Utente 100XXX
Buongiorno sono un ragazzo di 23 anni.
Vi descrivo i miei sintomi.
Da circa 1 mese e mezzo ho cominciato ad avvertire dei formicolii alla mano destra, soprattutto quando la alzavo col braccio o la tenevo sulla scrivania per molto tempo.
Premetto che lavoro al computer più di 8 ore al giorno seduto e uso il computer magari anche 2 ore o 3 alla sera a casa e suono la chitarra tutti i giorni, questo mi affatica molto le mani e i polsi e la schiena dovendo stare sempre col collo in avanti.
Avevo già avuto problemi alla spalla anni fa destra per una sublussazione, avevo fatto delle terapie ed era migliorata, poi sono rimasto fermo fino a 2 mesi fa, ho ricominciato a fare gli esercizi a casa da solo ma da quando ho cominciato ho sentito questi formicolii e un forte mal di schiena, collo rigido, e dolore sia sulla parte lombare che dorsale. Poi un giorno su internet ho cercato la parola formicolii e veniva sempre associata a sclerosi multipla, mi sono spaventato tantissimo e ora ho la fissazione, di questo che mi assilla, a volte mi sveglio la notte con questa paura. Da quel giorno forse perchè mi sono condizionato mi sembra di avere formicolii in tutto il corpo, piedi, braccio sinistro e a volte anche in faccia, ho notato che se apro la bocca a volte li sento maggiormente sul labbro superiore.
Ho fatto già una visita l'altro ieri dal fisiatra e mi ha detto di nond are retta internet e mi ha prescritto una risonanza magnetica di cervicale e lombare per poi darmi degli esercizi di riabilitazione perchè ho il collo molto duro e la spalla dx con la scapola più bassa.
Non ho perdite di sensibilità ne di coordinazione, solo dolori sparsi portati credo dal mal di schiena, e a volte anche molto dolore sui polsi (parte inferiore).
Vi chiedo solo di tranquillizzarmi, perchè altrimenti non riesco a stare tranquillo con questa fissazione, spero non sia niente di grave!
grazie...

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

dalla Sua descrizione e con tutti i limiti del consulto a distanza, mi sentirei di tranquillizzarLa perchè i formicolii (parestesie) si manifestano solo dopo precisi movimenti degli arti o dopo posture prolungate e poi la generalizzazione di questi è subentrata dopo avere letto su Internet della SM. Le ricordo che le parestesie non sono un sintomo esclusivo di SM, anzi la maggioranza riconosce una causa diversa, spesso banale, come problemi alla colonna certebrale o compressioni locali.
Si faccia seguire dal fisiatra contattato.
E' chiaro però che la mia è solo un'ipotesi a distanza, in generale.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 100XXX

Va bene...grazie per il consulto...allora mi ha leggermente tranquillizzato...
quindi possono essere anche molti altri motivi di tipo muscolare, oppure di stress, nervi ecc...??
Altrimenti quali possono essere le cause dei formicolii diffusi?
dalla colonna vertebrale infiammata e dolorante possono partire questi formicolii agli arti?
perchè spesso ho le osse che scrocchiano, e anche la schiena, il collo, la mandibola ecc...ma il fisiatra diceva che i formicolii agli arti se portati dalla schiena dovrebbero essere solo in precisi punti e in precisi movimenti, (per es. le prime 2 dita della mano dx se la piego)
comunque penso da ingenuo che le patologie più gravi abbiano sintomi più consistenti di intensità e debilitano le funzioni normali di coordinamento, parlare, vedere ecc...

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

infatti se legge la mia risposta precedente troverà che le Sue parestesie si presentavano dopo determinati movimenti degli arti, la generalizzazione mi pare che sia sopraggiunta dopo avere letto in Rete della SM.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 100XXX

Si è giunta dopo, anche se forse anche prima di aver letto queste cose, notavo già "facili formicolii" agli altri arti, ma sa non è facile farci caso se non si sa prima. Poi una mattina dopo colazione mentre viaggiavo in auto ho avuto un episodio di aura emicranica con annebbiamento di vista e poi un successivo mal di testa per circa mezz'ora(mi succede circa una volta all'anno o ogni due anni), la sera prima avevo fatto esercizi per la schiena e mi faceva male.
Comunque facendo la risonanza magnetica cervicale e lombare si noterebbero eventuali problemi vero?
Infatti ho molta paura sono un soggetto molto ansioso...

