Utente 426XXX
Buongiorno sono un ragazzo di 26 anni di trento, il mio problema è che ho l'erezione e la mantengo...ho avuto esiti di spina bifida lombo-sacrale, il mio problema risulta appunto l'eiaculazione. La riesco a far accadere solo con dell'acqua fredda sulle gambe e con la masturbazione...cosa mi dite voi medici?? E' molto che sto dietro a questo problema..ho fatto visite neurologiche e andrologiche..purtroppo senza risposta...ho eseguito gli esami dei potenziali evocati al pene..e risulta una diminuzione della potenziale..del pene..ma non so null'altro..se potete aiutarmi grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore ,

è possibile che la sua spina bifida lombo-sacrale possa aver giocato un ruolo nel determinare il suo problema eiaculatorio ma non dobbiamo mai dimenticare, in questi casi, anche una possibile e concomitante problematica psicologica o relazionale.

Senta o risenta ora il suo medico curante e poi a ruota un esperto andrologo con chiare competenze neurologiche.

Nel frattempo, se desidera avere più informazioni dettagliate su questa disfunzione sessuale le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/228-rapporto-tarda-finire-impotenza-eiaculatoria-fare.html .


Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,la particolarità della sintomatologia eiaculatoria riferita fa sì che non si possa dare una risposta che sia univoca.Sarebbe utile poter visionare i referti degli esami andrologici eseguiti,assieme all'esame obiettivo,cui non fa alcun riferimento.Va da sé che la
la spina bifida possa giuocare un ruolo decisivo nel controllo neurogeno della eiaculazione ma il dato positivo della masturbazione apre il campo ad ipotesi diagnostiche più favorevoli che si possono solo ipotizzare da questa postazione telematica.Consiglierei di rivalutare la diagnosi e la prognosi andrologiche persso uno specialista esperto,magari in sinergia con il neurologi di riferimento.Ci aggiorni in merito,se ritiene.Cordialità.
[#3] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2007
Grazie mille delle Vostre preziose risposte...io sono un tecnico della riabilitazione psichiatrica...quindi se potete darmi una risposta più corposa...la leggerò volentieri...fino a ora è un problema che mi porto dietro da anni senza soluzione..ho visto tanti medici senza risposta purtroppo..potreste indicarmi delle sedi specialistiche dove portare il mio problema?? Io per fortuna cammino..e appunto l'unico problema della spina bifida o per lo meno derivato è proprio questo...Io ovviamente non sono un medico ma la parte psicologica non so se prenderla in considerazone...anche perchè io credo se avessi ansie o sindromi simili non riuscirei nemmeno a avere l'erezione e a mantenerla io credo no? Fino a ora cmq...mi era stato prescritto del Pigenil senza risultati purtroppo...A volte dopo l'eiaculazione con acqua fredda sento un pò male al glande...anche se sembra tutto ok...Ho una ragazza ormai da 2 anni...e vorremmo provare a avere un figlio...però...come si può fare??? A volte poi l'eiaculazione avviene anche con l'erezione non completa grazie all'acqua fredda del getto della doccia...principalmente io aspetto sempre cmq...di avere l'erezione..e poi utilizzare l'acqua fredda della doccia..grazie ancora se potete aiutarmi in tal senso..o se avete delle domande..per capire meglio il mio problema...
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

l'articolo già indicato dovrebbe averle già dato alcune indicazioni ma, se desidera avere ancora più informazioni su questi particolari temi, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/216-sessualita-fertilita-traumi-vertebro-midollari.html.

Per il problema fertilità poi, se lei ha comunque un'eiaculazione, il primo passo è fare un esame del suo liquido seminale e poi sentire in diretta un esperto andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

Un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2007
Quindi scusate...ma mi sarà possibile eseguire ad esempio una raccolta di liquido seminale...nella modalità che ho trovato cioè con acqua fredda sulle gambe..per la raccolta del liquido?? grazie ancora
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo!

Importante è, se possibile , almeno una astinenza sessuale di tre giorni, non superiore ai cinque e che naturalmente l'acqua non entri nel contenitore usato per la raccolta.
[#7] dopo  
Utente 426XXX

Iscritto dal 2007
ottimo!!! grazie ora mi sento cmq..più sollevato...una curiosità...a parte verificare con la presenza di gravidanze...è possibile capire anche senza esami almeno intuire se il mio liquido seminale..è attivo?? grazie ancora...
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No!

Per capire se è "attivo" bisogna sempre fare una attenta valutazione, in laboratorio dedicato, del suo liquido seminale.

Ancora cordaiali saluti.