Utente 217XXX
Chiar.mi Specialisti,
sono un ragazzo di 16 anni, che recentemente ha praticato un paio di volte la masturbazione anale. Sono eterosessuale, e su questo non nutro alcun dubbio, motivo per cui non intendo scrivere di ciò.
Dopo aver stimolato la prostata con un oggetto dal diametro di un paio di centimetri, lungo circa 10 centimetri, noto una leggera perdita ematica anale e del sangue sulle feci.
Potrebbe essere la genesi di una futura proctorragia? Supponendo che non venga praticata nuovamente la masturbazione anale, potrei incorrere in incontinenza fecale? Ho incorso in qualcosa d'irreversibile?
Grazie mille in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo, dire quello che puo' succedere in futuro non e' possibile. Quello che si puo' dire adesso e' che sicuramente ci sara' stata una lesione anorettale (escoriazione, lacerazione emooroidaria). Solitamente il sanguina mento si auto limita e raramente bisogna ricorrere ad una visita urgente. Valuti l'evoluzione e la necessita' di una valutazione proctologica.


Cordialmente.


[#2] dopo  
Utente 217XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio sentitamente per avermi risposto. Sarebbe quindi opportuno attendere, e prestare particolare attenzione ad un'eventuale incursione d'incontinenza fecale? Potrebbe gentilmente illuminarmi sul problema "emorroidi": ciò ch'è accaduto aumenta o potrebbe aumentare le probabilità d'incorrere in malattia emorroidaria? Esiste un nesso tra quest'ultima e la mia spiacevole esperienza?
[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non vedo proprio i motivi di una incontinenza fecale, mentre per parlare di malattia emorroidaria bisogna fare prima la diagnosi di emorroidi. Le emorroidi, poi, nella loro storia naturale possono complicarsi con un sanguinamento.

Saluti

[#4] dopo  
Utente 217XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio. Saluti a Lei.