Utente 247XXX
salve,
riferisco brevemente quanto mi è capitato.
ho 20 anni e sono sempre stata bene,fortunatamente.
Venerdì 13 aprile,verso le ore 14,ho assunto aspirina per un banale dorore dentale.
verso le ore 16.00 mi reco in palestra e faccio attività per un paio d'ore.
faccio la doccia e un'ora dopo,intorno alle ore 19.00 inizio a provare fastidio e bruciore agli occhi. credevo fosse un banale problema agli occhi invece questi ultimi iniziano a gonfiarsi a dismisura diventando violecei..le palpebre,sia superiori che inferiori aumentate di volume,tutto il corpo inizia a trasformarsi...mi viene l'orticaria perchè inizio a grattarmi..
mi reco in pronto soccorso dove dicono sia stata l'aspirina,mi iniettano in flebo bentelan e cortisone e la situazione rientra pian piano.
mi rimandano a casa e oggi,lunedì 16 aprile gli occhi e il corpo sono ritornati completamente normali. sto assumendo Zirtec,antistaminico ma da venerdì sera sento un'oppressione al petto,una leggera tachicardia,se parlo a lungo,salgo le scale o faccio un debole sforzo subito mi si accelera il battito cardiaco.
preoccupata(anche se mi dicevano fosse a causa del cortisone)mi reco dal mio cardiologo di fiducia questa sera stessa.
mi fa l'elettrocardiogramma e mi misura la pressione: è tutto ok.
egli rileva una leggera broncostenosi causata dal fattore allergico.
non sono tranquilla. il cardiologo mi ha consigliato di stare a riposo 2-3 giorni e che tutto dovrebbe rientrare nel giro di qualche giorno.
voi che ne pensate??
vi ringrazio anticipatamente
ANTONELLA

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
quella della reazione al farmaco è un'ipotesi verosimile, ma se a partire dall'orario del pranzo avesse ingerito anche qualche alimento non si può escludere una forma di allergia alimentare (favorita dal salicilato e dall'attività fisica).
La persistenza di manifestazioni asmatiformi a distanza di 72 ore dall'accaduto non è tipica per cui si dovrebbe stabilire innanzitutto se effettivamente si tratta di asma (come una "coda" di quell'evento o come malattia allergica a sé stante, es. da allergeni stagionali) piuttosto che di sintomi d'ansia.
L'unico consiglio possibile è quello di effettuare una visita allergologica; nel frattempo è opportuno evitare l'assunzione di FANS, evitare l'attività fisica nelle 4-6 ore successive al pasto (e anche i pasti immediatamente dopo l'attività fisica) e tenere a disposizione un broncodilatatore a rapida durata d'azione, da usare nel caso in cui i sintomi respiratori siano tali da richiederlo.
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 247XXX

Iscritto dal 2012
salve,
il mio cardiologo mi ha consigliato di assumere per qualche giorno aliflus diskus per la live broncostenosi causata dall'allergia.
sento un oppressione al petto e una tachicardia.
è normale?
ma in quanti giorni passerà?
grazie
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
«è normale?»: direi di no; tant'è che il collega Le ha perfino prescitto una terapia.
«in quanti giorni passerà?»: non si può dire se non si individua la causa.
Faccia la visita allergologica.
Saluti,