Utente 175XXX
Salve, è da più di due mesi che faccio l’eparina (e non so ancora per quanto tempo, a proposito per quanto tempo la devo fare?) per un trombo alla grande safena zona polpaccio. La cura è iniziata tardi e il trombo, che al primo ecocolordoppler ostruiva per ¾ il lume della vena, ha chiuso completamente la vena. Su internet ho letto che l’eparina serve a non fare espandere il trombo, mentre per scioglierlo ci vuole un fibrinolitico. A me stanno facendo fare solo l’eparina, e vorrei sapere se va bene lo stesso. E poi vorrei sapere definitivamente, poiché sento e leggo pareri discordanti o non chiari, se l’aria presente all’inizio o alla fine della siringa va iniettata! Grazie per l’eventuale risposta e cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
http://www.ulss5.it/binary/ulss5/t_uo/Iniezioni_sottocutanee_di_eparina.1223735215.pdf

L'uso dei fibrinolitici rappresenta una terapia molto critica e gravata da un discreto margine di rischio: viene impiegata in terapia intensiva in situazioni di gravità tale da compromettere la vita del paziente (embolia polmonare, infarto del miocardio, flebiti ischemizzanti, trombosi arteriose acute, ecc.)
[#2] dopo  
Utente 175XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la precisa e celerissima risposta.