Utente 249XXX
Salve Dottori
Giovedi 17 sono stata operata tramite laparoscopia e mi hanno asportato la cistifellea in quanto in essa era presente un calcolo superiore ai 2 cm.
L'intervento è andato bene tanto che dopo 3 giorni mi hanno dimessa nonostante i forti dolori nella zona dove c'era la cistifellea quando mi mettevo eretta e camminavo, fitte molto intense simili a coltellate . Ora in ospedale ero sotto morfina e mi facevano vari antidolorifici al bisogno quindi riuscivo a fare un po di attività motoria
A casa mi hanno prescritto del paracetamolo 500mg o in alternativa il voltaren al bisogno
Mi chiedevo quanto dureranno questi dolori, fatico a rimanere in posizione eretta quando cammino e il paracetamolo non mi sembra dare molto sollievo, i voltaren lo assumo solo la sera prima di andare a dormire per darmi un po di sollievo.
Altro dubbio, è normale avere la diarrea subito dopo i pasti nonostante segua rigidamente la dieta senza grassi animali?

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi
40% attività
16% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il dolore così intenso dopo un intervento di colecistectomia laparoscopia non è del tutto normale. Pertanto se il dolore non si attenuerà nelle prossime ore sarà consigliabile un controllo da parte dei chirurghi che l'hanno operata.
[#2] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissima,

La sintomatologia dolorosa, di diversa entità, può far parte del postoperatorio della colecistecomia, deve quindi solo avere un po' di paziente ma dovrebbe andare decrescendo. Nel suo caso, comunque, sembra eccessiva ed in caso i persistenza è bene farsi rivedere. Anche la diarrea è uno dei sintomi del postoperatorio in quanto la bile si riversa direttamente e completamente nel lume duodenale non essendoci più il serbatoio, rappresentato dalla colecisti. Per quest'ultimo disturbo può assumere della colestiramina o della diosmectite.

Cordialmente

[#3] dopo  
Utente 249XXX

Iscritto dal 2012
Il dolore si attenua quando faccio l'iniezione di voltaren poi però il pomeriggio dopo ricompare in forma di fortissimi crampi. Forse la similitudine con le coltellate è esagerata
[#4] dopo  
Utente 249XXX

Iscritto dal 2012
Vi ringrazio, tra 3 giorni andrò alla visita di controllo dove mi toglieranno anche i punti e chiederò facendo presente gli episodi di diarrea di eprescrivermi quelle molecole.
[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ci aggiorni sulla sua sintomatologia e, soprattutto, sul dolore che è anomalo se di forte intensità.

Cordialmente

[#6] dopo  
Utente 249XXX

Iscritto dal 2012
Sono stata oggi alla visita di controllo, mi hanno tolto i punti e il Dottore si è accorto che ho un ematoma appena sopra l'ombelico dove avevano praticato una delle incisioni. Mi ha detto di tenerlo controllato e se la febbre sale oltre i 38 di tornare in reparto a farmi vedere. Ora io assumo tachipirina 1000 supposte al bisogno in caso di dolore, per fortuna ora più gestibile ma che ho ancora purtroppo, forse a causa dell'ematoma stesso. Come faccio a sapere se la TC mi sale oltre i 38 se uso paracetamolo?
Perchè questo ematoma potrebbe risultare un problema se mi sale la febbre?
L'ematoma se lo palpo, sotto in profondità, sento una pallina dura cosa può essere?
Ho assunto la supposta di tachipirina questa mattina alle 8 ed ora alle 19 la TC è 37,1

Per il problema della diarrea dopo i pasti mi ha prescritto dell' enterolactis da assume 30 min prima dei pasti, ma non sembra avere molto effetto
[#7] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'effetto ml paracetamolo dura circa 6 ore per cui dovrà valutare la temperatura al termine di tale periodo. La febbre che si innalza può essere un indice di infezione dell'ematoma.

Si tranquillizzi.