Utente 155XXX
buonasera, da circa due anni e mezzo cerchiamo una gravidanza ma senza risultati. dopo i vari esami è stata riscontrata a mio marito una oligozoospermia
l' ultimo spermiogramam di maggio 2011 riporta i seguenti valori:
concentrazione per ml 3,5 mil, concentrazione per eiaculato totale 10,05, cellule mobili 30%, concentrazione cellule mobili 1,0 mil
concentrazione forme progressive 0,4 mil, astinenza tre giorni. adesso è in cura con sargenor tre fiale al giorno e rovigon 1 -2 compresse al giorno, ma dopo circa quattro mesi nessun risultato, gli esami ormonali ok tranne il testosterone un po basso. varicocele di 2 grado ad ambo i lati , che ci dicono non operabile a 43 anni. vorrei un consiglio sulal terapia , va bene o può essere integarat e se il varicocele è di secondo grado cosa ha causato questi valori. premetto che abbiamo fatto tre spermiogrammi in centri diversi ed hanno dato risultati diversi . può essere anche lo strss ? bisognerebbe eripeterlo di nuovo?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

l'esame del liquido seminale deve seguire i criteri dell'Organismo Mondiale della Sanità (WHO) per essere attendibile, altrimenti no essendo confrontabile non ha nessun valore.
Quello che ci ha proposto non segue tali criteri ed è quindi inattendibile. Per poterle dare un consiglio servirebbero altri dati come i dosaggi ormonali e se possibile l'ecodoppler con i valori ecografici (volumi testicolari e altro).

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Maretti che mi ha preceduto, se desidera poi avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia, può leggere anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl’indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/660-miti-realta-maschio-infertile.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/214-stile-vita-ed-infertilita.html

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html .

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentle. sig.ra

In una coppia che cerca figli, l'età della donna è un elemento molto importantre poichè ad ogni età la percentuale di concepimento si modifica. Infatti a 23 anni, ogni ovulazione ha il 28% di probabilità di trasformarsi in gravidanza, a 39 anni le probabilità sono dimezzate, a 40 sono 12%, a 42 sono 10%, un anno dopo fra 8 e 5, poi sempre meno.

Quindi dopo una valutazione generale che terrà conto dei dati che ho richiesto precedentemente e della sua età, sarà possibile darle un corretto consiglio.

Un cordiale saluto
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Cara lettrice,
al di là dalla possibilità di leggere un liquido seminale in maniera assolutamente rigorosa quello che lei riferisce fa intravedere un basso numero di permatozoi dotati di una motilità non adegauata e quindi con poche possibilità di fecondare.
Potrebbe essere importante conoscere la sua di età, (Se superiore ai 35 anni sarei poco propenso a pensare ad una possibile gravidanza naturale) credere che la terapia (integratori) possa servire a qualcosa è altrettanto diffcile anche se non fanno male e, quindi, possono essere assunti.
Da un punto di vista ginecologico, qual'è la sua situazione?
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
gli esami orminali fatti sono.
di mio marito
fsh 5,09
estradiolo 29,8
testosterone 2,56
prolattina 9,6
psa 0,620
inibina b 130,3
shbg 26,60
microdelezione cromosoma y uty1 presente
dby1 presente
dby2 presente
omocisteina 22,2
ft3 3,43
ft4 1,28
tsh 1,770
lh 1,90
studio ecografico testicoli di volumetria pari a 16 ml sia a destra che a sinistra, modesto idrocele a sinistra,varicocele di 3 grado a sinistra, a sinistra ectasia di qualche ramo pampiforme con calibro massimo paria a circa 2,3 mmm, in fase di ponzanamento di 3,2 mmm, al doppler a riposo assenza deflusso, in fase di ponzanamento comparsa di deflusso la cui velocità al doppler è di circa 17 cm al secondo.
io ho 38 anni ed ho fatto tutti controlli recenti compresa l' isterosalpinografia e sto a posto. ho un ciclo breve con ovulazione che generalmente non raggiunge mai i 289 giorni, ultimamente è di 24/26 giorni, dura circa 3 giorni, il 4 è scarsissimo. cosa ci consigliate grazie mille per ogni risposta.
[#6] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
devo correggere , chaiarmente intendo i 28 giorni e non i 289 giorni.
abbiamo probabilità con una iul, il mio ginecologo mi ha fatto fare l' isterosalpinografia perchè vorrebbe con integratori dopo sei mesi di cura tenatare una iu, è giusto ho sentito dire di cure con esami del sangue ad entrambi.
premetto che ho fatto anche l' isteroscopia ed è tutto ok dove ho tolto un piccolo polipo sul canale di ingresso, ed ho una piccola piaghetta, ma il mio ginecologo dice che non c' entra assolutamente.
rispondetemi per favore garzie mille
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

riguardo al problema sterilità di coppia, nel vostro caso sarebbe consigliabile una tecnica di fecondazione assistita che solo un centro dedicato a tali problematiche vi potrà proporre.

