossa nasale dx. e sn.

presenza di muco ,epiteli cilindrici di tipo respiratorio e granulociti neutrofili

presenti rari granulociti eosinofili


ORAMAI SONO ANNI CHE VADO AVANTI CON QUESTA RINORREA ACQUOSA , PASSO LA GIORNATA A SOFFIARE IL NASO


Consiglia di provare con il vaccino ITS ?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
con tutti i limiti della valutazione a distanza, ho l'impressione che si debba ancora (e definitivamente) fare chiarezza: dal punto di vista allergolgico, innanzitutto le sensibilizzazioni devono essere confermate e correlate al quadro clinico; dal punto di vista ORL, la stessa cosa deve essere fatta per l'aspetto macroscopico della mucosa nasale e per quello citologico.
Questo perché ovviamente la diagnosi (che scaturisce dalla discussione di questi elementi) rappresenta il punto di partenza per la corretta terapia, che non è solo chirurgica - in assenza di terapia medica certe condizioni tendono a recidivare, e potrebbe essere anche il Suo caso, dato che è già successo una volta.
Lei ha già fatto valutazioni specialistiche allergologiche e rinologiche ma non è arrivato ad una conclusione. In questi casi è difficile dare un consiglio, perché probabilmente - come quanto detto in precedenza lasciava già intendere - si dovrebbe ripartire quasi da zero e, se necessario, con un approccio interdisciplinare.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
la ringrazio per la risposta

purtroppo ogni tentativo a base farmacologica non ha funzionato,la rinorrea acquosa non ha mai smesso , si intensificava col freddo .

prick test ne ho gia fatti 3 nel corso di questi anni e segnalavano sempre cipresso e acari ( per i quali ho provveduto ad acquistare cuscini , copricuscini , materanno e coprimaterasso antiacaro)

esame del sangue negativo per acari( come e' possibile ? ) e leggermente per il cipresso.

vorrei un suo parere (per quello che puo valere tramite un forum) riguardo il tipo di esame citologico e il risultato


Nella prescizione c'era scritto solo esame citologico
ma mi hanno chiesto alla cassa se si trattava di eosinofili, ho risposto di si , ma poi quando sono arrivato a casa ho scoperto che ci possono essere

1) NARES ( rinite non allergica eosinofila ).

2) NARESMA ( rinite non allergica eosinofilo-mastocitaria ).

3) NARMA ( rinite non allergica mastocitaria).

4)NARNA (rinite non allergica neutrofila).


Ma nel mio caso hanno cercato solo gli eosinofili ?
Avrebbero dovuto , per fare un analisi completa , cercare altro ?
O l'esame e' stato fatto in modo esaustivo dato il risultato qui sotto ?


QUESTO IL RISULTATO DELL 'ESAME

strisci da fossa nasale dx. e sn.

presenza di muco ,epiteli cilindrici di tipo respiratorio e granulociti neutrofili

presenti rari granulociti eosinofili

COSA NE PENSA ?
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Riguardo alla discrepanza tra prick test e dosaggio delle IgE per acari, posso dirLe che si tratta di un evento inusuale ma possibile.
La colorazione effettuata per individuare gli eosinofili è in grado di evidenziare anche le altre cellule (nel referto può infatti leggere della presenza di granulociti neutrofili oltre che di rari eosinofili), pertanto da questo punto di vista direi che l'esame possa essere considerato esaustivo.
Il dato citologico è da correlare a quello macroscopico (al quale non ha mai fatto riferimento) e al quadro clinico nel suo insieme, che potrebbero indurre ad ipotizzare una forma vasomotoria prevalente (in un soggetto che presenta anche sensibilizzazioni verso allergeni stagionali e perenni).
Ma, ovviamente, in ogni caso il tutto dovrebbe essere valutato direttamente da un collega esperto pure in citologia nasale (disponendo dei preparati citologici).
Pertanto il mio consiglio resta sempre quello di una rivalutazione specialistica complessiva.
Saluti,
[#4] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
intanto la ringrazio per la risposta

vorrei una delucidazione su questa sua frase

Il dato citologico è da correlare a quello macroscopico....


