Utente 755XXX
Per paziente di 75 anni dializzato,
chiedo gentilmente consiglio su eventuali altri accertamenti (magari piu' mirati) da fare alla luce di questi referti e un cenno sulle terapie che di norma sono da effettuare in casi di questo genere.

RX Torace (04-2012)
referto:
Non apprezzabili rilievi patologici pleuro-polmonari.
Modico aspetto di ingrandimento cardiaco ventricolare sinistro.
Notevole ectasia con estesa calcificazione intimale dell'arco aortico.
Vistosa tortuosità del segmento discendente del vaso anche esso con parziale estesa calcificazione parietale.

DOPPLER arti inferiori (03-2012)
referto:
Sclerosi vascolare diffusa
Non deficit emodinamicamente significativi a carico degli assi arteriosi.
Buon compenso sulle tibiali.
Circolo venoso profondo pervio
Safene continenti.

ESAME sangue: (02-2012)
Colesterolo 170
HDL 59
Triglic. 110
Proteina C-reattiva 45

Farmaci prescritti attualmente:
Sequacor (1/2 cp alla mattina)
Triatec (1/4 di cp alla sera)
Ticlopidina (1 cp a giorni alterni quando non effettua dialisi)

Pressione sanguigna in media e' normale/bassa in questo periodo

Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Direi che l'attenzione vada focalizzata sul problema della dilatazione dell'arco aortico. In questi casi è importante sapere le dimensioni della dilatazione e ancor più se c'è una tendenza a un incremento nel tempo e, se questo si verifica, di quanto è l'incremento nell'arco dell'ultimo anno. Questo anche ai fini della terapia. Sicuramente però occorre mantenere i valori pressori bassi e per questo la terapia che il paziente assume e la verifica dell'efficacia ai fini dell'obiettivo sono 2 fattori essenziali. Continui pertanto ad assumere i farmaci attuali e si affidi al suo cardiologo di fiducia per la monitorizzazione nel tempo della dilatazione dell'aorta.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 755XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dottore intanto grazie della risposta in merito.

Inoltro,al riguardo,questi due referti degli anni scorsi,perche' mi sembra di aver capito che deve fare esami di questo tipo.

Ecodoppler
Referto del settembre 2009:
Lieve dilatazione telediastolica del ventricolo sx che mostra lieve ipertrofia del setto I.V. basale e medio.
Ridotta cinesi parietale globale ventricolare con lieve riduzione della funzione sistolica EF:41/44%
Disfunzione diastolica ventricolare di I grado.
Atrio sinistro nella norma.
Sclerosi mitro-aortica con moderata insufficienza mitralica e lieve insufficienza valvolare aortica.
Normali le cavita' cardiache di destra.
Lieve IT con PAPs=43 mmHg
V sx dia 62,8
V sx sys 45,4
Ispes Set. 84%
Ispes PP. 94%
Atrio sx 36,7
Aorta 35,3

Ecodoppler
Referto del marzo 2010:
Ventricolo sx dilatato con ipertrofia prevalentemente a carico del setto I.V.
EF:45%
Disfunzione sistolica di grado lieve.
Disfunzione diastolica di grado moderato.
E/A maggiore di 1
Atrio sinistro dilatato.
Insufficienza mitralica di grado moderato.
Radice aortica e aorta ascendente di dimensioni aumentate.
V sx dia 60
V sx sys 42
S.I. 14
Paar. post. 12
Atrio sx 44
Aorta 38---41


Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le confermo quello che le avevo già detto. Il quadro và monitorizzato e la terapia eventualmente modificato in base all'evoluzione nel tempo. Continui a seguire le indicazioni del suo cardiologo di fiducia.
Saluti