Negli ultimi anni è stato dimostrato che il 5-10% dei casi di oligo/azoospermia è imputabile a problemi genetici e così sembra rientrare anche suo marito infatti come ci ha riportato, sono presenti microdelezioni del cromosoma Y.

La sua età e la ricerca per ben più di due anni consigliano di procedere per una tecnica di inseminazione in vitro, dove però la presenza di microdelezione del cromosoma Y, determinerebbe la possibilità di trasmettere ad un figlio lo stesso problema di sterilità del padre.

Un cordiale saluto
[#8] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
mi scusi ma se con queste fiale di arginina e vitamina e migliora lo sperma, potremmo tenatre una iu e non la fecondazione in vitro, ho visto che esistono anche inieziopni citoplasnmatiche con buone possibilità di successo. premetto che tutti i cugini di mio marito hanno figli e mia cognat ane ha una ma l ha avuta senza fecondazione assistita. lo stess può causare problemi, mio marito fa circa 40 km aal giorno per lavoro e poui svolge un lavoro seduto. influisce. graziee
[#9] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.le utente

il problema di suo marito, non è risolvibile nè con l'attività fisica nè con la sedentarietà nè con arginina o viatmine ma dagli esami che ci ha riportato nella precedente, è di tipo genetico e va affrontato in un centro dedicato a problematiche riproduttive.

Ancora un cordiale saluto
[#10] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Cara Utente,faccia riferimento,unicamente,alla competenza specifica di un andrologo e ginecologo reali e non si faccia condizionare da messaggi "carpiti" dal web e/o da esperienze di persone a Lei vicine.Come ha più volte sottolineato il Dr. Maretti,il vostro va gestito con molta attenzione,senza banalizzazioni.Cordialità.
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

per mia curiosità personale, ma è sicura di aver riportato correttamente i dati che si riferiscono alle "microdelezioni": cromosoma y uty1 presente, dby1 presente ,dby2 presente .

Ci invii in modo preciso quello che sta veramente scritto sul referto che le ha dato il suo laboratorio.

Cordiali saluti.
[#12] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
caro dott. beretta, l' andrologo da cui ci siamo rivolti ci ha prescritto la ricerca molecolare del cromosoma y (locus azf) vi scrivo precisamente tutto il responso:
campione analizzato: sangue periferico
l' analisi molecoalre delle mutazioni descrittte è satta eseguita su DNa estartto dalle cellule linfocitarie( estrazione DNA/rbna cod. reg. 91,36,5) mediante 7 reazioni di amplificazione multiplex-pcr ed elettroforesi di 18 siti specifici del cromosoma y deputati al controllo delal fertilità maschile e responsabili del fenomeno di azoospermia in soggetti ipofertili.
valore normale_ presente
sy84 presente
sy 86 presente
sy 127 presente
sy 134 presente
sy 138 presente
sy 139 presente
sy 220 presente
sy 147 presente
sy 149 presente
sy 150 presente
sy 269 presente
sy 254 presente
sy 255 presente
yrrm1 presente
sy 158 presente
uty1 (azfa) presente
dby1 ( azfa) presente
dby2 trascritto alternativo presente
questo è il responso, l' andrologo non ci ha parlato di danno genetico, vi prego auiutatemi, non ci capisco più nulla, vi prego datemi un consiglio, cosa devo fare, dove devo andare grazie mille
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

da quello che ci scrive, il discorso genetico ora sembra essere più chiaro e, come le ha riferito il suo andrologo, non sembrano esserci problemi.

Detto questo poi il passo successivo è sempre seguire attentamente tutte le indicazioni terapeutiche che sempre il vostro andrologo vi darà; queste potrebbero anche prevedere il ricorso a tecniche di riproduzione assistita ma qui ci fermiamo perché non possiamo essere noi a dare l'indicazione finale.

Comunque, se desidera poi avere informazioni più dettagliate su queste procedure, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/1026-inseminazione-intrauterina.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/215-fecondazione-vitro-icsi-svolgono-avviene-laboratorio.html .

Un cordiale saluto.
[#14] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

concordo con quanto detto dal mio collega, dr. Beretta, ora il discorso genetico ha evidenziato la piena normalità quando invece dal suo precedente post sembrava esattamente il contrario.

Come vede per avere informazioni corrette bisogna riportare chiaramente tutti gli esami fatti e comunque, le voglio rammentare che la probalità che ogni ovulazione ha di trasformarsi in gravidanza di concepimento in una donna all'età di 38 anni è intorno al 15% e con il passare degli anni sempre meno.

Ancora un cordiale saluto