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente, la RM cervicale e lombare è importante ma per togliersi ogni dubbio sulle Sue paure dovebbe estendere la RM anche all'encefalo.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 100XXX

Ok....ma posso farle tutte in un colpo solo?
E poi volevo chiederle, le malattie del sistema nervoso sopracitate, in quanto tempo si manifestano?
1 mese, 1 anno, 6 mesi, 2 anni ecc...??

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, si possono effettuare insieme lo stesso giorno.
Non esiste un tempo prefissato per la loro manifestazione, e poi si manifestano da quando? Quale fattore si considera come punto di partenza?

Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 100XXX

intendo dai primi sintomi, dai primi formicolii leggeri fino all'invalidazione fisico motoria più grave...
quanto tempo passa solitamente?

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ora ho capito. Non esiste una regola uguale per tutti, per es. in caso di SM si può anche vivere una vita del tutto normale, mentre ci sono dei casi invalidanti.

Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 100XXX

capisco....ho anche male al nervo ottico destro quando giro l'occhio da circa 4 giorni...può esserci una correlazione??

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
E chi l'ha detto che è il nervo ottico? Generalmente il nervo ottico non è responsabile quando si manifesta dolorabilità durante i movimenti dell'occhio. Si tranquillizzi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 100XXX

ho letto su questo sito che la neutrite ottica è diffusa soprattuto nei giovani fra i 20 e 30 anni e spesso può essere il sintomo dell'inizio della sclerosi multipla...però va beh...non è detto...inizio a preoccuparmi comunque...

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non è questa la sintomatologia della neurite ottica.
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 100XXX

ah....però su questo sito c'è un aritcolo che descrive questi sintomi...
io comunque sento male all'interno dell'occhio quando lo giro, o anche mentre leggo muovendo gli occhi o quando guardo in alto o in basso.
Poi ho degli scotomi scintillanti, o miodesopsie, ma queste mi avevano spiegato che sono dei grumi nell'occhio, nel corpo vitreo.
Però ho ripreso in mano delle visite che avevo fatto nel fine 2007 e 2008, avevo fatto anche una risonanza magnetica della testa dell'encefalo, ed era risultato tutto ok, nessun problema. Anche l'esame del fondo dell'occhio era apposto, c'era solo una lieve pressione più alta nell'occhio destro che è proprio quello che mi fa più male ora.
In questo occhio ho sempre anche notato di vedere i colori leggermente più chiari, e ho visto che la pupilla nera è quasi sempre più dilatata rispetto all'occhio sinistro...può dipendere da un fattore neurologico?
Avevo fatto anche una visita dal neurologo spiegandogli che avevo anche episodi saltuari di aura emicranica tipo 1 volta all'anno o ogni 2 anni specie in periodi primaverili oppure in periodi di forte stress psicofisico, ma lui mi disse che se capitavano così raramente non era un problema da curare.
in questi ultimi periodi invece prima del dolore all'occhio avevo spesso tremolio all'occhio ma quello mi succedeva già anni fa in periodi di forte stress non credo centri nulla.


[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con una RM encefalica con sequenze angio (vista anche la differenza di diametro pupillare che descrive) potrebbe tranquillizzarsi.
Sono d'accordo col neurologo che due episodi l'anno di emicrania con aura non hanno bisogno di cura preventiva.
Considerato che già precedentemente Le hanno riscontrato un aumento della pressione oculare e l'attuale sintomatologia dolorosa all'occhio, un controllo oculistico lo reputerei opportuno.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 100XXX

Ma la RM encefalica ocn sequenze angio epr cosa servirebbe?
per capire se ho problemi al nervo ottico?

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per studiare il nervo ottico e indagare sulla presunta anisocoria (differenza del diametro pupillare).

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 100XXX

Salve, volevo chiederle, ho anche perso un po' di sensibilità ai due arti superiori, mi fanno male se per esempio uso la chitarra oppure se stringo in mano qualcosa (pe esempio la penna) mi fanno male come se tirassero i nervi.
E appena sono in tensione ho come dei tremolii, l'aveva notato anche il fisiatra. Forse sarà il nervoso ma a volte li sento di qualche frazione di secondo sul corpo.
Il mal di schiena e di collo ovviamente continua ad esserci...
Come mai questi sintomi tendono ad aumentare?
Se ho anche problemi di equilibrio, e a volte mi si tappano le orecchie. potrebbe essere il nervo vago?
Perchè infatti spesso ho la lingua secca, e a volte nella giornata la pressione degli occhi mi si modifica, per esempio dopo cena il destro che normalmente è quello con la pressione più alta l'altro ieri mi si è abbassata di più rispetto al sinistro, e vedevo più scuro rispetto al sinistro.
Cosa può essere Dottore? Quali ipotesi di patologia può essere?
Dal mal di schiena e dallo stress possono scaturire tutti questi sintomi? e dal nervo vago?
Ho una paura pazza della sclerosi multipla...

