Utente 247XXX
Salve. Durante la prima metà della settimana di Pasqua sono andato in bici. Un giro che faccio di solito, anche è risultato un po' faticoso perchè erano le prime uscite dell'anno. Spesso dopo una lunga salitella sento del torpore al cavallo e anche un po' di dolore, ma tende ad attenuarsi in pianura e scompare appena torno a casa. Ma da giovedì 5, e mi sembra fino a Pasqua, avvertivo dolore ai testicoli e un senso di pesantezza al basso ventre, come se avessi aria. In bagno ci andavo, ma evacuavo poco e avevo la sensazione di non essermi svuotato. Ed è strano, perché non ho quasi mai avuto problemi sotto questo aspetto. L'elastico dei boxer e del pigiama mi dava particolarmente fastidio. Nei giorni seguenti il dolore ai testicoli è scomparso e anche l'evacuazione sembra tornata normale, però continuavo ad avvertire un fastidio all'altezza della vescica e del rene destro. Se mi toccavo la zona mi sembrava più gonfia che a sinistra, però guardandomi allo specchio non c'è differenza, forse è solo un'impressione. Poi, con dei boxer e un pigiama con elastici meno stringenti, non ho più avuto fastidi. Solo che ho scoperto di avere la febbre. Non me la sentivo nemmeno, ma mia madre mi trovava caldo... in effetti avevo due linee di febbre. E sono ormai cinque giorni (da quando la misuro) che continuo ad avere 1-2-4 linee, a volte niente, a seconda del momento. Non ho altri sintomi, se non un senso di debolezza, soprattutto se sto in piedi, ma mangio regolarmente e con appetito. Non sono ancora andato dal medico, pensando che passasse tutto da solo. Forse è solo un'influenza e mi sono fatto troppi film associandola allo schiacciamento dei testicoli in bici (tralaltro urino ed eiaculo normalmente). Ho pure pensato potesse essere ernia, appendicite, calcoli... ma non mi sembrano quelli i sintomi. Solo che questa febbriciattola non mi lascia tranquillo, anche perché io la misuro da cinque giorni, ma magari ce l'ho da 15. Cosa può essere? Mi devo preoccupare? Scusate se ho sbagliato sezione, ma non sapevo proprio dove metterla.
[#1] dopo  
Dr. Stefano Scozzafava
20% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
per quanto riguarda il torpore-dolore perineale sembrerebbe riconducibile ad una compressione prolungata sul nervo pudendo causata dal sellino della bicicletta. Per meglio inquadrare i suoi disturbi addominali le consiglio di rivolgersi ad un colon-proctologico. Potrebbe trattarsi di colite aspecifica (pesantezza al basso ventre, gonfiore addominale a destra, fastidio degli elastici) ma per confermare la diagnosi è necessario prima di tutto indagare meglio sui suoi disturbi e successivamente effettuare una accurata visita medica.