Utente 243XXX
Gentili dottori, mio fratello 43enne, soffrendo a fasi alterne di tenesmo rettale ed emorroidi di secondo grado, ha effettuato una DEFECOGRAFIA con il seguente esito: ALLA RICHIESTA DI SVUOTAMENTO, PRONTA APERTURA DEL CANALE ANALE. IN FASE EVACUATIVA SI APPREZZA UNA PICCOLA ESTROFLESSIONE 8MAX 2 CM) DELLA PARETE RETTALE ANTERIORE, SENZA RISTAGNO DI MDC BARIATO. VISIBILI ANCHE ALCUNI PROLASSI MUCOSI ED INVAGINAZIONE INTRA-RETTALE ED INTRA-ANALE, CON PROLASSO ESTERNO. SOSTANZIALMENTE COMPLETO LO SVUOTAMENTO RETTALE. Essendo, mio fratello, un soggetto ansioso, ecco le sue 2 domande: 1- Si tratta di patologie rilevanti o pericolose ? 2- dovrà necessariamente ricorrere alla chirurgia ? Grazie per la vostra cortese attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Si tratta di un prolasso rettale ed emorroidario. Nulla di pericoloso. E' consigliare consultare il proctologo che alla luce degli esami e della visita dara' l'indicazione al trattamento più opportuno che probabilmente sar' chirurgico.
[#2] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
Innanzi tutto grazie, dottore, per la sua cortese risposta. un'ultima domanda: se mio fratello, non soffrendo di particolari disturbi se non un leggero tenesmo a fasi alterne, volesse evitare di operarsi, il lasciare questa situazione invariata lo esporrebbe a particolari rischi ? Grazie ancora per lì'attenzione che vorrà prestarmi e scusi ancora il disturbo.
[#3] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
È una domanda a cui non è possibile rispondere senza avere valutato il paziente con una visita
[#4] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
dalla visita proctologica fatta, mi spiega mio fratello, circa 15 giorni fa, sono emerse le emorroidi e questa forma di prolasso. La defecografia è stata consigliata per verificare l'eventuale presenza (eventualità remota secondo lo stesso proctologo) di defecazione ostruita che, evidentemente, non c'è. Ora, alla luce di quanto sopra, mio fratello chiedeva a lei, ove possibile, un parere su eventuali rischi che potrebbe correre nell'ipotesi di non operarsi. Questo sulla scorta della precedente visita proctologica e sull'esito della defecografia. Concordo con lei sul fatto che ad esprimersi dovrebbe essere, ancora una volta, lo stesso proctologo, il quale, purtroppo, si trova fuori sede e rientrerà dopo il 15 maggio. Mio fratello, ripeto, è particolarmente ansioso, quindi perdoni la sua insistenza (chiedo scusa io per lui), ma sarebbe importante sapere se dal quadro clinico descritto (naturalmente con un parere a distanza per quel che può valere) può scegliere di non operarsi senza andare incontro a seri problemi. Ancora grazie per la sua attenzione e grande disponibilità. P: S: Naturalmente, nessun parere vincolante da parte Sua (del resto non potrebbe essere altrimenti), solo un'opinione sulla scorta dei dati forniteli. Al rientro in sede del proctologo, quindi, mio fratello sottoporrà, comunque. l'esito della defecografia.
[#5] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Per quanto valutabile non vedo indicazione a intervento se nn eventualmente per la patologia emorroidaria ma questo dipende da eventuali sintomi.
[#6] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno dottor Favara, grazie per aver risposto. Ha avuto, quindi, modo di leggere l'esito della defecografia alla quale si è sottoposto mio fratello e che ho indicato nel mio primo messaggio?
[#7] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Si certo
[#8] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
Bene, riferirò a mio fratello per tranquillizzarlo. Grazie ancora dottore. E nel ringraziarla voglio sottolineare quanto siano importanti, per noi pazienti, persone come voi che si prestano a rispondere in modo assolutamente gratuito, con grande competenza, professionalità e spirito d'umanità. Un plauso.