[#19] dopo  
Utente 100XXX

Il male all'occhio quando lo giro noto che a volte si riduce ma poi tende a tornare, da cosa può essere portato?
non so bene localizzare se sia nell'immediato sopracciglio, infatti se schiaccio quel nervo mi fa male (anche nell'altro il sx), oppure se sia proprio all'interno nel nervo che fa muovere l'occhio...
preciso che sono allergico ai pollini e nei giorni prima che mi facesse male l'occhio li grattavo spesso schiacciandoli perchè mi prudevano...
trovo solo strano che questi sintomi si uniscano tutti così progressivamente nello stesso periodo...
l'aura emicranica non ha niente a che fare secondo lei con questi sintomi visivi?

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

facciamo un pò di chiarezza. Il nervo vago non c'entra nulla con i Suoi sintomi. La pressione dell'occhio non è una cosa che Lei può avvertire se varia dal destro al sinistro o viceversa, infatti deve essere necessariamente misurata dall'oculista.
Per questo motivo Le avevo consigliato un controllo oculistico.
Gli scotomi scintillanti potrebbero associarsi ad aura visiva, la dolorabilità no.
Probabilmente per tranquillizzarsi dovrà effettuare una RM encefalica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 100XXX

capisco...
ora comunque ho capito bene due cose: che gli occhi mi fanno male nelle palpebre, se le socchiudo mi fanno più male e quando giro gli occhi fanno male le palpebre...invece le orecchie si tappano soprattutto se abbasso il mento verso il collo si tappano le orecchie subito all'istante.
ho molto male anche nei nervi delle sopracciglia.
ho notato che ho tremori in tutto il corpo appena tendo i muscoli tendono a tremare (dal sopracciglio, alla lingua ai polpacci, braccia, mani ecc..), a volte ci sono anche dei tremori spontanei che durano qualche frazione di secondo in qualche punto del corpo...a volte se tendo le mani o el gambe ho come delle specie di crampi, come se i muscoli fossero tesissimi e fanno male devo lasciarli.....
questi sintomi li avevo già avuti in passato,anche anni e anni fa, ma capitavano solo in un punto, tipo nell'occhio che tremava, mai così frequenti ed in tutto il corpo come mi capita ora....va beh che ora sono molto stressato, ma anche un tempo ho passato periodi molto stressanti...
ho letto su internet che potrebbero essere delle fascicolazioni (cosa sono di preciso?)
ho letto che a volte possono essere benigni e portate da stress e a volte Sclerosi laterale amiotrofica che è una patologia degenerativa del sistema nervoso...
lei cosa ne pensa?
in quanto tempo si manifesta questa patologia?

[#22] dopo  
Utente 100XXX

ho letto però della fibromialgia, ho praticamente tutti gli stessi sintomi e penso proprio che sia quello...
spero di non avere niente e che sia solo un qualcosa di passeggero che si possa risolvere con fisioterapia....

[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non si faccia delle autodiagnosi in base a ciò che legge in Rete, è estremamente deleterio, non pensi a malattie importanti.
Per la SLA è sufficiente effettuare una visita neurologica per escluderla.
Mi pare comunque che ci sia una forte componente ansiosa che dovrebbe essere curata.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente 100XXX