cosa intende per macroscopico ? purtroppo tutto quello che so riguardo alle mia analisi l'ho riportato nei post precedenti


trovare un otorino specializzato in citologia dalle mie parti(prov pordenone) e' dura , spero che l'otorino che deve operarmi giovedi per ipertrofia dei turbianti ne capisca un po, perche tramite il sito dell' AICNA non risultano ce ne siano , a meno che il sito non sia aggiornato

ps: se fossi un suo paziente , mi prescrirrebbe il vaccino anti acaro tenedo conto che ho gia materasso , coprimaterasso e copricuscini antiacaro?
piu o meno ha idea di quanto puo costare all' anno ?
[#5] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Quando parlo di dato macroscopico mi riferisco semplicemente a quello che si può vedere, macroscopicamente appunto, con una rinoscopia (quindi alla visita ORL). Pertanto gli elementi che emergono dalla citologia e dalla visita devono essere poi valutati tutti insieme nel contesto dei sintomi che riferisce.

Non posso esprimermi sull'indicazione all'immunoterapia nel Suo caso specifico. Per farlo dovrei visitarLa.

Saluti,
[#6] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
se per rinoscopia si intende l'utilizzo di quel tubicino flessibile(con telecamera ? ) che l'otorino inserisce dal naso ,ne ho fatta piu di una


hai idea grosso modo quanto puo costare l'anno la terapia con vaccino ?
[#7] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
«se per rinoscopia si intende l'utilizzo di quel tubicino flessibile (con telecamera?) che l'otorino inserisce dal naso»: proprio quello, ma anche una più semplice rinoscopia anteriore senza "tubicino".

«hai idea grosso modo quanto puo costare l'anno la terapia con vaccino?»: è variabile a seconda del prodotto (modalità di somministrazione sottocutanea o sublinguale o altro ancora; azienda produttrice) e dello schema di somministrazione. Orientativamente a partire dai 500 euro in su all'anno, per almeno tre anni. In alcune regioni d'Italia il Sistema Sanitario locale rimborsa parzialmente o completamente tale spesa.
L'indicazione all'immunoterapia specifica (e la relativa prescrizione) è posta dallo specialista allergologo.

Saluti,
[#8] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
secondo lei il risultato citologico cosa dice ?
[#9] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Le ho già rispoto al #3.
Saluti,
[#10] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
giovedi ho fatto l'intervento ipertrofia turbianti, fatto il test citologico, considerando che

negl'anni ho provato con :


04/2009 allergodyl spray per un mese
o
07/2009 eltair 100mg per un mese+aerius 5mg alla sera + prick test positivo acari e cipresso
o
12/2010 aerius 1cps al giorno+ avamys 2 spruzzi al gioron per 2 mesi
o
07/2011 delcacortene 25 mg 1cps al giorno circa 2 settimane ,la stessa visita ho fatto prick test positivo acaro pteronissinus+cipresso ma IgE specifiche acaro 0.11ku/L e cipresso 0.39 ku/L ,la scala va da 0 a 0.34 , da 0.35 a 0.69 per bassa componente allergenica e via via le altre classi.l'allergolo scrive lievissima sensibilizzazione al cipresso e al dermatofagoides pteronissinus,mentre negativi sono risultati DER P1 e DER P2 ,gli allergeni maggiori degli acari.data la risposta negativa a antistaminici ,steroidi topici nasali e steroidi fanni ipotizzare che la causa della rinite sia di natura extra allergica.

cosa mi resta da tentare per il naso perennemente chiuso e per la perenne rinorrea acquosa ?
[#11] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
È una domanda da rivolgere ai colleghi che possono seguirLa direttamente. Solo loro possono stimare l'importanza delle varie componenti e giudicare quale terapia sia la più indicata, a quali dosaggi e per quanto tempo.
Mi spiace ma io non posso fare altro che ripetere sempre le stesse cose: non credo che ci sia margine per ulteriori commenti sul Suo caso specifico.
Cordialmente,
[#12] dopo  
Utente 242XXX

Iscritto dal 2012
la ringrazio