Utente 252XXX
Buongiorno. Sono un ragazzo di 23 anni che fino ad oggi non ha mai sofferto di patologie particolari se non di natura ansiosa. Ultimamente ho avuto due episodi di svenimento, arrivati in maniera piuttosto improvvisa, che una volta ripreso, mi hanno comunque lasciato molto spossato con tremori alle gambe e alle mani e una grande sensazione di debolezza per le 24 ore successive. Oltre a questo mi capita spesso di avere una forte sensazione di annebbiamento e confusione, sintomi che fino a qualche settimana fa ho sempre attribuito alla mia ansia cronica (che sto curando tramite la sola psicoterapia).
Mio padre soffre da almeno 10 anni di cali ipoglicemici con relativi svenimenti, quindi ho cominciato ad avere dei dubbi e ho rilevato per un paio di giorni i miei valori glicemici tramite un misuratore di quelli venduti in farmacia e i valori sono stati:
Il primo valore è per il primo giorno di "test" e il secondo per il secondo, ovviamente.

80 e 82 a completo digiuno la mattina
70 e 72 dopo 2 dalla colazione
111 e 92 dopo 2 ore dal pranzo
90 e 82 dopo 2 ore dalla cena


Premetto che ho già richiesto un appuntamento al mio medico di famiglia per settimana prossima, ma proprio essendo molto ansioso volevo un parere anche esterno. è possibile che soffra degli stessi problemi di mio padre ? i miei svenimenti e malessere sono riconducibili a questo problema con questi valori ?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
A distanza di 60-120 minuti dal pasto (colazione, pranzo o cena)
i livelli glicemici fanno registrare i valori massimi giornalieri,
raramente oltre 140 mg/dl.

Nel suo caso la tendenza ai bassi valori è meritevole di approfondimento clinico-specialistico.

Saluti