Sono andato anche da un neurologo privatamente(che esercita la professione di neurologo e neurochirurgo e professore universitario da più di 50 anni), mi ha fatto parlare moltissimo, fatto molte domande chiedendomi i miei problemi da quando sono nato fino ad oggi nei minimi particolari e dettagli ecc... ha visto una vecchia risonanza magnetica di circa 5 anni fa, esami e visite oculistiche, e l'ultima visita fisiatrica. Un totale di quasi 2 ore di vista completa.
Mi ha fatto poi un'esame obbiettivo facendomi provare i riflessi delle mani e delle braccia, mi ha toccato con una specie di ago per sentire la sensibilità e andava bene in tutto il corpo...Mi ha detto " non ha sicuamente la sclerosi multipla e non l'avrà mai con questi riflessi addominali, che nei casi di sclerosi sono i primi ad andare via..."
poi ha fatto delle prove di coordinazione, toccarmi il naso ad occhi chiusi, toccare le ginocchia col tallone, mi ha fatto provare a stare in equilibrio ad occhi chiusi ecc.... Insomma moltissime prove, e sembra che tutto andasse benissimo. Anche esami di vista facendomi guardare le dita se si muovevano per il campo visivo ai lati degli occhi, e mi faceva guardare il dito spostarsi e dirmi se lo vedevo doppio. Mi ha battutto con un martelletto per i riflessi ovunque.
Tutto bene nessun problema.
Mi ha pesato e misurato le pressione e i bpm ed anche questo andava bene a parte un leggero dimagrimento di circa 3 kg e un po' di agitazione.
Insomma un esame completo.
Mi ha detto che la maggior parte dei miei problemi, circa il 60% sono problemi emotivi, e che quasi sicuramente esclude problemi importanti, che nel caso ci fossero si vedrebbero già.
Mi ha comunque prescritto vari esami: un'elettromiografia agli arti superiori (ha riscontrato un leggero inizio di ipotrofia del palmo della mano dx, anche se a me non sembra e neanche lui era sicuro...) un elettroencefalogramma, e poi gli esami già prescritti di risonanza magnetica di cervicale e lombare e un ecocolordoppler del collo.
Mi ha prescritto poi delle gocce di calmante 5 alla sera di Neuleptil.
Concorda con quanto mi ha detto?


[#25] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dopo una visita così accurata e completa può stare tranquillo in quanto patologie importanti non ne sono state riscontrate. Anch'io nell'ultimo post avevo ipotizzato una forte componente ansiosa. Pertanto adesso si tranquillizzi e faccia serenamente gli esami prescritti.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#26] dopo  
Utente 100XXX

Buongiorno, ho fatto poi 3 mesi fa la Risonanza magnetica di cervicale e lombosacrale.
Non sono state trovate ernie o problemi di stenosi, ma nel tratto lombare c'è un accentuamento della fisiologica lordosi con uno scivolamento in avanti di l5 su s1 un anterolistesi con un sponderolistesi istmica. nel tratto cervicale una diminuzione della fisiologica lordosi.
Ho fatto anche l'ecodoppler dei vasi del collo ed è tutto a posto.
Ho fatto poi vedere il tutto al fisiatra e mi ha consigliato delle fisioterapie, e altri consigli di postura, diagnosticandomi lombocruralgia e cervicobrachialgia.
Ho fatto vedere le lastre ai fisioterapisti e mi hanno detto che praticamente il collo è dritto, ed è dovuto probabilmente alla tensione nervosa che tende i muscoli, secondo loro questo mi porta i formicolii e anche nelle gambe (se per esempio accavallo la sinistra) dovuto alla spondilolistesi (che dicono sia poco accentuta).
Dopo le fisioterapie ho avvertito miglioramento nel dolore alla schiena e dopo i movimenti che allungano le vertebre sento subito miglioramento.
Rimangono però dopo questo tempo (ormai faccio gli esercizi a casa da solo dovrei iscrivermi a nuoto come consigliato ma forse farò yoga prima di nuoto) i formicolii, spesso al mento dalla parte sinistra sotto il labbro e alla mano, soprattutto all'indice quando comprimo il bicipite (come per ingrandire il muscolo) avverto un leggero formicolio (oppure quando tendo tutto il braccio facendo leva sul gomito che spesso scrocchia), ma a volte anche all'altra mano molto leggeri che durano poche frazioni di secondo magari quando mi muovo.
Non capisco da cosa possono essere portati se sono dovuto al collo o ad altro.
Un'altra cosa fastidiosa che è rimasta sono le fascicolazioni sparse ovunque, che però dipendono dai giorni (e forse dallo stress?).
Può essere il collo troppo dritto e teso che porta questi problemi di formicolii?

[#27] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la riduzione della fisiologica lordosi cervicale è dovuta generalmente a contrattura muscolare la quale potrebbe anche, a volte, causare qualche parestesia (formicolio).
Le fascicolazioni sporadiche possono essere dovute anche ad ansia e stress.
Mi fa piacere che la situazione sia notevolmente migliorata.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente 100XXX

Salve, ho notato che l'indice destro formicola soprattutto se avvicino il pollice al mignolo e contraggoo il tendine (che vedo passare e muoversi dal polso), potrebbe essere tendinite o infiammazione di qualche nervo/muscolo della mano? in questi casi come si fa a ridurre l'infiammazione? Con oki, e ghiaccio o altre terapie?
LAvoro 10 ore a computer al giorno e il mouse potrebbe dare questo problema presumo, unito al fatto che suono la chitarra tutti i giorni tenendo stretto il plettro.
Può essere un inizio di tunnel carpale?
Oppure nei soggeti giovani non è presente?
Quali esami oltre all'elettromigografia possono essere utili per individuare eventuali problemi?

[#29] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sia l'uso prolungato del mouse che della chitarra potrebbero indurre la sintomatologia riferita. Nel caso invece ci fosse un problema tendineo dovrebbe rivolgersi ad un ortopedico per una visita diretta. Eventuali esami diagnostici e terapie verranno stabiliti dallo specialista.
L'esame che fa fare diagnosi di Sindrome del tunnel carpale è l'EMG.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente 100XXX

Salve,

volevo chiederle, il neurologo che mi aveva visitato aveva notato un leggero inizio di ipotonotrofia del palmo della mano dx (quella in cui mi formicola l'indice quando tendo il muscolo) cosa potrebbe far sospettare? tunnel carpale, compressione del nervo ulnare?
ho notato che ho perso un po' di forza nel stringere le cose tra indice e pollice, inoltre mi formicolano le dita medio e anulare se premo sotto l'ascella destra...
Sono strani sintomi, non capisco...lei sa dirmi qualcosa in più?
Ho paura a fare l'emg perchè sono stato operato al cuore di tachicardie e temo che queste scosse elettriche possano mandare un segnale al cuore e scatenare qualche tachicardia...non esistono altri esami che non danno scosse elettriche per almeno escludere o individuare qualcuno di questi problemi sospetti?

grazie

[#31] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è possibile stabilire a distanza l'origine della sintomatologia descritta senza una valutazione diretta. Non abbia timori ad effettuare l'EMG perchè non crea problemi al cuore. In ogni caso chieda al Suo cardiologo di fiducia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente 100XXX

BUONGIORNO,

volevo chiederle se mi sa consigliare un integratore o qualcosa da poter prendere senza ricetta medica per agire sulle fascicolazioni per rilassare i muscoli e riequilibrare il sistema nervoso.
Ho provato con compresse e bustine di magnesio (di sale marino) e potassio di sale marino ma con pochi risultati. Dipende dalle volte l'efficacia.
Sa se il polase è efficace in caso fascicolazioni da stress?
Alcuni conoscenti mi hanno consigliato il normast 600 e altri le gocce pineal notte con valeriana e melatonina.
Sa darmi qualche informazione sulla loro efficacia o se vi sono altri integratori simili?

Grazie

PS: il neuleptil che mi ha prescritto il neurologo invece serve anche per le fascicolazioni e per allentare la tensione muscolare?

[#33] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non si possono consigliare farmaci on line e gli integratori non fanno eccezione. Inoltre questi vanno prescritti in base ad una diagnosi precisa, cosa che non si può fare a distanza. Si rivolga al Suo medico curante che sicuramente Le saprà indicare il più idoneo al Suo caso.
Il neuleptil può svolgere diversi effetti, nel Suo caso ritengo importante quello sedativo e sull'ansia, pertanto indirettamente potrebbe dare benefici anche sulle fascicolazioni, consideri però che il dosaggo è basso, al di sotto di quello minimo consigliato.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#34] dopo  
Utente 100XXX

5 gocce la notte prima di andare a dormrie sono poche quindi? quanto è la dose minima consigliata invece?
Il neurologo mi aveva consigliato di non superare le 10 al giorno.

[#35] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

deve attenersi alle indicazioni dello specialista in quanto on line non è possibile consigliare farmaci o loro dosaggi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#36] dopo  
Utente 100XXX

può fare male assumere neuleptil per più di 3 mesi?
e il neuleptil agendo sul sistema nervoso può anche far diminuire i battiti cardiaci al minuto?

[#37] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il dosaggio che Lei assume è basso, per cui non dovrebbero esserci problemi particolari ma è corretto periodicamente fare un controllo specialistico per valutare eventuali variazioni farmacologiche.
Più che riduzione della frequenza cardiaca il neuleptil potrebbe causare tachicardia ma se Lei accusa bradicardia, faccia un controllo cardiologico con ECG.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro